menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Enel: la verità di Giuliani sulla partenza di Reynolds. "Non volevamo liberarcene"

"Non è stato mandato via nessuno, abbiamo fatto una valutazione di tipo economico". Il general manager dell'Enel fa chiarezza sulla partenza di Scottie Reynolds

BRINDISI – “Non è stato mandato via nessuno, abbiamo fatto una valutazione di tipo economico”. Apparentemente la versione dei fatti sulla partenza di Scottie Reynolds fornita dal general manager dell’Enel Brindisi, Alessandro Giuliani, cozza con le dichiarazioni di fuoco rilasciate pochi giorni fa dal presidente Nando Marino, che testualmente, nell’ambito della presentazione delle maglie con il nuovo logo del main sponsor, disse: “Nelle prossime ore manderemo via un ragazzo che non è in grado di gestire e vestire con orgoglio la nostra maglia”.

Ma Giuliani, nel corso di una conferenza stampa svoltasi questo pomeriggio, ha spiegato che il presidente si era lasciato prendere dalla foga. Come sono andate, allora, le cose? “Domenica sera dopo la partita contro Pesaro - afferma Giuliani – è venuta un’agenzia americana che ha formalizzato una proposta da parte del club dell’Hapoel Gerusalemme nei confronti di Reynolds. Era stato trovato nei giorni successivi un accordo sia da parte nostra che da parte del giocatore con questa squadra. Poi però due giorni fa la società in questione si è ritirata e quindi non ha firmato l’accordo con noi, ma soprattutto non ha firmato l’accordo con Scottie, che nel frattempo aveva chiuso il rapporto con l'Enel, anche se il suo contratto rimane valido”.

Giuliani aggiunge che “per come si erano messe le cose, ci era sembrato fosse difficile per noi e soprattutto per il giocatore tenerlo in squadra, perché durante l’anno e anche nel corso della sua precedente esperienza a Brindisi (2012/2013, ndr) è stato molto bersagliato”. “Sarebbe stata una forzatura tenerlo – prosegue Giuliani – perché al primo sarebbe errore stato preso di mira.Così abbiamo deciso di cercare un nuovo giocatore”.

A tal proposito, Giuliani conferma che è calda la pista che porta al play Willie Deane, 36 anni, proveniente dalla squadra francese del Le Havre. Fra la dirigenza dell’Enel e l’atleta statunitense, con passaporto bulgaro, da giovedì (10 marzo) sono in corso dei contatti. Ma è stato impossibile chiudere la pratica entro le ore 11 di oggi, termine che avrebbe consentito di schierare il nuovo acquisto nella gara in programma lunedì prossimo contro Avellino. Per questo la società ha preferito prendersi un paio di giorni di tempo, valutando con calma il dà farsi. Perché oltre a Deane, Giuliani sta seguendo un altro straniero, sul cui nome mantiene assoluto riserbo.

“Uno dei due – assicura il general manager – verrà messo sotto contratto lunedì”.

Coach Bucchi, quindi, dovrà preparare il match contro Avellino (appuntamento chiave nella volata verso la zona playoff, a 8 giornate dalla fine del campionato) con un organico rimaneggiato. Perché oltre al regista titolare (al posto di Reynolds verrà schierato Cournooh, con Marzaioli pronto a dare il suo contributo dalla panchina), il tecnico bolognese molto probabilmente dovrà rinunciare anche a Gagic, che non si è allenato neanche oggi e difficilmente si riprenderà nel giro di 48 ore dall’infortunio alla caviglia sinistra rimediato domenica scorsa.

Questo imprevisto renderà ancora più complicato l'impegno contro i campani, che 5 giorni fa, battendo Pistoia, hanno inanellato la nona vittoria consecutiva. Ma già in altere circostanze, quest’anno, l’Enel ha dovuto fronteggiare situazioni di emergenza, sopperendo con lo spirito di gruppo agli sgambetti della mala sorte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento