Cisco osso duro, "Ma i ragazzi vogliono vincere"

BRINDISI – Ventidue i giocatori convocati dall’allenatore Massimo Silva per la gara di domani con la Cisco Roma. I portieri Pinzan e Ferrante; i difensori Idda, Trinchera, Taurino, Pasqualini e Maulella; i centrocampisti Battisti, Fiore, Mortelliti, Montella, Piccinni, Minopoli, Alessandrì, Pizzolla, Carcione, Siclari; gli attaccanti Da Silva, Albadoro, Moscelli, Galetti e Baldassarre. Tutti in ritiro, subito dopo la rifinitura mattutina, iniziata alle 10 e terminata alle 11.

Massimo Silva

BRINDISI – Ventidue i giocatori convocati dall’allenatore Massimo Silva per la gara di domani con la Cisco Roma. I portieri Pinzan e Ferrante; i difensori Idda, Trinchera, Taurino, Pasqualini e Maulella; i centrocampisti Battisti, Fiore, Mortelliti, Montella, Piccinni, Minopoli, Alessandrì, Pizzolla, Carcione, Siclari; gli attaccanti Da Silva, Albadoro, Moscelli, Galetti e Baldassarre. Tutti in ritiro, subito dopo la rifinitura mattutina, iniziata alle 10 e terminata alle 11.

“E’ necessario per mantenere la concentrazione – commenta Silva -. Il ritiro pre-gara l’ho sempre fatto durante il campionato. A maggior ragione ora. Serve a stare insieme ed a concentrarsi sull’obiettivo. Comunque devo dire che i giocatori sono tutti in una condizione ottimale sia sul piano fisico sia sul piano mentale. Sono consapevoli di dover affrontare una battaglia molto dura ed intendono vincerla. Con l’aiuto nel nostro stupendo pubblico potremo farcela”.

La formazione, come sempre, è segreta. “Devo ancora limare alcune cose”, glissa Silva. Ma è evidente che l’ha già chiara nella sua mente. Certo, sarà un bel rebus dover scegliere tra i ventidue convocati. Sono tutti all’altezza della situazione. E’ chiaro che Silva si muoverà sulla base della tattica da adottare per bloccare l’avversario. Che, come abbiano già scritto nei giorni scorsi, è molto tecnico. Diventa quindi fondamentale bloccare il centrocampo, impedire a questo reparto di ragionare con lucidità.

Silva non si discosterà dal solito 4-3-3. In porta ci sarà Pinzan, sugli esterni della difesa Idda e Pasqualini, al centro Trinchera e Taurino. Sicuramente troveranno un posto in squadra Battisti, Fiore e Moscelli. Per il resto non è possibile fare ipotesi senza correre il rischio di sbagliare.

Pure sul fronte della Cisco c’è molta riservatezza. La squadra ha fatto la rifinitura questa mattina e poi in aereo ha raggiunto Brindisi. L’allenatore Giuseppe Incocciati non ha rilasciato alcuna dichiarazione. La società ha fatto sapere che la squadra si è allenata intensamente, preparando al meglio questa gara che ritiene di poter fare sua. Domenica scorsa la Cisco ha giocato l’amichevole con la Foglianese (Interregionale) vincendo 7-1. Mentre il Brindisi l’amichevole l’ha disputata sabato con la giovanile del Gallipoli (serie B) vincendo 13-2. E’ chiaro che questo non significa nulla. Sono partitelle servite solo a mantenere il ritmo nelle gambe. Quella di domani sarà tutt’altra cosa.

Sarà una partita che si giocherà anche sugli spalti. I biglietti venduti a Brindisi sono tanti. La mobilitazione della tifoseria organizzata ha portato risultati. Da Roma, invece, non dovrebbero arrivare più di una ventina di supporter. La Cisco gioca senza pubblico in casa, figuriamoci in trasferta. Al Flaminio, che è uno stadio da trentamila posti, non sono presenti mai più di un centinaio di sostenitori locali, comprese le autorità. Eppure i patron della squadra, puntualmente, ogni anno, spendono un sacco di soldi per allestire un team competitivo che possa conquistare la Prima divisione. Campionato che la Cisco ha lasciato nove anni fa e sinora non è più riuscita a riconquistare.

Quest’anno ha avuto una stagione eccellente. Ha perso un po’ di colpi all’inizio del girone di ritorno con l’innesto di giocatori acquistati per rinforzare la squadra. Da quel momento è venuta meno pure la difesa. Sino ad allora era stata quasi imperforabile. Con i nuovi arrivi, probabilmente a causa degli aggiustamenti che l’allenatore ha dovuto fare per dare spazio ai rinforzi, dietro si è perso qualcosa e il reparto è diventato quasi umano.

Anche il Brindisi ha fatto un buon campionato. La squadra allestita dalla famiglia Barretta aveva come obiettivo ambientarsi nel calcio professionistico (dopo cinque anni di dilettanti) e tentare di entrare nella griglia dei play off. Ha raggiunto entrambi gli obiettivi. Si è ambientata bene e ora partecipa, unica neo-promossa, agli spareggi per la promozione in Prima divisione.

Si parlava della gara che sarà disputata anche sugli spalti. I tifosi hanno organizzato scenografie e si sono dotati di centinaia di fischietti. Sarà un tifo caloroso e assordante. Con la speranza che non stordisca pure i calciatori del Football Brindisi 1912. La gara avrà inizio alle ore 16 e sarà diretta da Riccardo Colasanti della sezione Aia di Siena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla società biancazzurra fanno sapere che “la prevendita dei biglietti si esaurirà entro domani alle ore 12; e siccome si profila il tutto esaurito, si è deciso di aprire i cancelli dello stadio alle ore 14, e si consiglia, pertanto, al pubblico di arrivare al Fanuzzi in anticipo per non creare disordine all’ingresso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

Torna su
BrindisiReport è in caricamento