Città dello Sport, asse Brindisi-Regione

BRINDISI - Si è svolta stamani, a Palazzo Nervegna, la conferenza stampa convocata per annunciare, in maniera ufficiale, l’ottenimento – da parte della Città di Brindisi – del prestigioso riconoscimento di “Città Europea dello Sport 2014”, dopo la cerimonia di premiazione avvenuta lo scorso 7 novembre a Bruxelles presso la sede del Parlamento Europeo. All’incontro erano presenti il sindaco Mimmo Consales, l’assessore regionale allo Sport, Maria Campese, l’assessore comunale allo Sport Antonio Giunta, il dirigente del Settore Sport Gaetano Padula ed il presidente provinciale del Coni, Nicola Cainazzo.

Consales

BRINDISI - Si è svolta stamani, a Palazzo Nervegna, la conferenza stampa convocata per annunciare, in maniera ufficiale, l’ottenimento – da parte della Città di Brindisi – del prestigioso riconoscimento di “Città Europea dello Sport  2014”, dopo la cerimonia di premiazione avvenuta lo scorso 7 novembre a Bruxelles presso la sede del Parlamento Europeo. All’incontro erano presenti il sindaco Mimmo Consales, l’assessore regionale allo Sport, Maria Campese, l’assessore comunale allo Sport Antonio Giunta, il dirigente del Settore Sport Gaetano Padula ed il presidente provinciale del Coni, Nicola Cainazzo.

“La notizia del titolo ottenuto – ha affermato il sindaco Consales – era già stata ampiamente diffusa, ma convocare questo incontro ci è sembrato il giusto riconoscimento per chi ha lavorato, e tanto, per raggiungerlo. E mi riferisco all’assessore regionale Campese che ha creduto in Brindisi e l’ha segnalata, tra tutte le città pugliesi, per la candidatura; all’assessore Giunta che, con caparbietà ed entusiasmo, ha portato avanti questa iniziativa; al presidente del Coni Cainazzo che ha fornito un supporto determinante; all’ing. Padula che ha garantito il prezioso sostegno tecnico; ed un ringraziamento, infine, a tutte le società sportive che, d’ora in poi, mi auguro possano portare su un lembo della propria maglia il logo di ‘Brindisi Città Europea dello Sport’.

In quanto alla consistenza dei finanziamenti che ci verranno assegnati a seguito di questo riconoscimento, di qualunque entità essi siano, saranno chiaramente ben accetti. E’ evidente che ora bisogna lavorarci su per presentarci alla data dell’1\ gennaio 2014 con in cantiere progetti ed iniziative. Ma vi assicuro che se pure si fosse trattato di un semplice ‘titolo’ io ne sarei stato comunque orgoglioso e, come me, lo dovrebbero essere – e sono certo che lo siano - tutti i brindisini”.

L’assessore Campese ha affermato di essere “felice ed orgogliosa del riconoscimento, non tanto o non solo per il risultato, quanto per la grande sinergia tra enti che è stata dimostrata in questa occasione e che ha consentito di ottenerlo. Oltre ai finanziamenti rivenienti da questa opportunità, ci sono anche fondi regionali e, a breve, anche finanziamenti nazionali  a cui Brindisi, forte di questo titolo, potrà accedere e di cui potrà usufruire”.

Soddisfatto anche l’assessore Giunta che ha ricordato come, a Bruxelles, nel corso cerimonia svoltasi nella Sala “Spinelli” del Parlamento Europeo, il Comune di Brindisi ha inteso dedicare il titolo a Melissa Bassi ed a tutti gli studenti brindisini che hanno vissuto – direttamente o indirettamente – la tragica esperienza del 19 maggio scorso. “Questo riconoscimento – ha detto Giunta – non è la vittoria dell’amministrazione Consales, ma la vittoria della città e dello sport. Un punto di partenza e non certamente di arrivo. Ora siamo tenuti a sfruttare questo canale preferenziale per determinare la ‘rivoluzione sportiva e culturale’ a cui aspiriamo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Orgoglioso il presidente del Coni Cainazzo, il quale ha raccontato “l’emozionante cerimonia di premiazione avvenuta nella sede del Parlamento Europeo, alla presenza di tanti sindaci ed autorità internazionali. Il titolo è di tutta la città di Brindisi ed è per questo che continueremo a lavorare sodo per ottenere il massimo dei finanziamenti che ci saranno concessi”. (comunicato amministrazione comunale brindisi)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Spaventoso scontro fra due auto in Emilia: grave un giovane brindisino

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Quattro nuovi casi in Puglia, uno in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento