rotate-mobile
Sport

Enel Basket: "Giocatori motivati"

BRINDISI - L’avventura dell’Enel Basket Brindisi nella stagione di Legadue 2011-2012 inizierà domattina alle 10.30, quando il bus della squadra partirà da piazzale Crispi per raggiungere Cisternino per il ritiro precampionato. Alle 14.30 di oggi invece giungerà in aeroporto l’ultimo giocatore del roster, la guardia Jimmie Lee Hunter.

BRINDISI - L'avventura dell'Enel Basket Brindisi nella stagione di Legadue 2011-2012 inizierà domattina alle 10.30, quando il bus della squadra partirà da piazzale Crispi per raggiungere Cisternino per il ritiro precampionato. Alle 14.30 di oggi invece giungerà in aeroporto l'ultimo giocatore del roster, la guardia Jimmie Lee Hunter.

I suoi compagni hanno già effettuato le visite mediche (tutte con esito positivo) ed i primi allenamenti. Ieri conferenza stampa presso il PalaPentassuglia, presenti coach Piero Bucchi, il presidente Antonio Corlianò, il general manager Santi Puglisi ed il direttore tecnico Alessandro Giuliani.

Per Puglisi, quella di quest'anno è «una squadra futuribile, fatta di gente motivata, che non abbiamo dovuto pregare di venire a Brindisi ma si è proposta spontaneamente». Anche Giuliani è parso abbastanza soddisfatto del lavoro fin qui svolto: «Sono contento della squadra che siamo riusciti a formare. È un gruppo solido, senza stelle annunciate. E mi ha piacevolmente colpito il fatto che il giorno di Ferragosto i giocatori che erano già a Brindisi hanno chiesto di poter correre un'oretta sulla pista di atletica. È una cosa che non si vede spesso».

Per coach Bucchi «ci sono molte possibilità di crescere. C'è un buon mix di gioventù, esperienza, atletismo. Ho la sensazione di avere un gruppo molto motivato». Tanto ottimismo dunque, ma anche qualche incognita, «perché dovremo verificare come i giocatori si combineranno uno con l'altro».

Quanto alla scelta del capitano, l'allenatore ha detto che potrebbe sceglierlo personalmente già oggi, ma preferisce vedere «chi è il leader della squadra: chi ha la personalità per essere un capo positivo». Nessun dubbio sulle favorite del campionato: «Venezia e Veroli partono in vantaggio perché hanno mantenuto la struttura dell'anno scorso, coach compresi». Quest'anno insomma si parte a fari spenti. A volte è un bene.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel Basket: "Giocatori motivati"

BrindisiReport è in caricamento