menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Coach Perdichizzi

Coach Perdichizzi

Enel Brindisi-Aget Imola 98-76: Brindisi vede la vetta

BRINDISI – Festa di Primavera per l'Enel Brindisi che batte con uno scarto di 21 punti - 98 a 76 - sul parquet amico, l'Aget Imola.Partita senza grossi patemi d'animo dominata fin dai primi minuti dai ragazzi di coach Perdichizzi. Sassari vince in casa ma Reggio Emilia - prossimo avversario dei salentini - cade sul campo di Rimini. La corsa al primo posto è apertissima.

BRINDISI - Festa di Primavera per l'Enel Brindisi che batte con uno scarto di 21 punti - 98 a 76 - sul parquet amico, l'Aget Imola.Partita senza grossi patemi d'animo dominata fin dai primi minuti dai ragazzi di coach Perdichizzi. Sassari vince in casa ma Reggio Emilia - prossimo avversario dei salentini - cade sul campo di Rimini. La corsa al primo posto è apertissima.

Brindisi comincia la partita con il solito quintetto: Radulovic, Crispin, Maresca, Bryan, Thomas. Imola risponde con Ezugwu, Masoni, Bruttini, Whiting ,Vaden. Maresca e Thomas prendono subito in consegna le due bocche di fuoco imolesi Whiting e Vaden. Coach Lasi ordina una difesa "match-up" - una zona molto adattata - che cerca di chiudere le iniziative brindisine. I primi cinque minuti di partita sono una fase di studio fra le due squadre ed il punteggio resta in equilibrio: 10 a 10 al sesto. Crispin riesce a trovare dei buoni tiri in sospensione dall'angolo leggendo bene le rotazioni. La difesa brindisina ferma Whiting e limita Vaden. C'è comunque equilibrio. Un mini break di sei punti dei salentini con due triple - una di Maresca ed una di Crispin - sblocca il risultato: 16 a 10. Infante entra per Radulovic e fa sentire subito la sua presenza con un canestro su scarico di Thomas. Per gli avversari poco gioco, con Vaden che riesce a trovare spazio solo dai tre punti e Whiting che realizza il suo primo canestro allo scadere del quarto portando il risultato sul 24 a 18.

All'inizio del secondo quarto sembra che Whiting possa cominciare ad impensierire i salentini realizzando 5 punti di fila. Ma l'entrata di capitan Cardinali rimette a posto l'equilibrio in difesa :non solo realizza e recupera palloni,ma insieme a Radulovic e Thomas, prende per mano la squadra e la fa allungare nel punteggio infiammando il pubblico. Qualche piccola distrazione di Brindisi in difesa dà la possibilità ad Imola di riavvicinarsi. Ma è un fuoco di paglia. L'Enel non perde mai dalle mani la partita. Coach Perdichizzi ruota i giocatori e gli equilibri non cambiano. Pinton chiamato nella partita fa girare bene la squadra in attacco. Crispin trova delle soluzioni equilibrate. Infante lotta in difesa, ed in attacco sfrutta le palle che gli arrivano dagli esterni. Per Imola Bushati ed Ezugwu cercano di contrastare la cavalcata brindisina, ma con pochi risultati. Radulovic schiaccia in contropiede ed il punteggio si ferma sul 53 a 35 grazie ad una tripla di Cardinali.

Alla fine dell'intervallo lungo le cose non cambiano. I salentini continuano a macinare gioco e non danno la possibilità all'Aget di rientrare. A neanche due minuti dall'inizio L'Enel è sopra di 21 punti. Whiting dopo molti minuti a secco ricomincia a fare canestro. Ma è seguito dal solo Ezugwu. Vaden è poco reattivo ed innervosito dalla marcatura attenta di Thomas ed il resto della squadra non riesce a trovare soluzioni alternative. Continuano i cambi per lo staff brindisino e la partita va da sè. Infante si improvvisa guardia e segna un canestro dai 6.25. "Superman" Thomas svetta a rimbalzo - saranno 10 per lui a fine gara - e come spesso accade riesce a trovarsi sempre nel posto giusto al momento giusto. Crispin continua a trovare la via del canestro -28 punti alla fine dell'incontro con 6/10 da tre - e realizza anche quello che porta la squadra all'ultimo mini intervallo al più 30: 81 a 51.

L'ultimo quarto è la fotocopia del resto della partita. Sembra quasi che da parte di tutte e due le squadre -con la consapevolezza del risultato finale -non si veda l'ora che finisca l'incontro. Perdichizzi continua a fare quintetti diversi per movimentare un po' le fasi di gioco e per provare delle soluzioni alternativa in vista dei prossimi sei incontri. Negli ultimi minuti trovano campo anche i giovani Coviello, Malagoli ed il "piccolo" Vorzillo. Scadono i secondi ed i giocatori iniziano a salutarsi prima della sirena finale: l'Enel vince 98 a 76. I tifosi inneggiano ai loro beniamini, al nuovo palazzetto - problema sempre più imminente - e si preparano alla partenza per Reggio Emilia dove in tanti, come spesso accade, andranno a sostenere la squadra.

TABELLINO

Enel Brindisi: Radulovic 12, Crispin 28, Pinton 5, Maresca 10, Infante 13, Cardinali 12, Malagoli, Bryan 2, Coviello, Thomas 16. Allenatore: Perdichizzi

Percentuali: Tiro da tre: 13/30 Tiri liberi: 9/9

Aget Imola: Fazzi, Amoni, Maestrello, Ezugwu 21, Masoni 8, Riga, Bruttini 2, Whiting 21, Bushati 10, Vaden 14. Allenatore: Lasi

Percentuali: Tiro da tre :8/22 Tiri liberi :12/14

Parziali: 24/18 - 53/35 - 81/51 - 98/76

Arbitri: Pascotto, Federici, Di Gianbattista

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Cronaca

    Amore non corrisposto: donna irrompe in banca con un coltello

  • Emergenza Covid-19

    Alleviare ansia e paura: le dolci note del violino nell' hub vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento