rotate-mobile
Sport

Dopo i passi falsi, l'Assi cerca 2 punti

OSTUNI - Per quanto l’obiettivo sia quello della salvezza e le ultime due squadre incontrate , invece, siano stata costruite per provare a fare il salto di categoria, le “bastonate" prese dall’Assi con quella differenza esagerata ( trenta punti ) , in casa ostunese non sono state digerite molto bene. Sul campo di Barcellona , perdere ci poteva anche stare , ma il fatto di subire senza reagire , specialmente a Marcelletti , allenatore che da sempre predica la mentalità del sacrificio e della forza difensiva , la prova della sua squadra non è piaciuta per niente. E conoscendolo bene negli allenamenti della settimana , da questo punto di vista , non avrà dato tregua ai suoi giocatori.

OSTUNI - Per quanto l'obiettivo sia quello della salvezza e le ultime due squadre incontrate , invece, siano stata costruite per provare a fare il salto di categoria, le "bastonate" prese dall'Assi con quella differenza esagerata ( trenta punti ) , in casa ostunese non sono state digerite molto bene. Sul campo di Barcellona , perdere ci poteva anche stare , ma il fatto di subire senza reagire , specialmente a Marcelletti , allenatore che da sempre predica la mentalità del sacrificio e della forza difensiva , la prova della sua squadra non è piaciuta per niente. E conoscendolo bene negli allenamenti della settimana , da questo punto di vista , non avrà dato tregua ai suoi giocatori.

Anche perché domenica , al PalaPentassuglia , arrivando Scafati , altra compagine di tutto rispetto e con un gruppo di giocatori di buonissimo livello , la concentrazione dovrà essere al massimo delle proprie capacità. " Scafati è una squadra di vecchi marpioni - esordisce capitan Rinaldi -, Radulovic , Marigney , Levin , sono giocatori di grande esperienza e che conoscono molto bene il nostro campionato. Li abbiamo già incontrati in precampionato e sappiamo bene che il nostro obiettivo per limitarli è quello di fermare le fiammate di Marigney , cercare di bloccare le loro transizioni accoppiandosi subito in difesa e non subire i loro tiratori da tre punti: su tutti Radulovic e Casini".

Ma la cosa fondamentale è l'aspetto caratteriale: "Veroli e Barcellona - continua Tommy Rinaldi - , ci hanno fatto capire ancora di più che non siamo una squadra che può abbassare il livello di attenzione, specialmente quello difensivo. Però abbiamo dalla nostra la vivacità, l'entusiasmo della giovane età e la compattezza del gruppo, cose che ci devono portare a lavorare con maggior energia e costanza all'interno del campo per riuscire a reagire nei momenti in cui le cose non vanno nel verso giusto. E' stata una settimana di buoni allenamenti, molto intensi, in cui abbiamo cercato di inserire al meglio il nuovo arrivato Luca Berti. Domenica sicuramente sarà una battaglia, ma siamo pronti a lottare per portare a casa due punti molto importanti e per non deludere il nostro pubblico."

Per Scafati solo due punti in trasferta, sul campo del fanalino di coda Sant'Antimo, ma nello scorso fine settimana, una bella vittoria in casa contro Verona. Punta di diamante della squadra Paul Lester Marigney, guardia dalle grandi doti atletiche e primo realizzatore per coach Griccioli che nel quintetto schiera anche: Levin , Radulovic, Casini ed il centro Thomas. Non si sa se sarà della partita l'esperto Ghiacci, reduce da un infortunio, ma sicuramente un buon apporto lo daranno Gueye, Rossignoli e Sorrentino. Ma nomi ed esperienza a parte, l'Assi non può permettersi un altro passo falso fra le mura amiche e d'avanti al proprio pubblico. L'incontro si disputerà nel PalaPentassuglia di Brindisi ed avrà inizio alle 18.15.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo i passi falsi, l'Assi cerca 2 punti

BrindisiReport è in caricamento