menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandro Pronat, vincitore nella 4.7, premiato da Alberto la Tegola, presidente VIII Zona Fiv

Alessandro Pronat, vincitore nella 4.7, premiato da Alberto la Tegola, presidente VIII Zona Fiv

Classe Laser, bene il CV Brindisi a Bari

BARI – Il Circolo della Vela Brindisi, con Alessandro Pronat nella classe Laser 4.7, ha evitato che il X Trofeo D’Alesio del Campionato zonale Laser, si concludesse con un en plein del Circolo della Vela Bari.

BARI - Il Circolo della Vela Brindisi, con Alessandro Pronat nella classe Laser 4.7, domenica 8 maggio ha evitato che il X Trofeo D'Alesio, valido per la settima e l'ottava prova del Campionato zonale Laser, si concludesse con un en plein del Circolo della Vela Bari, organizzatore della regata. Nella 4.7 anche il quarto posto è andato al CV Brindisi, con Gabriele Orlandini. Nella classe Laser Standard ha vinto Raffaele De Michele, CV Bari, con Marco Traverso secondo e il favorito Valerio Galati, entrambi della Lni Trani, terzo. Nella Standard i brindisini si sono aggiudicati il quinto posto con Andrea Palminteri, il settimo con Cosimo Gallone e il dodicesimo con Cosimo Chirico. Nella classe intermedia, l'affollata Radial, vittoria di Davide Cuppone del CV Bari, al quale è andato anche il Trofeo D'Alesio, seguito da Paolo D'Andria del CV Alto Ionio, e da Carlo Siciliani del Cv Bari. Per il Circolo della Vela Brindisi, undicesimo Gabriele Gazzaneo, tredicesima Maia Pia Argentieri e ventesimo Paolo Montinari. Secondo e terzo nella 4.7, Matteo D'Andria del CV Alto Ionio e Riccardo Borgo, Lni Monopoli.

In una Bari già presa dall'imminenza delle festività patronali, e con una temperatura già molto alta, il comitato di regata presieduto da Giacomo Infante non ha potuto dare l'ordine di mettere le barche in acqua se non poco prima delle 11 per assenza di vento. Ma una volta raggiunto il campo di regata a due miglia dal lungomare, la brezza si è affievolita e i Laser si sono radunati attorno alla barca comitato aspettando ordini per la partenza. La fatidica soglia minima dei 5 nodi di vento (in questo caso un maestrale in rotazione verso nord-nordest), è stata superata solo attorno alle 13 ed è terminata così una lunga attesa in cui i timonieri hanno cercato di idratarsi al meglio, usando bottiglie di minerale e integratori, e tanta crema solare. Finalmente è stata issata la bandiera della classe Standard, la prima a ricevere il via.

Chi ha detto che è più facile regatare con poco vento? Al rientro ai pontili del CV Bari, i concorrenti non apparivano affatto pimpanti, ma gli organizzatori avevano già preparato porzioni abbondanti di orecchiette per tutti e una vasta scelta di dolci e frutta. Saltata ad aprile la prova dello Zonale Laser di Brindisi (la terza in calendario dopo quelle di Taranto e Bisceglie) per condizioni meteo sfavorevoli, l'appuntamento per la flotta dell'VIII Zona Fiv e l'1 e 2 giugno a S. Cataldo, la spiaggia di Lecce. Quindi ancora Adriatico.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento