Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Enel magistrale: batte Cantù e si ripresenta in zona play-off

Era la partita da vincere, e vittoria è stata, per di più con basket spettacolo, standing ovation e applausi per tutti, protagonisti e comprimari. L'Enel stende Cantù, sua diretta concorrente, 86-68, e si riprende l'ottavo posto, seppur in condivisione con Venezia, a quota 20 punti

Era la partita da vincere, e vittoria è stata, per di più con basket spettacolo, standing ovation e applausi per tutti, protagonisti e comprimari. L'Enel stende Cantù, sua diretta concorrente, 86-68, e si riprende l'ottavo posto, seppur in condivisione con Venezia, a quota 20 punti. Si prevedeva un match al cardiopalma, è invece non c'è stata quasi mai storia, perché fin dal primo minuto Reynolds ha dettato i ritmi, consentendo a Brindisi di mettere subito le mani sulla partita. Dalla parte opposta il gigante Fesenko e il cecchino Heslip hanno fatto paura, ma la difesa biancazzurra ha concesso poco o nulla, rintuzzando ogni tentativo di rimonta degli avversari.

Scott 3-2-2I parziali parlano chiaro: 26-14, 43-34, 65-48, 86-68. Praticamente non c'è mai stata storia. E questa volta tutto ha girato alla perfezione: Reynolds è stato stratosferico, ha realizzato canestri difficili in grande scioltezza; Scott ha distrutto Cantù, quasi da solo, nel terzo periodo, mettendo a segno 12 dei 22 punti di squadra; Gagic, Anosike e soprattutto Zerini hanno tenuto a bada i centri avversari e alla fine il dato relativo ai rimbalzi segna 38-28 per i padroni di casa; Harris, Banks e Milosevic hanno assicurato canestri, grinta, sudore. E alla fine si sono rivisti in campo anche Cardillo e Marzaioli.

Anosike 7-2Brindisi ha tirato con percentuali ottime: il 62% da due e il 44% da tre. È un'altra Enel, è un altro ambiente, un altro PalaPentassuglia: gioioso e fiducioso, convinto che questa squadra possa di nuovo divertire e puntare ai play-off. Ecco, se c'è una cosa che la rimonta di Brindisi, finita ad un passo dalla zona retrocessione e oggi di nuovo in griglia play-off, è che nello sport bisogna avere pazienza, perché non tutti gli anni sono uguali e qualche volta qualcosa può andare storto. Ma se c'è una società sana e una tifoseria che le resta vicina, le cose si aggiustano. E così è stato.

Per il presidente Nando Marino "si è ritrovata quell'energia unica e la passione verso la squadra e la maglia”. Per il capitano Andrea Zerini, che ha disputato l'ennesima buona partita, "dobbiamo andare avanti così, senza montarci la testa e affrontando gli ostacoli settimana per settimana”. (Le foto sono di Vito Massagli)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel magistrale: batte Cantù e si ripresenta in zona play-off

BrindisiReport è in caricamento