Enel-Sutor, le pagelle dei brindisini

BRINDISI – Nell’incredibile sconfitta interna contro Montegranaro si salvano solo i soliti Dyson, James e Todic. Tutto il resto della squadra è sotto la sufficienza. Anche Bucchi forse poteva fare di più.

Aminu dalla lunetta (ph V. Massagli)

BRINDISI – Nell’incredibile sconfitta interna contro Montegranaro si salvano solo i soliti Dyson, James e Todic. Tutto il resto della squadra è sotto la sufficienza. Anche Bucchi forse poteva fare di più.

AMINU – 4,5

Abbiamo un pivot che non prende rimbalzi. Nei primi minuti aveva lasciato ben sperare, poi come al solito è scomparso, anche perché i compagni gli passano il pallone all’altezza delle caviglie. Bucchi lo tiene in panchina anche nel finale, quando forse poteva servire. A questo punto è bruciato: a che serve tenerselo se non si ha più fiducia in lui?

JAMES – 6

Neanche Delroy era in serata, lo dimostrano le sue pessime percentuali al tiro, ma almeno si dà da fare e lotta sotto i tabelloni (11 rimbalzi), dannandosi fino alla fine. Tutto cuore.

TODIC – 6

Ottimo impatto sulla partita, poi esagera nel tiro da 3. Stesso discorso fatto per James: almeno lotta a prende 9 rimbalzi. Aggiungendoci i 12 punti realizzati, si può dire che la sua parte l’ha fatta.

BULLERI – 5

Anche il capitano era sotto tono. Serata nera al tiro e qualche distrazione che non sono da Bullo.

FORMENTI – 4,5

Gioca solo 7 minuti ma è come se non fosse mai entrato.

DYSON – 6.5

Si carica la squadra sulle spalle ed è costretto a tirare anche quando non dovrebbe. Fa un paio di giocate sensazionali, ma soffre il folletto Mayo (che ne infila 25).

LEWIS – 4,5

Poca roba.

ZERINI – 4,5

Anche lui solo 7 minuti in campo ma a parte i due rimbalzi offensivi è praticamente nullo.

SNAER – 5

Fa poco in attacco e in difesa, con Lewis-Dyson-Campbell e Bulleri consente al trio Cinciarini-Sakic-Mayo di rifilarci 57 degli 80 punti messi a segno dalla Sutor.

CAMPBELL – 5

Per una volta anche lui è sotto tono e lo si capisce subito: di solito quando mette piede in campo la squadra si sveglia. Ieri non è accaduto.

BUCCHI – 5

Non riesce a dare la scossa decisiva alla squadra, o quanto meno a imporle costanza, anche se la colpa è più dei giocatori che sua. Però ad un settimana dalla zona di Moretti, che aveva evidenziato le pecche dell’attacco Enel, il problema si è riproposto. Insoluto. Forse era il caos di dare un’ultima chance ad Aminu nei minuti finali. Anche perché Montegranaro ha giocato a  lungo senza pivot.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • Assalto armato al bar: un cliente dà l’allarme, banditi subito circondati

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Ciao Grazia, mamma coraggiosa: borsa di studio per i suoi due bimbi

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento