menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Adrian Banks a Torino (foto Ciamillo e Castoria, www.legabasket.it)

Adrian Banks a Torino (foto Ciamillo e Castoria, www.legabasket.it)

Enel Brindisi in partita solo 15 minuti a Torino: addio playoff

L’Enel Basket torna brutta e la Manital Torino la punisce sonoramente: 83-75 il risultato finale, ma i biancazzurri sono stati sotto anche di 20 punti. I brindisini salutano definitivamente ogni residua speranza di accedere ai play-off

BRINDISI - L’Enel Basket torna brutta e la Manital Torino la punisce sonoramente: 83-75 il risultato finale, ma i biancazzurri sono stati sotto anche di 20 punti. I brindisini salutano definitivamente ogni residua speranza di accedere ai play-off, mentre i piemontesi riagganciano Bologna e Caserta a quota 20 punti, restando in corsa per la salvezza.

Al Pala Ruffini gli uomini di Bucchi sono rimasti in partita solo 15 minuti, senza peraltro mai apparire in grado di poter staccare i padroni di casa e puntare al colpo in trasferta. Dopo i primi tre minuti di partita abbastanza problematici, Banks è salito in cattedra ed ha rimesso in carreggiata i suoi, con l’aiuto di Anosike, che sotto le plance si è comportato da dominatore.  Poi però a metà del secondo periodo la Manital ha preso in mano la partita, infliggendo il parziale di 27-15 che ha deciso il match. 

Troppi giocatori sotto tono tra i brindisini: Scott ed Harris non sono stati incisivi come la scorsa settimana contro l’Armani Milano. Zerini e Cournooh sono stati poco presenti e sostanzialmente non hanno dato apporto di punti. Gagic è apparso regredito allo stato di forma delle prime partite, cioè inguardabile. Trotter si è confermato un acquisto inutile, e l’ultimo arrivato Soko ha chiuso con 9 punti a referto ma non ha dato la sensazione di essere quel giocatore in grado di cambiare una squadra. Se l’inglese è stato preso per il prossimo campionato bene, altrimenti si potevano risparmiare anche quei soldi.

Ad affossare Brindisi, manco a dirlo, ci ha pensato l’ex Jerome Dyson. Per l’americano29 punti, con un 3/7 da 2, un 6/11 da 3 e un 5/6 ai liberi. Fenomeno allo stato puro, capace di giocate spettacolari e folli, proprio quelle che sono mancate a Brindisi quest’anno.
In casa Enel Anosike chiude con una doppia-doppia (10 punti e 14 rimbalzi) mentre Banks aggiunge altri 25 punti al bottino annuale (7/9 da 2, un sorprendente 0/5 da 3 ed un brillante 11/12 dalla lunetta).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento