menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piero Bucchi (Ph V.Massagli)

Piero Bucchi (Ph V.Massagli)

Enel, 4 infortunati, Bucchi preoccupato

BRINDISI - Zerini, Todic, Snaer e da ieri anche Bulleri: tutti in infermeria e tutti a rischio per la partita di domenica contro la Vanoli Cremona. Bucchi è preoccupato.

BRINDISI - Infermeria piena in casa Enel Basket Brindisi: all'infortunato Zerini (che stasera prova a fare qualcosa in più del tiro), si sono aggiunti Snaer (distorsione alla caviglia ieri e verifiche mediche in corso), Bulleri (ieri ha subito un colpo in allenamento) e Todic (distorsione, ieri ha corso ma oggi accusava dolori).

Coach Piero Bucchi nella consueta conferenza stampa del venerdì pomeriggio è apparso abbastanza preoccupato. «Siamo in una situazione fluttuante che non dà certezze». Una situazione preoccupante, che ieri ad un certo punto lo ha convinto ad interrompere l'allenamento per evitare altri danni.

«C'è comunque da parte di tutti una grande voglia di recuperare. Mancano ancora due giorni pieni, spero di poter avere tutti a disposizione domenica, ma al momento non si possono fare previsioni».

Al momento restano tutti e quattro fortemente in dubbio. E purtroppo non si tratta di pre-tattica.

Bucchi fa un salto indietro, alla sconfitta rimediata sul neutro di Bologna contro Roma: «Se riuscissimo sempre a tenere gli avversari sotto i 67 punti sarei contentissimo. Purtroppo in attacco abbiamo fatto un passo indietro. Sappiamo di non avere super-giocatori: ognuno dei nostri ragazzi ha bisogno dei compagni. E la sconfitta di domenica scorsa ce lo ha ricordato».

I ragazzi sanno di aver fatto una brutta partita, e qualcuno tra loro negli spogliatoi si è assunto la responsabilità della sconfitta. Il coach martedì ha chiesto a tutti maggiore precisione nei passaggi, nelle spaziature e nell'esecuzione degli schemi.

«Devono ancora entrare nella logica e nella mentalità della Lega A, c'è tanto ancora da fare. Abbiamo giocatori di qualità ma non di talento sopraffine. Se avranno la capacità di migliorarsi, potremo fare un campionato di livello superiore».

Bucchi si è poi soffermato su Aminu, l'ultimo arrivato in casa Enel: «Anche lui sta migliorando, ma deve dare qualità per più minuti. Ha avuto una preparazione strana, è arrivato qui che aveva smesso di giocare da tre settimane. Sta facendo lavoro atletico per cercare di recuperare quello che non ha fatto con gli altri durante l'estate».

Infine uno sguardo agli avversari di domenica, la Vanoli , ancora a zero punti: «Ho molto rispetto per Cremona, non timore perché ritengo che ce la possiamo giocare con tutti. È una squadra che nella seconda di campionato mi ha fatto impressione eccellente contro Bologna. Ha giocatori validi sul perimetro, lunghi molto mobili e in grado di tirare da tre punti. L'anno scorso hanno fatto una seconda parte di campionato eccellente. Hanno talento e varietà di soluzioni e provata esperienza. Il loro 0-2 non vuol dire nulla. Ci sarà da soffrire, un po' per come siamo messi noi, un po' per la qualità degli avversari».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento