rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

Derby col Nardò: misure di sicurezza

BRINDISI - L'appello di ieri del presidente Roberto Quarta ai tifosi del Città di Brindisi aveva un fondamento preciso, oltre ad un valore generale riguardo i comportamenti sugli spalti. La questura di Brindisi considerà l'incontro casalingo tra la squadra di casa ed il Nardò una partita sensibile dal punto di vista dell'ordine pubblico, e attraverso la Digos sono state assunte misure che potrebbero avere qualche riflesso, in una determinata fascia oraria, sulla mobilità nel quartiere Casale.

BRINDISI - L'appello di ieri del presidente Roberto Quarta ai tifosi del Città di Brindisi aveva un fondamento preciso, oltre ad un valore generale riguardo i comportamenti sugli spalti. La questura di Brindisi considerà l'incontro casalingo tra la squadra di casa ed il Nardò una partita sensibile dal punto di vista dell'ordine pubblico, e attraverso la Digos sono state assunte misure che potrebbero avere qualche riflesso, in una determinata fascia oraria, sulla mobilità nel quartiere Casale.

"Per l'avvenimento sportivo si prevede una notevole affluenza anche della tifoseria ospite. Per tali ragioni in data 27 ottobre, presso la Questura di Brindisi si è tenuto il tavolo tecnico di coordinamento presieduto dal vicario del Questore ed a cui hanno partecipato i rappresentanti dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale. Al tavolo - informa una nota della Digos - hanno, altresì, partecipato i presidenti delle squadre di calcio del Brindisi e del Nardò con i loro delegati, i responsabili della sicurezza dell'impianto sportivo e i gestori della manutenzione dell'impianto sportivo".

Durante la riunione si è deciso "di adottare scrupolose ed oculate misure di prevenzione al fine di garantire il tranquillo ed ordinato svolgimento dell'incontro sportivo. E' stato deciso di delimitare un'area di sicurezza intorno allo stadio - spiega ancora la nota della questura - per consentire agli steward le attività di pre - filtraggio e filtraggio e che sarà interdetta alla sosta e al traffico veicolare dalle ore 13 circa e sino a cessate esigenze".

"Al riguardo - e veniamo alle misure di sicurezza -, al fine di isolare l'area esterna dedicata al flusso e deflusso della tifoseria ospite e locale, a cura del Comune di Brindisi sarà predisposto: il divieto di sosta e transito per ogni tipo di autoveicolo per l'intera area viaria con riferimento a via Santa Maria del Casale - via Benedetto Brin ; l'apposizione segnaletica mobile di divieto con presenza di un carro attrezzi; verranno, altresì, predisposti transennamenti lungo il quale saranno pianificati adeguati servizi di vigilanza per una prima verifica del possesso da parte del pubblico di regolare titolo di accesso allo stadio nonché per indirizzare lo spettatore al varco di accesso al settore".

Le operazioni di pre - filtraggio e filtraggio avranno lo scopo - spiega ancora il comunicato - di effettuare controlli al fine di evitare l'introduzione di oggetti, strumenti e materiali illeciti, proibiti, atti ad offendere o comunque, pericolosi per la pubblica incolumità; verificare l'introduzione di bandiere, striscioni e qualsiasi altro materiale coreografico, vietandone l'introduzione se non preventivamente autorizzati o se dall'evidente contenuto violento, ingiurioso o comunque, vietato dalle vigenti normative ( espressioni di razzismo di antisemitismo, di vilipendio ecc. ); accogliere e indirizzare gli spettatori verso il varco di ingresso attraverso il quale si accede all'area di massima sicurezza e quindi agli spalti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby col Nardò: misure di sicurezza

BrindisiReport è in caricamento