Sport

Enel: l'infermeria finalmente si svuota, Scott e Reynolds recuperati per domenica

Il professore Giorgio Giuliano Cerulli, ordinario di ortopedia e traumatologia del policlinico “ Gemelli” di Roma ha sottoposto in giornata  Scottie Reynolds a visita specialistica ,a richiesta della società e dello staff medico, allo scopo di  tranquillizzare definitivamente il play della New Basket Brindisi sul suo completo recupero. Il professore Cerulli ha confermato la diagnosi

BRINDISI - Il professore Giorgio Giuliano Cerulli, ordinario di ortopedia e traumatologia del policlinico “ Gemelli” di Roma ha sottoposto in giornata  Scottie Reynolds a visita specialistica ,a richiesta della società e dello staff medico, allo scopo di  tranquillizzare definitivamente il play della New Basket Brindisi sul suo completo recupero. Il professore Cerulli ha confermato la diagnosi ed il pieno recupero del giocatore già certificato dal dottore Giuseppe Palaia e dal suo staff, ed ha ritenuto che Scottie Reynolds possa essere aggregato al gruppo per riprendere regolarmente gli allenamenti ed il suo posto in squadra.

Lo staff medico, che agisce in perfetta armonia con il professore Cerulli, e la società hanno voluto così rasserenare il giocatore con il parere di un illustre specialista, contemporaneamente  dare un taglio ai “rumors” della piazza che ritenevano Scottie Reynolds, notoriamente un giramondo recidivo, già in fuga verso l’ America per curarsi e magari stare accanto alla famiglia, ed allo stesso tempo togliergli ogni eventuale alibi legato all’infortunio ed alla necessità di farsi assistere da medici americani di sua fiducia.

Coach Bucchi, pertanto, potrà disporre di Scottie Reynolds fin dalla prossima difficile trasferta di Capo d’Orlando, che ritorna in campionato dopo l’infortunio subito a Sassari il 15 ottobre. E si aggregherà al gruppo per la ripresa degli allenamenti anche Durand Scott che sarà pronto a scendere in campo fin da domenica prossima, avendo avuto il via libera dal dottore Palaia e dallo staff medico, come anche Marco Cardillo, completamente ristabilitosi.

La certezza del recupero di Scottie Reynolds potrà ora consentire alla società di ritornare eventualmente sul mercato per trovare un sostituto del sempre più deludente Nemanja Milosevic,  in quanto un presumibile ulteriore stop che avrebbe potuto seguire alla visita del professore Cerulli avrebbe impegnato immediatamente i dirigenti brindisini a rivolgersi sul mercato per indirizzarsi invece sull’ingaggio di un play maker.

La società brindisina, peraltro, ha anche smentito di aver mai avuto un interessamento per  Dejan Ivanov  (prossimo ad  accasarsi in Turchia) ed  ha confermato che attualmente non c’è alcuna trattativa in corso. Non trova conferma, quindi, l’ingaggio dell’ala piccola di 2,02 metri  Krjstian Kangur che aveva sostituito nel Vitoria l’infortunato Tonike Shengelia con un contratto in scadenza il 10 dicembre prossimo, e che qualche sito specializzato aveva già accreditato la prossima definizione del contratto con la New Basket Brindisi.  

Al contrario la società brindisina è stata ad un passo dal “colpaccio” Gani Lawal perché l’Olimpia Milano, che lo aveva “tagliato”, aveva indicato al giocatore destinazione Brindisi come unica squadra in cui avrebbe potuto collocarsi quasi a consolidare gli ottimi rapporti fra Nando Marino ed il presidente milanese Livio Proli. Ma Lawal ha poi deciso di ritornare in America in D-League, per aspirare poi ad un posto in Nba.   Di ritornare sul mercato, pertanto, si potrà eventualmente tornare a discutere solo nei prossimi giorni.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel: l'infermeria finalmente si svuota, Scott e Reynolds recuperati per domenica

BrindisiReport è in caricamento