menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Happy Casa: contro Reggio Emilia una vittoria che rafforza la classifica

La squadra di coach Vitucci ha smentito i segni di una crisi da risultati ritornando saldamente in corsa per aggiudicarsi uno dei posti che danno diritto all’accesso alle Finale Eight. Decisiva la prossima partita contro De Longhi Treviso, in programma domenica al PalaPentassuglia

BRINDISI - Happy Casa Brindisi è tornata prepotentemente alla vittoria, dopo quattro sconfitte consecutive, contro Grissin Bonn Reggio Emilia (87-72) ed ha ripreso il suo ruolo fra le protagoniste del campionato, consolidando la posizione di classica e guardando con più fiducia all’evolversi delle prossime due partite che concludono il girone di andata di questa stagione agonistica. La squadra di coach Vitucci ha condotto la partita contro Reggio Emilia, sempre in vantaggio dando una autorevole spallata alle presunta crisi che aveva caratterizzato gli ultimi risultati di campionato e di Champions League. 

Dominique Sutton subito in campo

La prova di sicurezza nelle capacità della propria squadra è stata impressa da inizio gara con la decisione di coach Vitucci di schierare in quintetto base Dominique Sutton, giocatore di esperienza e di grande affidamento, ed alla ricerca della migliore condizione, il ritmo-gara che richiede il campionato. 

Un chiaro segnale che la squadra ha subito compreso giocando contro Reggio Emilia una partita di grande intensità, sostenuta anche dalla prestazione di Sutton (solo 4 punti realizzati ma 9 rimbalzi molto preziosi, 5 in attacco e 4 in difesa,) decisamente positiva se si considera che il giocatore è a Brindisi da pochi giorni ed ha potuto svolgere solo pochi allenamenti. Ma la squadra ha tenuto bene il campo con John Brown, sia pure ancora alla ricerca della migliore condizione fisica e di forma, quella che aveva segnato il suo scorso straordinario campionato, con Darius Thompson ed i suoi 11 punti all’attivo frutto di entrate “spacca difese” che dovrebbe utilizzare con maggiore frequenza.

Sutton contro Reggio Emilia-2

Capitan Banks ed il gruppo degli italiani

Questa volta il capitano è rimasto sotto “quota 20” punti. Banks ha realizzato solo 16 punti con 3/7 da 2 punti, 2/5 da 3 punti e confermato l’infallibilità nei tiri liberi con 4/4, ma ha catturato anche 7 rimbalzi e servito 3 assist e, soprattutto, si è sacrificato per gran parte della partita nella difficile difesa su Johnson –Odom, il cecchino di Reggio Emilia che ha mantenuto in corsa la sua squadra fino alla fine. Nell’attacco alla “zona” di Reggio Emilia coach Vitucci non ha esitato a mettere in campo tutti i giocatori della panchina, ottenendo risposte positive dal solito Zanelli (per 21 minuti) schierato spesso insieme da Gaspardo, Iannuzzi e Campogrande, ed hanno trovato spazio alla fine anche Ikangi, Guido e Cattapan.

Adrian Banks-10-5

Partita a scacchi Vitucci – Buscaglia e la mossa-Campogrande

Come in una partita a scacchi giocata dalle panchine: la prima mossa è toccata a coach Maurizio Buscaglia che, dopo aver subito una schiacciatona di Tyler Stone, da palla persa in contropiede, si è rifugiato in una marcatura “a zona” per evitare pericolosi crolli. Ha pensato bene di fare come lo scorso campionato che dopo 40 minuti di “zona” aveva esaurito avversari e pubblico ma era riuscito a portare via dal PalaPentassuglia una preziosa vittoria. 

Ma coach Vitucci, evidentemente preparato al prevedibile rimedio tattico studiato da coach Buscaglia, ha risposto da par suo con immediata soluzione, trovando in Luca Campogrande la mossa vincente che ha fatto saltare la zona di Reggio Emilia, bucata con 4 triple su 5 in appena 20 minuti di gioco. Luca Campogrande ha poi concluso la partita con 17 punti all’attivo, con 5/7 da 3 punti, 1/1 da 2 punti ed 1 assist, siglando la sua migliore prestazione da quando è nel roster di Happy Casa Brindisi.

Zanelli contro Reggio Emilia-2

Final Eight: a Pesaro arrivo al fotofinish 

Ora, dopo 15 giornate di campionato, corrono almeno in otto con destinazione Pesaro. Considerate al sicuro solo Virtus Bologna, Dinamo Sassari e Olimpia Milano, tutte le altre corrono in volata con probabile arrivo al foto-finish per i 5 posti che rimangono disponibili, che vanno dalla posizione di Brescia (18 punti), Brindisi, Cremona e Fortitudo Bologna (16 punti) fino a Roma, Cantù Varese e Venezia (14 punti). 

Vincendo contro Reggio Emilia la squadra di coach Vitucci è riuscita a restare positivamente in corsa per raggiungere il prestigioso obiettivo, ma dovrà necessariamente battere anche De Longhi Treviso nella prossima partita in programma al PalaPentassuglia, domenica prossima, 29 dicembre alle ore 19, ed aspettare i risultati dagli altri campi da cui potrebbe arrivare la certezza della partecipazione alle Final Eight. Altrimenti toccherà di tentare l’impresa di vincere a Cremona, nell’ultima partita del girone d’andata.

Gaspardo contro Reggio Emilia-2

Ed ora sotto con De Longhi Treviso

Happy Casa Brindisi aspetta adesso De Longhi Treviso per mettere al sicuro altri due punti preziosi e resta alla finestra per vedere cosa succederà sugli altri campi di basket dove saranno impegnate le dirette concorrenti alla corsa Final Eight. Intanto la squadra di coach Menetti sarà impegnata questa sera, 27 dicembre alle ore 20.30, al PalaVerde di Treviso contro la Dinamo Sassari nel posticipo di Serie A.

Un posticipo abbastanza inconsueto se solo si pensa che la squadra di Treviso avrà appena il tempo per salire in aereo ed arrivare a Brindisi, per scendere poi in campo al PalaPentassuglia, domenica prossima 29 dicembre alle ore 19. La particolarità di questa vigilia con l’impegno di Treviso a 48 ore dalla partita con Happy Casa, naturalmente, non inciderà sulla preparazione e sulla concentrazione necessaria agli uomini di coach Vitucci di affrontare un impegno da vincere ad ogni costo, e non presuppone di certo che la squadra di coach Menetti sarà disposta a recitare un ruolo da rinunciataria.
Gli arbitri designati.

La terna arbitrale della partita Happy Casa Brindisi-De Longhi Treviso sarà composta da Alessandro Martolini da Roma, Lorenzo Baldini da Firenze e Matteo Boninsegna da Milano.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento