Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Disastro Enel, sbaragliata a Trento. Dalla debacle si salvano solo Turner e Pullen

L'Enel Basket torna dalla trasferta di Trento con un'altra sconfitta sul groppone: 95-83. Sconfitta pesante, se non nel risultato finale, sicuramente nel modo in cui è maturata, con i brindisini mai in vantaggio e quasi mai in partita

TRENTO - L'Enel Basket torna dalla trasferta di Trento con un'altra sconfitta sul groppone: 95-83. Sconfitta pesante, se non nel risultato finale, sicuramente nel modo in cui è maturata, con i brindisini mai in vantaggio e quasi mai in partita. Sconfitta che spegne gli entusiasmi del dopo Sassari e fornisce alla Dolomiti l'opportunità di raggiungere l'Enel al quinto posto, perché dopo la pausa per le Final Eight i ragazzi di Buscaglia sono attesi da un impegno casalingo abbastanza facile, contro Varese, mentre Brindisi andrà a far visita a Venezia, e dal PalaTaliercio è difficile uscire con i due punti.

Ancora una volta decide un pessimo avvio di James e compagni. In campo si salvano solo in due: Turner e Pullen, autori di 48 degli 83 punti della squadra. Un'altra serata disastrosa per il settore lunghi e per Denmon. Primo tempo da dimenticare per l'Enel, che imbarca 55 punti, lasciando fare a Mitchell e Pascolo tutto ciò che vogliono: penetrazioni, tiri da tre, schiacciate spettacolari. Brindisi è inesistente, i suoi lunghi sembrano rimasti in Kazakistan e La Dolomiti sembra la Reggio Emilia vista al Pala Pentassuglia, una squadra magnifica che non sbaglia mai.

L'unico a salvarsi per l'Enel è Turner, che entra dalla panchina e infila 9 punti che tengono a galla gli ospiti. Due dati statistici la dicono lunga sull'inizio disastroso dei ragazzi di Bucchi: 1 solo assist contro i 13 dei padroni di casa, e nel primo periodo solo 4 punti dagli uomini del quintetto. Bucchi prova sia la zona che la uomo, ma i risultati sono pessimi in entrambi i casi: all'intervallo Mitchell ha già realizzato 18 punti (contro una media partita di 21,4).

Al rientro dagli spogliatoi l'Enel illude i suoi tifosi e finalmente dà qualche segno di vita. La reazione è affidata ancora a Turner e Pullen, che mette dentro 4 triple su 5 tentativi. Dal -25 si passa al -12, grazie ad un parziale di 18-30 alla fine del terzo periodo, ma nell'ultima frazione Trento ritorna a controllare la partita anche con una certa facilità. Brindisi non fa canestro per quasi cinque minuti, e per la Dolomiti è fin troppo facile
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disastro Enel, sbaragliata a Trento. Dalla debacle si salvano solo Turner e Pullen

BrindisiReport è in caricamento