menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei campi del CT Mesagne

Uno dei campi del CT Mesagne

Circolo tennis, operazione rilancio

BRINDISI - Con l’approvazione del bilancio preventivo 2014 inizia una nuova fase per il Circolo Tennis Brindisi:è in atto, infatti, una politica di rilancio importante.

BRINDISI - Con l'approvazione del bilancio preventivo 2014 da parte del consiglio direttivo prima e dell'assemblea dei soci poi, intervenuta lo scorso 2 febbraio in via definitiva, inizia una nuova fase per il Circolo Tennis Brindisi: è in atto, infatti, una politica di rilancio importante attraverso iniziative intraprendenti che, con qualche sacrificio da parte di tutti, punta ad un ringiovanimento della compagine e ad un ammodernamento della struttura che sia più appetibile per potenziali nuovi soci, ma che al tempo stesso continui a soddisfare l'esigenze degli attuali.

L'obiettivo targato 2014 per il sodalizio brindisino è proprio questo. Malgrado l'attuale momento di crisi economica e finanziaria l'associazione sportiva di via Ciciriello mantiene il suo equilibrio, continuando ad essere ambiziosa. Sede di importanti eventi sportivi che hanno dato lustro alla città prosegue il suo lavoro affrontando quotidianamente piccole e grandi difficoltà, ma sempre a testa alta.

Si tratta di una associazione che, nata nel 1961, oggi è cresciuta notevolmente soprattutto dal punto di vista strutturale e dei servizi: grazie ad investimenti promossi, voluti e realizzati dal consiglio di amministrazione con l'approvazione dei soci, in questo momento il sodalizio brindisino è considerato dalla Federazione Italiana Tennis il secondo circolo più importante della Puglia.

Offre 10 campi da tennis, di cui 4 coperti (2 in terra e 2 in cemento), un campo di calcetto, uno di beach tennis, due palestre di cui una attrezzata e una destinata ai corsi di ginnastica, al basket e alla pallavolo. Ovviamente a tutto questo fanno da cornice perfetta spogliatoi per uomini, donne e ragazzi, oltre a una club house decisamente accogliente con ristorante, sala carte, sala tv e sala biliardo.

Un circolo esteticamente e funzionalmente quasi perfetto, capace di contribuire fattivamente alla crescita sociale e sportiva della città di Brindisi. Dotato di un'ottima scuola tennis è stato sede di importanti eventi sportivi: negli anni si possono registrare i più importanti campionati a squadre e non, tornei regionali, nazionali e internazionali a cui hanno partecipato molti dei grandi tennisti inseriti nel circuito maschile e femminile della racchetta.

Nota a tutti la Fed Cup del 2005 e la nascita sportiva di Flavia Pennetta che ancora adesso continua ad allenarsi sui campi del suo circolo. Insomma si tratta di una vera risorsa, un centro sociale e sportivo che nonostante diverse e variegate difficoltà continua a lavorare sodo cercando di crescere ancora. Il tutto grazie alla volontà e alla passione di chi lo gestisce e di chi giornalmente lo anima e lo vive.

A proposito di nuovi progetti e di nuove ambizioni, la politica di rilancio già sopra citata sarà attuata attraverso alcune iniziative particolari. Una serie di operazioni consentiranno ai soci di avere alcune agevolazioni e più servizi. L'operazione "Fatti socio", per esempio, prevede una quota di 30 euro al mese (anziché 60) per un anno a tutti i neo iscritti under 45; un mese di scuola tennis gratuita per bambini o adulti, oltre a una promozione speciale che riguarda l'utilizzo dei campi da tennis, della palestra attrezzata e i corsi di ginnastica.

A questo segue l'operazione "Più servizi ai soci" e quella "Resta socio" che consentono a tutti di poter usufruire di similari privilegi. "Abbiamo proposto ed ottenuto ampio consenso - ha dichiarato il presidente del circolo tennis, dottor Angelo Argentieri - dall'assemblea dei soci affinché tutti insieme contemperassimo le esigenze del sodalizio entro i limiti concessi dall'attuale situazione economico-finanziaria che risente della congiuntura economica nazionale del Paese che è decisamente più grave nel Sud Italia".

"In questo contesto di crisi in cui ci troviamo si è tutti convinti che occorre operare fattivamente affinché i soci possano beneficiare maggiormente e a titolo gratuito delle strutture di un'associazione come la nostra che prevede una quota mensile di contribuzione. Faremo in modo che tutti possano usufruire nel migliore dei modi dei diversi e variegati servizi che la struttura mette a disposizione".

"Da qui, quindi - prosegue il dottor Gianluca Alparone, tesoriere del Circolo - l'idea di differenziare le tariffe per l'utilizzo delle strutture e dei servizi con maggiore aggravio per chi da non socio le utilizza e ne beneficia. Considerato, poi, che l'età media dei soci del circolo è piuttosto elevata si è stabilito di favorire l'iscrizione di giovani soci che avranno la possibilità di pagare 30 euro mensili anziché 60 per il primo anno di frequentazione".

"Questo principalmente per centrare uno dei tanti obiettivi che ci siamo posti che è quello relativo al ringiovanimento e alla crescita della compagine. Attueremo tale politica di rilancio - conclude il tesoriere - introducendo nuove iniziative a carattere sociale, culturale ed enogastronomico in un contesto non solo sportivo, potendo contare su una club house più funzionale con un servizio bar ristorante aperto sette giorni su sette affidato ad un nuovo gestore. I progetti sono tanti, l'auspicio di tutti, consiglieri e soci è che il circolo tennis di Brindisi consolidi la sua capacità attrattiva e continui a essere fiore all'occhiello della città".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento