Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Consegnato a Dino Furioso il premio "Angelo dello sport" 2014

E' andato a Dino Furioso, responsabile del dipartimento di Medicina dello Sport dell'Asl Br 1, nonché medico sociale del Città di Brindisi, il premio "Angelo dello Sport" per l'anno 2014, da parte del consiglio direttivo dell'associazione "Il senso della vita Brindisi Onlus". Nelle motivazioni è in particolare stato dato risalto alla grandissima professionalità

BRINDISI - E’ andato a Dino Furioso, responsabile del dipartimento di Medicina dello Sport dell’Asl Br 1, nonché medico sociale del Città di Brindisi, il premio "Angelo dello Sport" per l'anno 2014, da parte del consiglio direttivo dell’associazione "Il senso della vita  Brindisi Onlus". Nelle motivazioni  è in particolare stato dato risalto alla grandissima professionalità ed alla straordinaria umanità dimostrata nei confronti degli atleti diversamente abili.

La premiazione è avvenuta nel corso di una serata di gala organizzata per l'occasione presso il Circolo Sottufficiali della Marinastanav di Brindisi, angelo 2014 2-2messo a disposizione dalla Maricircoli Nazionale e dal consiglio direttivo del Circolo di Bridisi, alla presenza , tra gli altri, del presidente del comitato olimpico provinciale, Nicola Cainazzo, cui sono giunti in  particolare i ringraziamenti e  la incondizionata stima da parte di tutti i dirigenti, tecnici ed atleti de  "Il senso della vita" , “per la costante  e preziosa vicinanza  - si legge in un comunicato degli organizzatori - agli atleti diversamente abili, motivo per il quale in tutto il territorio è in costante progresso sportivo e sociale la promozione dello sport anche per i giovani meno fortunati”.

In conclusione, il presidente dell’associazione, Pagano, ha dato appuntamento al prossimo anno per la edizione 2015 dell' Angelo dello Sport" , augurando a tutti gli intervenuti un meraviglioso 2015 di armonia nello sport.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consegnato a Dino Furioso il premio "Angelo dello sport" 2014

BrindisiReport è in caricamento