Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport

Enel Basket corsara anche ad Avellino (77 - 80): terzo posto e final-eight

Una grande Enel soffia i due punti alla Sidigas Avellino, raggiunge Reggio Emilia al terzo posto in classifica e vola nelle Final-Eight di Coppa Italia, grazie ad una partita meravigliosa, da spot del basket, con continui botta e risposta e punteggio altalenante dal primo all'ultimo secondo. Brindisi vince 77-80, con l'orgoglio e con le bombe di Demon

AVELLINO - Una grande Enel soffia i due punti alla Sidigas Avellino, raggiunge Reggio Emilia al terzo posto in classifica e vola nelle Final-Eight di Coppa Italia, grazie ad una partita meravigliosa, da spot del basket, con continui botta e risposta e punteggio altalenante dal primo all'ultimo secondo. 
Brindisi vince 77-80, con l'orgoglio e con le bombe di Demon, con il solito James tutto cuore e muscoli, ma anche grazie ad un ottimo secondo tempo di Mays, che nella prima fase del match era stato richiamato in maniera furibonda da coach Bucchi, a causa dell'inizio molle contro Anosike, il centro I tifosi del Brindisi ad Avellino-2avversario che stava dominando sotto i tabelloni.
 

Pullen e compagni hanno lasciato ai padroni di casa, in corsa pure loro per un posto alle final-eight, soltanto il primo quarto, ma si sono aggiudicati i restanti tre parziali, segno di una maggiore caparbietà e volontà di aggiudicarsi la partita.

L'Enel ha subito l'inizio a tutta velocità di Avellino, che per dieci minuti ha penetrato la difesa degli ospiti con grande facilità, senza nemmeno la necessità di cercare il tiro dalla lunga distanza. Coach Bucchi ha mandato in campo Eric al posto di Mays, e il pivot nigeriano ha risposto bene, trovando rimbalzi e canestri preziosi.

Dall'inizio del secondo periodi James e compagni hanno dato l'impressione di poter fare il colpaccio: migliore gestione dei palloni in attacco, maggiore intensità in difesa. È andata avanti così fino all'ultimo, decisivo quarto, quando Brindisi pur gettando alle ortiche diversi palloni e un paio di contropiedi in superiorità numerica, è comunque riuscita ad arrivare all'ultimo minuti avanti di 4 punti.

Avellino ci ha provato fino alla fine, ma la difesa asfissiante e al limite del fallo, realizzata fino all'ultimo secondo da Denmon & Co., una stoppata di Mays e il rimbalzo finale di James hanno permesso di mettere in cassaforte una vittoria che quattro minuti prima era parsa ormai sfumata.
Prossimo impegno a Milano contro la capolista. Una partita che appare proibitivo. Ma per questa squadra, quando le cose funzionano, potrebbero non esserci limiti. (Le foto sono di Vito Massagli)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel Basket corsara anche ad Avellino (77 - 80): terzo posto e final-eight

BrindisiReport è in caricamento