Domenica, 1 Agosto 2021
Sport

Palaeventi: progetto definitivo consegnato, ora la conferenza dei servizi

L'Ati capeggiata dalla New Basket ha inviato la documentazione al Comune di Brindisi: ora dovranno esprimersi gli enti preposti

BRINDISI – Un ulteriore passo verso il palaeventi. Nella giornata di ieri (martedì 29 giugno) l’Ati “New Arena”, abbondantemente entro il termine di 120 giorni previsto dalla convenzione, ha consegnato il progetto definitivo al Comune di Brindisi, che adesso avrà sette giorni di tempo per convocare la conferenza dei servizi. Questa dovrà a sua volta chiudere la pratica nei successivi 120 giorni. Dopo di che, in caso di via libera, si potrà finalmente porre la prima pietra di un impianto unico nel Sud Italia.

Se verrà rispettato il cronoprogramma annunciato lo scorso 21 maggio, quando il sindaco Riccardo Rossi e il presidente della New Basket Brindisi, Fernando Marino, firmarono la convenzione, il cantiere dovrebbe partire entro la fine dell’anno. L’opera sorgerà in contrada Masseriola, nei pressi del PalaPentassuglia. Si tratta di un palazzetto da circa 7mila spettatori che ospiterà le partite della New Basket Brindisi, oltre a eventi sportivi internazionali (a partire dai Giochi del Mediterraneo in programma nel 2026 a Taranto), concerti e congressi. Non un semplice palasport, dunque, ma una struttura polifunzionale in cui è prevista la realizzazione di una palestra, di un centro di riabilitazione (per sportivi e semplici cittadini in fase di recupero da un infortunio), bar e area ristoro. (In basso, l'assessore Pinto, il sindaco Rossi, il presidente Marino, Tullio Marino e l'avvocato Durano dopo la firma della convenzione)

Convenzione New Arena-2

La speranza dei tifosi è che la burocrazia non riservi ulteriori sorprese, dopo aver già complicato il lungo cammino iniziato nell’estate 2019, quando Riccardo Rossi e il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, firmarono il protocollo fra amministrazione comunale e Regione, che finanzierà il progetto insieme al Credito sportivo, all’Ati e al Comune di Brindisi (limitatamente all’esproprio dei terreni e alle opere di urbanizzazione), per un costo complessivo pari a circa 15 milioni di euro. Capeggiato dalla New Basket Brindisi, il team di imprese che costruirà il palaeventi è costituito dalla New House di Antonio Benarrivo, dalla società Vienna, dalla B.G. Costruzioni, dalla ditta Bagnato Luigi, dalla ditta Petito Prefabbricati e dalla Edil Gamma.

L’Ati è seguita da un punto di vista manageriale da Tullio Marino, general manager della New Basket Brindisi, e sotto il profilo legale dall’avvocato Giuseppe Durano. Il progetto definitivo è stato adeguato per poter avere i pareri favorevoli da parte egli enti competenti (dai vigili del fuoco all’Asl, passando per l’Autorità di bacino) che faranno parte della conferenza dei servizi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palaeventi: progetto definitivo consegnato, ora la conferenza dei servizi

BrindisiReport è in caricamento