menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brindisi fa la gara perfetta contro Caserta (100-72): Final Eight a un passo

Gli uomini di Sacchetti si aggiudicano lo scontro diretto disputando la miglior prestazione del campionato. Sugli scudi ancora una volta Carter. Ottimo anche l'esordio di Mesicek. Lunedì prossimo, trasferta a Capo D'Orlando

Brindisi asfalta Caserta con una impressionante dimostrazione di forza in una gara valevole per la 13esima giornata del campionato di Serie A, facendo un passo forse decisivo verso il traguardo delle Final Eight di Coppa Italia. Grazie a questa vittoria, infatti, l’Enel ha agganciato i campani, portandosi ad appena un paio di punti dalla certezza matematica dell’ottavo posto. I biancazzurri hanno avuto costantemente in mano le redini del match, facendo spesso divertire i 3500 del PalaPentassuglia con giocate spettacolari. Carter ha confermato i progressi fatti vedere nelle ultime giornate, esprimendo sotto le plance tutto il suo strapotere fisico. Ottima anche la prova di Mesicek: il 19enne sloveno al suo esordio in biancazzurro ha mostrato di avere personalità da vendere, mettendo a segno otto punti.

Nel settore ospiti prendono posto una trentina di (rumorosi) tifosi campani. Brindisi parte con Scott, Carter, Goss, Moore e M’Baye. Caserta risponde con Sosa, Putney, Gaddefors, Giuri, Watt. L’approccio alla gara dei brindisini è migliore rispetto a quello dei bianconeri. Carter entra subito in partita mettendo a segno quattro canestri, di cui uno da tre, nel giro di quattro minuti. Al 4’ Brindisi si ritaglia già un margine di vantaggio di sei punti (13-7). La manovra della Pasta Reggia è lente e farraginosa, grazie anche all’aggressività della difesa dell’Enel. Una volta riconquistato il pallone, gli uomini di Sacchetti ripartono come schegge, senza dar tempo agli avversari di riorganizzarsi.

2016-12-27_203300_MVP_8274-2

La supremazia dei padroni di casa è testimoniata dal punteggio. Al 17’, Brindisi è avanti di nove lunghezze. Fra le file dei casertani solo Watt riesce a combinare qualcosa. Dell’Agnello cerca di correre ai ripari schierando la difesa a zona. Al 9’, primo acuto del nuovo acquisto Mesicek, che fa esplodere il PalaPentassuglia con un passaggio filtrante no look, seguito da una tripla che va a bersaglio. Grazie ai primi punti in biancazzurro dell’ala slovena, Brindisi allunga sul più 11 (27-16). Prima della fine del quarto, un alley oop di Agbelese fissa il punteggio sul 29-16.

Le cose per Caserta si complicano ulteriormente all’inizio del secondo quarto, quando viene fischiato un fallo tecnico alla panchina. Brindisi capitalizza al massimo questa situazione, volando sul più 16 (35-19). Di grande spessore è la prova di Carter, che al 15’ mette già in saccoccia 15 punti. Va detto però che Agbelese non gli è da meno, quando viene gettato nella mischia. Sul fronte opposto il brindisno Giuri, grande ex della partita, è uno dei più propositivi. Poco convincente invece Sosa, fra i migliori realizzatori del campionato.

2016-12-27_203306_MVP_8279-2

Lo stesso Sosa commette al 17’ un fallo tecnico che consente all’Enel di mettere un divario di 17 punti fra sé e i rivali. Caserta non riesce a trovare il bandolo della matassa. Gli uomini di Dell’Agnello non mostrano quell’idea di gioco che fanno vedere invece i pugliesi, i quali chiudono la prima metà di gara con una tripla di Goss che sposta il punteggio sul 56-42.

Nel terzo quarto l’Enel accusa un fisiologico calo fisico, ma Caserta non riesce ad alzare più di tanto i propri ritmi di gioco. Le redini del match restano saldamente nelle mani di Scott & co. Ai biancazzurri del resto basta amministrare il tesoretto conquistato nel primo tempo. Non c’è bisogno di pigiare il piede sull’acceleratore. Il vantaggio dell’Enel resta in doppia cifra anche nel momento di maggior pressione della Pasta Reggio. Alla fine del terzo periodo, Brindisi è avanti di 15 lunghezze (71-56).

Nell’ultimo quarto Brindisi riprende a macinare gioco. A quel punto si rompono definitivamente gli argini e in campo c’è spazio solo per le giocate spettacolari degli uomini di Sacchetti, che chiudono sul 100-72. Lunedì prossimo (2 gennaio) trasferta a Capo D’Orlando, in un altro snodo cruciale della volata verso le Final Eigh di Coppa Italia, a due giornate dal termine del girone d’andata. 

IL TABELLINO

ENEL BRINDISI – PASTA REGGIO CASERTA 100-72 (29-16;56-42;71-56)
BRINDISI: Scott 21 (4/6, 2/5, 3 r.), Carter 20 (6/10, 2/4, 11 r.), Goss 12 (1/2, 3/5, 1 r.), Moore 3 (1/6 da tre, 1 r.), M’Baye 20 (5/9, 2/5, 3 r.), Agbelese 4 (2/3, 3 r.), Mesicek 10 (1/1, 2/3, 1 r.), Cardillo 3 (1/1 da tre, 6 r.), Pacifico ne, Orlandino ne, Sgobba 2 (1/1, 1 r.), Spanghero 5 (1/3, 1/1, 2 r.). All. Sacchetti  
CASERTA: Sosa 10 (2/7, 0/2, 4 r.), Putney 13 (3/6, 2/5, 8 r.), Gaddefors 7 (3/4, 0/1, 2 r.), Giuri 10 (0/2, 3/6, 1 r.), Watt 11 (4/10, 0/1, 4 r.), Cinciarini 11 /3/4, 1/2, 3 r.), Ventrone ne, Jackson 8 (1/2, 2/5, 8 r.), Bostic ne, Cefarelli, Metrevelli 2 (0/1 da tre, 1 r.), Czyz (0/1 da tre, 2 r.). All.: Dell’Agnello
ARBITRI: Lo Guzzo, Di Francesco, Grigioni
NOTE: Tiri liberi – Brindisi 16/18, Caserta 16/25. Percentuali di tiro – Brindisi 35/65 (14/30 da tre, 6 ro, 31 rd), Caserta 24/59 (8/24da tre, 8 ro, 23 rd). Fallo tecnico alla panchina di Caserta al 12’ (31-19), a Sosa (Ce) al 17’ (47-31), a Scott (br) al 35’ (86-62)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento