Diabete mellito di tipo 1: Monica Priore docente della Federazione italiana nuoto

Paura, informazione, diritto: questi sono i valori sui quali Priore spingerà in questo suo nuovo percorso, che ambisce a seminare un sentimento di sicurezza negli operatori sportivi

BRINDISI - Da campionessa a docente. E' il nuovo 'salto' di Monica Priore, la nuotatrice mesagnese da anni impegnata nella sensibilizzazione sul diabete mellito di tipo 1, cosiddetto infantile, da cui lei stessa è affetta, che lo scorso 22 novembre, giornata mondiale del diabete,  è stata testimonial di una iniziativa dedicata in Senato. La nuova avventura - tra le precedenti, l'attraversata del Golfo di Messina e dello Stretto di Napoli - partirà da Brescia (Hotel Ambasciatori), dove sarà docente nella tre giorni di formazione della Fin (Federazione italiana nuoto), diretta da Roberto Del Bianco, che di fatto ha accolto il suo appello: fare in modo che il personale presente nelle piscine italiane sia preparato ad intervenire, in caso di presenza di un utente affetto, per risolvere eventuali criticitá (crisi ipoglicemiche) causate dalla malattia. Paura, informazione, diritto: questi sono i valori sui quali Priore spingerà in questo suo nuovo percorso, che ambisce a seminare un sentimento di sicurezza negli operatori sportivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«E' del tutto evidente che conoscere la 'materia' aiuta a gestire eventuali situazioni di emergenza. Ma anche a non individuarle laddove non vi sono. Il timore non deve mai essere paralizzante, va governato, gestito. E questo vale per chi allena e per chi si allena». Un passo importante, secondo Priore, quello compiuto dalla Fin, che dimostra «attenzione per un tema che esiste, rispetto al quale non ci si può voltare dall'altra parte». Gli effetti, secondo Priore, saranno importanti anche a livello famigliare: «Un genitore saprà che il proprio figlio potrà praticare uno sport che gli piace in sicurezza». Dopo Brescia, dal 30 gennaio al 2 febbraio, Priore sarà a Rimini. Due sono i filoni in cui è stata coinvolta: formazione dei direttori sportivi e dei coordinatori scuola nuoto. Priore, «orgogliosa per l'opportunità che mi è stata data e di cui sento tutta la responsabilità», tiene a ringraziare il Presidente Fin, Paolo Barelli e il responsabile della commissione medico-scientifica, Marco Bonifazi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Un contributo a fondo perduto fino a 40mila euro per gli artigiani

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Altri 16 alunni positivi nel Brindisino: chiusa una scuola media

  • Migrante investito da un neopatentato: tragedia sulla provinciale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento