menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lello Di Bari, sindaco di Fasano

Lello Di Bari, sindaco di Fasano

Fasano Calcio, sindaco pronto a mollare. Si parla di un misterioso acquirente

FASANO – “Sono stato chiamato all’incirca un mese fa dal presidente di una squadra della provincia di Bari, non ricordo se Trani o Molfetta. Mi chiese di venirmi a trovare perché era interessato. Ci siamo visti, abbiamo parlato. Da allora non ho avuto più notizie. E io, sinceramente sono stanco e non ho più un centesimo da impiegare nel calcio”.

FASANO - "Sono stato chiamato all'incirca un mese fa dal presidente di una squadra della provincia di Bari, non ricordo se Trani o Molfetta. Mi chiese di venirmi a trovare perché era interessato. Ci siamo visti, abbiamo parlato. Da allora non ho avuto più notizie. E io, sinceramente sono stanco e non ho più un centesimo da impiegare nel calcio".

A parlare è Lello Di Bari, sindaco di Fasano e per tre anni presidente del Fasano Calcio. Rilevò la società per impedire che scomparisse dalla scena calcistica, anche perché gli imprenditori locali si erano eclissati. "Per tre anni - aggiunge il sindaco-presidente - mi sono fatto carico di tutto. Ora non sono più in grado. Non posso certamente vendermi la casa in cui abito per la squadra di calcio".

All'incirca un mese fa compare sulla scena questo presidente "di una società del barese". Quale ufficialmente non si sa. Al sindaco disse che era alla guida di questa società di Eccellenza da dieci anni e che si era stancato. Che era molto attratto da Fasano e che quindi avrebbe voluto rilevare la locale squadra di calcio.

A quali condizioni? Costo zero e debiti ripianati. In cambio di un impegno triennale per riportare la squadra in Seconda divisione. Tra l'altro, si dice a Fasano, negli ambienti calcistici, questo imprenditore del Nord Barese arriverebbe a Fasano già con la squadra allestita.

Insomma una vera e propria mamma dal cielo per gli sportivi locali. Sempreché alle parole seguano i fatti. "Non l'ho più sentito", ha chiarito Di Bari. "Era fuori per motivi di lavoro", sostengono i bene informati. E aggiungono che la prossima settimana dovrebbe concludersi il tutto. Ma sino a che non si metterà in contatto con il presidente Lello Di Bari tutto rimarrà nel vago. E per il momento imprenditori del luogo che vogliano rilevare il Fasano, non ce ne sono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento