rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

"Con la forma giusta arriveranno anche la qualità e il vero Brindisi"

ROMA – “Nulla da rimproverare ai miei giocatori. La squadra ha fatto di tutto, ha tentato in tutti i modi di fare qualcosa di importante. Purtroppo non ci siamo riusciti. La condizione fisica è precaria”. Massimo Rastelli, alla sua prima gara in veste di allenatore del Brindisi, deve incassare la sconfitta dal Pomezia. Non era una gara facile. Troppe assenze importanti: Taurino, Cejas, Moscelli. Ma ancora di più una condizione fisica dell’intera squadra da far venir meno il coraggio di chiunque. Non di Rastelli però.

ROMA - "Nulla da rimproverare ai miei giocatori. La squadra ha fatto di tutto, ha tentato in tutti i modi di fare qualcosa di importante. Purtroppo non ci siamo riusciti. La condizione fisica è precaria". Massimo Rastelli, alla sua prima gara in veste di allenatore del Brindisi, deve incassare la sconfitta dal Pomezia. Non era una gara facile. Troppe assenze importanti: Taurino, Cejas, Moscelli. Ma ancora di più una condizione fisica dell'intera squadra da far venir meno il coraggio di chiunque. Non di Rastelli però.

"Lo sapevo, lo sapevamo tutti - commenta Rastelli -. Sono in contatto giornaliero con la società. Stiamo lavorando per recuperare il tempo perduto. Io ci credo. Non avrei preso la guida della squadra se non ci credessi". Sul banco degli imputati, dopo la terza sconfitta consecutiva, finisce, dunque, la condizione fisica. Dice l'allenatore: "I ragazzi negli ultimi trenta metri fanno fatica a superare l'uomo, a creare superiorità e quindi facciamo fatica ad andare alla conclusione. Anche se nel primo tempo ritengo che il Brindisi fosse l'unica squadra ad andare in vantaggio con due o tre occasioni che abbiamo creato. E invece negli ultimi minuti del primo tempo su un rimpallo è nato il loro gol e per la gara si è trasformata in una salita molto molto irta".

E aggiunge "Abbiamo bisogno di qualità, c'è bisogno delle giocate giuste. Cose che non emergono se la condizione fisica non è al top. Faccio i complimenti ai ragazzi perché hanno dato tutto quello che era nelle loro possibilità, nelle loro risorse fisiche". Per Rastelli, quindi, unica responsabile di questa fase no del Brindisi è una condizione fisica assai precaria. "Ho trovato una condizione atletica molto a terra - ribadisce - e quindi non è facile raggiungere il top, anche dopo avere lavorato dieci giorni con una certa intensità. Ci vorrà tempo. Io sono molto fiducioso".

Gli assenti. "Superfluo dire - prosegue Rastelli - che le assenze di Taurino, Cejas e Moscelli hanno avuto un loro peso. Però, ripeto, penso che sarebbe cambiato ben poco perché è la condizione fisica generale della squadra, non del singolo giocatore. Questa squadra deve cambiare in tutto, sotto tutti i punti di vista. Dobbiamo lavorare, lavorare, lavorare. La cosa che mi interessa in questo momento è portare la squadra al top della condizione fisica. Dopo di questo, con il lavoro tattico e tecnico degli schemi, penso che si potrà vedere il vero Brindisi".

Ma quando? "C'è bisogna di pazienza, ma il vero Brindisi arriverà - dice senza esitazione Rastelli -. Io, torno a ripeterlo, sono soddisfatto perché ho visto i ragazzi con una mentalità diversa. E' cambiata la loro mentalità di affrontare le gare. Si sono posti in modo propositivo. Hanno dato tutto quello che potevano. Peccato per il risultato. Però per tante cose sono soddisfatto".

Ci saranno rinforzi? "Ho detto che bisogna migliorare in tutto. In questo inserisco anche il completamento della rosa in alcuni reparti in cui siamo sicuramente deficitari, vuoi per infortuni, vuoi per squalifiche, vuoi per caratteristiche diverse da quelle che possono piacere a me. Valuteremo col tempo e con calma. Però, come ho detto prima, a me in questo momento interessa che la squadra cresca sul piano fisico". Ha già un'idea di eventuali giocatori da inserire in rosa? "Assolutamente no - chiarisce Rastelli -. In questo momento ho la necessità di valutare la rosa che ho a disposizione. Ci vorrà del tempo. Poi valuteremo con la società".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Con la forma giusta arriveranno anche la qualità e il vero Brindisi"

BrindisiReport è in caricamento