rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Sport

Due sconfitte e un pareggio: week end da dimenticare per la Cedas

Termina in parità l’atteso scontro diretto del campionato regionale Allievi tra le due capolista Cedas Avio Brindisi e SS Annunziata Mesagne che si affrontano a viso aperto ed alla fine si dividono la posta in palio. Sconfitta interna invece per i Giovanissimi Cedas che non trovano il giusto approccio alla gara e cedono i tre punti al Calimera. 

Termina in parità l’atteso scontro diretto del campionato regionale Allievi tra le due capolista Cedas Avio Brindisi e SS Annunziata Mesagne che si affrontano a viso aperto ed alla fine si dividono la posta in palio. Sconfitta interna invece per i Giovanissimi Cedas che non trovano il giusto approccio alla gara e cedono i tre punti al Calimera. 

Seconda Categoria

LATIANO – CEDAS 5 – 0 
Latiano: Sergi, Pagliani (De Robertis), D’Amone, Di Potenza, Giardino, D’Angelo, Di Palmo (Caliolo), Carteni, Errico (Colafati), Valente (D’Errico), Vecchio (Tauro). A disp.: Caforio, Saidy. All.: Frusi 
Cedas: Cocozza, Quaranta, Manisco, Montinaro (Mevoli), Ligorio, Mangione, Lopez, Volgo, Pagliara, Suti (Mussa), Maggio (Palma). A disp.: Rizzello, Stefano. All.: Marangio 
Marcatori: 18’ D’Angelo, 20’ Di Palmo, 26’ Valente, 32’ Montinaro (aut), 65’ Errico 

Sconfitta pesante per la prima squadra Cedas Avio Brindisi con un passivo certamente oltre modo duro per la formazione brindisina che non riesce a sfruttare le occasioni create. Nonostante un buon avvio del Latiano ad avere la possibilità di passare in vantaggio è la Cedas con Suti che solo davanti a Sergi tenta un pallonetto che l’estremo difensore avversario blocca la sfera facendo ripartire la manovra locale che poco dopo sblocca il risultato con D’Angelo. Due minuti dopo il raddoppio latianese con Di Palmo con un gol fantasma concesso dal direttore di gara con la sfera che colpisce la traversa cadendo sulla linea di porta con il direttore di gara che concede la rete.

La rosa della prima squadra Cedas-3

La Cedas prova una reazione ma la traversa nega la gioia del gol a Pagliara pareggiando i conti dei legni subiti. Al 26’ la terza rete locale con Valente. Momento no per la squadra brindisina che poco dopo la mezzora trova anche la quarta marcatura con una sfortunata deviazione nella propria rete di Montinaro che beffa Cocozza. Nella ripresa la Cedas cerca di riaprire le sorti dell’incontro con un nuovo legno colpito da Lopez a portiere battuto. Ci prova anche Pagliara che manda la sfera di poco sul fondo. A trovare la quinta marcatura è Errico servito da Pagliani. Poco da segnalare prima del triplice fischio che pone fine alla gara.

Allievi

SS ANNUNZIATA MESAGNE – CEDAS 1 – 1 
Ann. Mesagne: Stanisci, Rubino L., Lamendola (Di Castri), Baldari, Carriero, Maizza, Falcone (Sportillo), Forte (Rubino P.), Greco M. (Sisto), Resta, Lombardo (Greco D.). A disp.: De Michele, Scialpi. All.: Buffo
Cedas: Panarese, Manisco, Venera, Giudice, Lepera, Perrino (Cazzorla), Turco (Valenti), Piscopiello, Zito (Simeone), Corvetto, Martines (Verardi). A disp.: Ferì, Soumahoro. All.: Piscopiello 
Marcatori: 21’st Zito, 27’st Baldari 

Un vero scontro al vertice tra Annunziata Mesagne e Cedas Avio Brindisi che danno vita ad una bella gara che non delude le aspettative. Subito pericolosa la formazione brindisina dopo solo un minuto con Piscopiello che mette al centro un preciso cross per la testa di Turco che manda la sfera di poco alta sulla traversa. Al decimo buon inserimento di Manisco dalla destra che serve Corvetto con il tiro respinto sotto misura da un difensore avversario. Al 15’ occasione per la squadra di casa con Lombardo che trova l’inserimento giusto, ma il suo tocco in anticipo su Panarese termina sul fondo. La Cedas però insiste prima con doppio tentativo di Giudice sugli sviluppi di una punizione calciata da Corvetto e poco dopo con una girata di Turco che termina di poco sul fondo. Nella ripresa è l’Annunziata Mesagne ad approcciare meglio alla gara cercando subito il gol prima con Maizza che trova Panarese attento alla deviazione e poi con Greco al 7’ che trova il palo a negargli la gioia del gol. Al 21’ è la Cedas a passare in vantaggio con Zito che devia un preciso cross di Corvetto su punizione dalla trequarti. La risposta della squadra mesagnese arriva sei minuti più tardi con una punizione di Maizza respinta corta da Panarese che trova Baldari pronto alla ribattuta in rete sotto misura. Il risultato non cambia e le due formazioni si divino la posta in palio. 


Giovanissimi

CEDAS – CALIMERA 1 – 3 
Cedas: Marchionna (Pisani), Narducci (Masili), Cantoro, Di Stradis (Greco), Daccico (Perrucci), Montinaro, Altavilla, Corsa (Ricchiuti), Brina (Petracca), Del Zotti, Lacirignola (Perrino). All.: Corvetto
Calimera: Corvino, Di Benedetto, Giannuzzi (Montinaro F.), Gemma, Bolognese, Cretì, Montinaro R., Tommasi (Aprile), Bray (Elia), Pellé, Maniglio. A disp.: Colica. All.: Schito 
Marcatori: 5’pt Pellé, 22’pt Maniglio, 16’st Montinaro R., 32’st Del Zotti 

Sconfitta interna per i Giovanissimi della Cedas Avio Brindisi che cedono per tre a uno ai pari età del Calimera. A condizionare la gara il gol a freddo dopo soli cinque minuti con Maniglio che si inserisce in area e prova un diagonale respinto da Marchionna che trova Pellè arrivare per primo sulla ribattuta e depositare la palla in rete. Un minuto dopo prova la reazione la Cedas con Altavilla che prova il tiro dalla distanza parato da Corvino. All’undicesimo è ancora Maniglio a cercare la via del gol ma trova pronto il numero uno di casa alla deviazione. Al 16’ a cercare il tiro nello specchio della porta avversaria è Del Zotti senza dare la giusta forza alla sfera. Al 22’ il Calimera raddoppia con Maniglio che trova la deviazione vincente in mischia.

L’unica reazione Cedas nel primo tempo è un colpo di testa di Del Zotti parato da Corvino. Nella ripresa subito pericolosi i padroni di casa con il neo entrato Masili che entra in area e trova la deviazione in uscita nell’estremo difensore avversario. Al 7’ Del Zotti serve Lacirignola che non riesce a dare forza alla sfera. Al 16’ ancora Calimera in rete con Maniglio che calcia dalla sinistra colpendo la traversa che trova Roberto Montinaro all’appoggio in rete. A rendere meno amaro il punteggio finale Del Zotti su punizione. Ci prova anche Marco Montinaro su calcio piazzato poco dopo che non inquadra lo specchio della porta brindisina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due sconfitte e un pareggio: week end da dimenticare per la Cedas

BrindisiReport è in caricamento