menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brindisi batte Cremona: archiviato il discorso salvezza, playoff di nuovo nel mirino

Gli uomini di coach Sacchetti, ad eccezione di un paio di momenti di difficoltà accusati all'inizio della partita e durante il terzo quarto hanno sempre avuto in mano il pallino del gioco, trascinati da Moore, Scott e M'Baye

BRINDISI - L'Enel Brindisi batte con merito il fanalino di coda Vanoli Cremona (94-82) riscattandosi dalla sconfitta rimediata sette giorni fa a Torino. Gli uomini di coach Sacchetti, ad eccezione di un paio di momenti di difficoltà accusati all'inizio della partita e durante il terzo quarto, quando dopo aver costruito un vantaggio di 18 punti Cremona si è rifatta sotto, portandosi sul meno 8, hanno sempre avuto in mano il pallino del gioco, trascinati da Moore, Scott e M'Baye. Non ha pesato l'assenza degli infortunati Mesicek e Donzelli (a referto solo per onor di firma) sulla prestazione dei padroni di casa, che si rianciano in ottica playoff e ipotecano la salvezza, visto che aumentano a otto i punti di divario sulla stessa Cremona. 

Brindisi parte con Agbelese, Scott, Moore, M’Baye, Joseph. Cremona risponde con Johnson Odom, Harris, Biligha, Turner.  L’avvio di gara della Vanoli è più brillante rispetto a quello di biancazzurri, spiazzati dall’imprevedibilità offensiva degli ospiti. L’Enel ci mette cinque minuti a prendere le misure agli avversari. Una volta ingranata la marcia, il roster pugliese cerca di prendere in mano le redini del match, sulla scia delle iniziative individuali di Moore e Scott. Fra le file della Vanoli, sono Odom ed Harris i più intraprendenti. 

2017-03-05_182123_MVP_7551-2

Nelle prime battute del secondo parziale è Spanghero a salire in cattedra con una tripla, seguita da un tiro da tre di goss. Grazie al mini parziale di 6-0, Brindisi piazza il primo mini allungo, portandosi sul più sette (33-26 al 12’). Ma sotto le plance l’Enel continua ad avere un atteggiamento troppo molle, concedendo canestri fin troppo facili a Cremona. La Vanoli, invece, non riesce a contenere i tiratori dell’Enel (Moore su tutti), che fanno male dalla grande distanza.

Nel pitturato, Carter, anche lui in gran spolvero, fa il resto. Al 18’ sono 12  i punti di vantaggio a favore di Brindisi (49-37), che ha il controllo del match. Alla fine del periodo l’arbitro consulta l’istant replay per accertarsi se un tiro di Scott sia stato scoccato prima del suono della sirena. Il responso è positivo. La guardia americana, che aveva subito un fallo, va sulla lunetta e realizza entrambi i tiri liberi. La frazione si chiude sul più 12 (55-43). 

2017-03-05_185249_MVP_7670-2

Il terzo quarto riparte sulla stessa falsa riga del secondo. E’ l’Enel a condurre le danze, volando sul più 17. La partita sembra chiusa, ma Cremona, in un sussulto d’orgoglio, si rifa sotto, fino a ridurre il passivo a 8  lunghezze (69-61 al 30’). Fra i 3500 del PalaPentassuglia si riaffacciano i fantasmi di Torino, dove Brindisi, domenica scorsa, riuscì nell’”impresa” di dissipare il vantaggio di 13 punti costruito nel terzo quarto, rimediando una pesante sconfitta. 

Stavolta, però, i biancazzurri riescono a riprendersi dal momento di sbandamento, stoppando il tentativo di rimonta della Vanoli. Nell'ultimo quarto i biancazzurri tornano padroni del gioco, portandosi sul più 18 (84-68 al 36'). A questo punto, Cremona tira i remi in barca, mentre Brindisi porta a casa due punti preziosissimi. 

ENEL BRINDISI -VANOLI CREMONA94 -82 (25-21;55-43;69-61)

BRINDISI: Agbelese 6 (3/8, 4 r.), Scott 19 (4/10, 2/2, 9 r.), Moore 22 (1/4, 4/7, 2 r.), M’Baye 19 (6/9, 1/4, 9 r.), Joseph 3 (0/1, 2 r.), Carter 13 (6/7, 0/1, 7 r.), Goss 9 (2/4, 1/4, 3 r.), Cardillo (1 r.), Orlandino ne, Donzelli ne, Sgobba ne, Spanghero 3 (1/3 da tre). All. Sacchetti 

CREMONA: Odom 21 (6/10, 2/7, 6 r.), Harris 9 (2/5, 1/1, 4 r.), Biligha 7 (3/9, 7 r.), Turner 7 (2/7, 1/3), Thomas 10 (5/9, 6 r.), Mian 7 (1/2, 0/1, 1 r.), Gaspardo 12 (4/8, 1/1, 4 r.), Carlino 7 (2/5 da tre, 1 r.), Boccasavia ne, Ibarra 2 (1/1, 1 r.). All: Lepore

ARBITRI: Mattioli, Rossim Ranaudo

NOTE: Tiri liberi – Brindisi 20/23, Cremona 13/24. Percentuali di tiro – Brindisi 32/67 (10/24 da tre, 13ro, 28 rd), Cremona 31/69 (7/18 da tre, 15 ro, 24 rd). Antisportivo a Gaspardo (Cre) al 10’ (24-21)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento