rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Sport

Enel Basket, presentati gli italiani

BRINDISI - Nella sala stampa del palasport Elio Pentassuglia di Brindisi s’è tenuta, oggi pomeriggio, la presentazione dei cinque primi nuovi acquisti dell’Enel Basket. Assenti i due americani Renfroe e Callahan (quest’ultimo giocherà da passaportato in quanto sposato a un’italiana), c’erano Mitchell Poletti, Claudio Ndoja e Alexander Simoncelli, accomunati da una grande emozione e sbalordimento per le decine di tifosi accorsi.

BRINDISI - Nella sala stampa del palasport Elio Pentassuglia di Brindisi s'è tenuta, oggi pomeriggio, la presentazione dei cinque primi nuovi acquisti dell'Enel Basket. Assenti i due americani Renfroe e Callahan (quest'ultimo giocherà da passaportato in quanto sposato a un'italiana), c'erano Mitchell Poletti, Claudio Ndoja e Alexander Simoncelli, accomunati da una grande emozione e sbalordimento per le decine di tifosi accorsi.

"Di solito siamo abituati a giocare in palazzetto vuoti, all'interno dei quali si sentono solo le voci dei giocatori in campo - ha detto Simoncelli -, e sapere che qui ogni partita in casa è un evento con oltre tremila e cinquecento persone non può che spingerti a firmare per Brindisi". Sulla stessa lunghezza d'onda sia Poletti sia Ndoja che, in più, hanno parlato della spinta decisiva offerta loro dalla presenza di un grande coach come Piero Bucchi.

Alla fine della presentazione, Santi Puglisi, col solito garbo e la consueta riservatezza, ha indicato le tappe che restano per completare l'allestimento del roster. "Siamo molto concentrati sull'acquisto di una forte guardia/ala - ha detto il general manager di origini siciliane -, un top player che sia, a tutti gli effetti, anche la stella del quintetto: si tratterà certamente di un extracomunitario; con Callahan passaportato poi, punteremo l'attenzione su un altro comunitario e poi vedremo di reperire gli italiani migliori che, al momento, non ci sono".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel Basket, presentati gli italiani

BrindisiReport è in caricamento