Emiliano: “A Brindisi un nuovo palazzetto con l’aiuto della Regione ”

Il governatore annuncia una convenzione fra la Regione Puglia e il Comune di Brindisi. I due enti copriranno circa il 50 per cento dei costi. La parte restante ripartita fra credito sportivo e investitori privati

BRINDISI – Michele Emiliano è uscito allo scoperto. Il presidente della Regione Puglia ha annunciato l’esistenza di un progetto per realizzare a Brindisi un nuovo palazzetto dello sport. Lo ha fatto in un post pubblicato ieri (sabato 11 maggio) sul suo profilo Facebook, tramite il quale, nel congratularsi con l’Us Lecce per la promozione in Serie A, parla della creazione “con Puglia sviluppo ed insieme al Credito sportivo di un prodotto finanziario che, esattamente con un normale Pia, incentiva e finanzia il rifacimento degli impianti sportivi”. 

Il post

“Nei giorni scorsi – scrive il governatore – si sono svolti diversi incontri tra il mio Gabinetto, Puglia sviluppo, il Credito sportivo e Michele Emiliano all'Alberghiero-2rappresentanti dell’Unione sportiva Lecce per mettere a punto un progetto che consenta alla città di Lecce di avere a disposizione lo stadio che merita. Analogamente – prosegue – abbiamo fatto con la città di Brindisi per dotare la squadra di basket di un nuovo palazzetto dello sport degno della tradizione della pallacanestro brindisina”.

Lo schema di convenzione

Emiliano, da quanto appreso, fa riferimento a uno schema di convenzione che a breve dovrebbe andare in porto. Sulla base di questo accordo, la Regione e il Comune di Brindisi sosterrebbero circa il 50 per cento del costo complessivo dell'opera. La fetta più cospicua verrebbe stanziata dalla Regione, mentre il Comune farebbe fronte agli espropri dei terreni e alle opere di urbanizzazione. Il restante 50 per cento verrebbe coperto in buona parte dal Credito sportivo. La fetta residua del finanziamento sarebbe a carico dei privati. 

La convenzione verrà attuata tramite un bando che darà al privato la possibilità di presentare un progetto. Allo stesso sarà garantita la gestione ultradecennale dell’impianto, con l’obbligo di metterlo a disposizione dell’amministrazione comunale per un determinato numero di giorni.

I costi dell’operazione sono ovviamente legati alle dimensioni del palazzetto. Il vecchio PalaPentassuglia, come noto, ha una capienza pari a circa 3500 spettatori. La norma federale che imponeva alle società di A1 di dotarsi di un impianto di almeno 5mila spettatori per potersi scrivere ai prossimi campionati è da tempo tramontata. Ma pare evidente che non ci si potrà discostare di molto da questa cifra.Per quanto riguarda la sede del nuovo impianto, vi sono pochi dubbi. La scelta, ormai da tempo, è ricaduta sui terreni di contrada Masseriola attigui al PalaPentassuglia, che nelle intenzioni dell’amministrazione comunale continuerà a servire lo sport locale.

L'ipotesi ampliamento

Ma in tutto questo non bisogna dimenticare che c’è ancora una seconda opzione sul tavolo. Nell’ambito del piano di opere triennali 2019/2021 il Comune di Brindisi ha infatti stanziato una somma pari a quattro milioni per l’ampliamento del PalaPentassuglia. Si tratta di un’ipotesi che non ha mai convinto del tutto e che sembra destinata a naufragare, se si considera che la convenzione con la Regione Puglia comporterebbe per l’amministrazione comunale un esborso di gran lunga inferiore ai quattro milioni di euro.

Rossi: "Non solo basket"

RICCARDO ROSSI-17Il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, rimarcha che l'impianto ospiterà "non solo le partite del basket, ma anche concerti ed eventi importanti. Abbiamo lavorato con la Regione ed il presidente Michele Emiliano, che ringrazio, per dotare la città di questo importante impianto”, dichiara il sindaco Riccardo Rossi". 

“Lo strumento costruito per il progetto  - prosegue il sindaco - prevede l'intervento dell'agenzia regionale Puglia Sviluppo e del credito sportivo che metteranno a disposizione della società che vorrà realizzarlo circa il 90% delle risorse necessarie; la metà a fondo perduto e il resto con un mutuo.  L'amministrazione comunale metterà a disposizione il terreno e realizzerà le necessarie opere di urbanizzazione.
Andiamo avanti con l'obiettivo di aprire il nuovo palazzetto per la stagione 2020-21”, conclude il sindaco".

Pinto: "Sport e turismo possono dare un futuro diverso alla città"

"Non possiamo lasciarci sfuggire questa occasione - dichiara l'assessore allo Sport del Comune di Bridisi, Oreste Pinto, che in prima Oreste Pinto-3persona sta seguendo l'iter della convenzione - per regalare finalmente alla città un moderno palazzetto. Lo sport brindisino ha bisogno di questo impianto. Siamo decisi a realizzarlo". 

"L'obiettivo  - afferma ancora l'assessore in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook - è dotare la città di un impianto che costituisca un ulteriore volano per la squadra di basket e che, al contempo, ospiti eventi di rilievo, come convegni e concerti, capaci di portare turismo, cultura, ricchezza e sviluppo. Lo abbiamo detto sin da subito: puntiamo su Sport e Turismo per dare un futuro diverso alla nostra città".
 
"Nei mesi scorsi, mantenendo la promessa di abbassare i ticket per l'utilizzo degli impianti sportivi, abbiamo dimostrato che non erano solo parole! Adesso stiamo per compiere un ulteriore passo avanti, contribuendo - con i fatti - alla realizzazione di una struttura che la città attende da molto, troppo, tempo".

Potrebbe interessarti

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Farmaci generici e farmaci di marca: sono uguali?

  • Come organizzare una cena a buffet a casa

  • Estate in giardino: le piscine interrate, costi e tipologie

I più letti della settimana

  • Cadavere di un uomo nella zona industriale: trovata pistola, un colpo al petto

  • Ritrovato il giovane mesagnese scomparso a Milano ad aprile scorso

  • Vessata per 18 anni dal marito e dalla suocera: l'incubo di una donna

  • Tir si ribalta, poi tamponamento a catena: doppio incidente sulla statale

  • Messaggi su Facebook, lite in famiglia sulla spiaggia: cinque denunce

  • Tamponamento sulla superstrada: tre feriti, anche una bambina. Auto distrutte

Torna su
BrindisiReport è in caricamento