menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Enel stecca a Caserta, playoff più lontani. Marino: "Stiamo buttando una stagione"

Brutta prestazione dei biancazzurri. Partita in equilibrio fino all'ultimo quarto, quando i padroni di casa hanno piazzato l'allungo. A due giornate dalla fine del campionato, l'Enel si ritrova al nono posto. Vincere le prossime due gare potrebbe non bastare

BRINDISI - L'Enel Brindisi oggi aveva il dovere di espugnare Caserta, ma gli uomini di coach Sacchetti non hanno messo in campo la dovuta determinazione, riportando una sconfitta (86-82) che complica nuovamente la corsa verso la zona playoff. L'approccio alla gara dei biancazzurri è stato molle. L'Enel, al cospetto di una squadra già matematicamente salva, che non aveva più nulla da chiedere al campionato, non è mai riuscita a imporre il proprio gioco. La partita è rimasta in bilico per i primi tre quarti. Nell'ultimo periodo, i padroni di casa hanno piazzato l'allungo decisivo.

Intervistato a caldo da Antonio Celeste al termine della partita, il presidente Nando Marino, in diretta su Antenna Sud e in live streaming su Canale 85, ha manifestato fortissimo disappunto per la prestazione dei suoi. "Stiamo buttando a mare una stagione - dichiara Marino - per inconsistenza mentale. Sono rammaricato. Tanti sacrifici, tanti soldi, tanta passione per stare dietro a un progetto per il quale ci segue una città intera, per poi fare partite di questo tipo con un approccio mentale da partita di allenamento. Voglio capire la genesi  di questo problema". 

La partita. L’infortunato Scott non va neanche in panchina. Stesso discorso vale per il neo arrivato in casa Pasta Reggia, Cinciarini. Sul referto dell’Enel si rivede il nome di Mesicek. Nello starting five dell’Enel vengono schierati Samuels, lo stesso Mesicek, Moore, M’Baye e Joseph. Caserta risponde con Diawara, Putney, Gaddefors, Giuri e Watt.

Caserta-Enel Brindisi, Samuels-2

Il primo quarto è all’insegna dell’equilibrio. Brindisi trova la via del canestro con rapidi ribaltamenti di fronte finalizzati perlopiù da Moore, micidiale dalla lunga distanza, M’baye e Joseph. Caserta non regala nulla ai biancazzurri. Nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento nei primi minuti, che si chiudono sul 28-26.

Mesicek-2

In avvio secondo quarto l’inerzia del match pende leggermente dalla parte dei campani, che si ritagliano un vantaggio massimo di cinque punti. Ma grazie a due triple di Mooree a un sotto mano di Mesicek, Brindisi effettua il sorpasso (39-40 al 16’). La gara è vivace. Le squadre si affrontano a viso aperto. Si va all’intervallo lungo con gli ospiti in vantaggio di appena tre punti (43-46).

Anche nel terzo quarto la partita resta sui binari dell’equilibrio. Fra le file di Caserta sono Watt, Berisha e Putney i più intraprendenti. Le azioni della Pasta Reggia partono quasi tutte dalle mani del brindisino Marco Giuri. Brindisi si affida soprattutto alla mano calda di Moore. Sotto i tabelloni, Samuels, in ripresa rispetto alle ultime prestazioni, si fa sentire. M’Baye, invece, mette in mostra solo a tratti i suoi colpi di classe. Alla fine del periodo, Brindisi è avanti di due punti (61-63). 

L'Enel, però, non riesce a far sua la partita. Caserta approfitta dell'incertezze dell'Enel e torna davanti all'inizio dell'ultimo quarto. Al 35' il brindisino piazza addirittura la tripla del più cinque (77-72). E' questo il momento di maggior sofferenza dei biancazzurri, che non riescono a trovare adeguate soluzioni offensive e faticano in difesa. A 14 secondi dalla fine, Caserta è avanti di tre (84-81). Goss va sulla lunetta, realizzando solo il secondo tiro libero. Sul ribaltamento i fronte, invece, Watt fa due su due, mettendo il sigillo sulla vittoria della Pasta Reggia. 

Alla luce della vittoria conquistata da Pistoia, l'Enel si ritrova ora al nono posto, a due lunghezze dalla stessa Pistoia e da Capo D'Orlando, prossima avversaria dei biancazzurri, domenica prossima, al PalaPentassuglia, in un match valevole per la penultima giornata del campionato. All'ultima giornata, poi, l'Enel è attesa da una dirissima trasferta in quel di Venezia. Inutile rimarcare che Brindisi dovrà vincere entrambe le partite. Ma potrebbe non bastare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento