rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Sport

Entrarono in campo: due tifosi dello Juve Stabia denunciati

Due tifosi dello Juve Stabia sono stati denunciati per essere entrati in campo e aver fornito identità false al termine della partita tra il Brindisi e i campani.

BRINDISI - Gli agenti della Digos li avevano fermati immediatamente, ma al momento dell'identificazione avevano anche rilasciato false generalità. Dieci giorni dopo la partita, sono finiti nei guai due tifosi dello Juve Stabia, la squadra campana che lo scorso 14 marzo aveva fatto visita al Brindisi nello stadio "Franco Fanuzzi" per disputare una partita valida per il girone C del campionato di Seconda Divisione (incontro vinto dalla compagine ospite con il punteggio di 2-1).

Erano circa in 160 i tifosi provenienti da Castellamare di Stabia, per una gara particolarmente attesa da entrambe le tifoserie, e che per questo motivo aveva suggerito un'imponente presenza delle forze di polizia, a cominciare dalla Digos di Brindisi, diretta da Vincenzo Zingaro.

I sostenitori campani, giunti a bordo di due pullman, erano stati fatti tutti accomodare in Curca Nord, ma dal settore ospite, già a partita in corso e durante le occasioni favorevoli alla squadra ospite, erano stati lanciati e fatti esplodere tre grossi petardi, e sono stati accesi diversi fumogeni.

Al termine della gara, per festeggiare la vittoria, alcuni supporters, hanno scavalcato la recinzione e si sono introdotti in campo, ma due di essi sono stati fermati dagli agenti. Nel corso delle operazioni di identificazione, i tifosi hanno anche fornito false dichiarazioni sulla loro identità personale, venendo così denunciati. Sono stati segnalati alla Divisione Anticrimine per l'applicazione del Daspo.

Sono in corso ulteriori indagini, avallate dalla visione delle riprese effettuate dall'impianto di videosorveglianza posto all'interno dello stadio, atte ad individuare i presunti autori del lancio dei petardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entrarono in campo: due tifosi dello Juve Stabia denunciati

BrindisiReport è in caricamento