Martedì, 26 Ottobre 2021
Sport

Fed Cup: "Che emozione le Williams a Brindisi". Da lunedì la prevendita

Dopo l'ufficialità e l'avvio della macchina organizzativa, al Circolo Tennis Brindisi si lavora senza sosta e l'evento relativo allo spareggio di Fed Cup Italia-Stati Uniti in programma nei giorni 18 e 19 aprile prossimi, la cui vittoria sarà valida per la permanenza nel Gruppo A, di élite mondiale, inizia a prendere forma

BRINDISI - Dopo l’ufficialità e l’avvio della macchina organizzativa, al Circolo Tennis Brindisi si lavora senza sosta e l’evento relativo allo spareggio di Fed Cup Italia-Stati Uniti in programma nei giorni 18 e 19 aprile prossimi, la cui vittoria sarà valida per la permanenza nel Gruppo A, di élite mondiale, inizia a prendere forma. Si respira già aria di festa sui campi del sodalizio di via Ciciriello, dove scenderanno, tra circa quaranta giorni, giocatrici posizionate nella top 20 del ranking mondiale. 

Insomma, sono tutti in fermento e c’è qualcuno che in occasioni come queste, quando le emozioni sono diverse e variegate, viaggia a ritroso con la mente commentando con occhi esperti ciò che è già accaduto (quando nel 2005 si svolse a Brindisi la Fed Cup Italia-Russia, ndr) e quello che magari potrebbe accadere. 

E’ il caso di Alberto Ciampa, Maestro e Tecnico Nazionale del Circolo Tennis Brindisi che, da anni sui campi di terra rossa con racchetta e pallina gialla alla mano, si racconta a BrindisiReport. 

Maestro Ciampa, in occasione dello spareggio di Fed Cup Italia-Stati Uniti, il Circolo Tennis di Brindisi torna ad essere sede di un grande evento sportivo.
Questa è una cosa bellissima perché si tratta di un evento che per forza di cose darà  lustro non solo al nostro sodalizio, ma all’intera città di Brindisi, è un’occasione davvero molto importante per il territorio. Mi auguro che questa Fed Cup possa coinvolgere più persone possibili in modo tale che, anche dopo l’evento, siano sempre numerosi coloro che decideranno di avvicinarsi maggiormente al tennis e al Circolo.

Quella contro l’America è una sfida dura, ma non impossibile da vincere per la Nazionale Italiana. Cosa ne pensa?
Credo che il solo pensiero di incontrare una squadra come quella degli Stati Uniti già affascini. Se veramente, poi, dovessero arrivare a Brindisi le sorelle Williams, vederle, sarebbe per tutti un’emozione senza precedenti. Per il resto al momento non c’è molto da dire anche perché non conosciamo ancora ufficialmente  le convocate. La nostra è una grande squadra che saprà dare filo da torcere alle avversarie, d’altra parte, però, non si può non considerare che oltre a Serena e Venus, potrebbero scendere in campo la Stephens e la Keys, due giovani emergenti molto forti. Insomma, fare pronostici è assolutamente prematuro

Esattamente dieci anni fa il Circolo ospitò sui suoi campi la Fed Cup Italia-Russia. Cosa ricorda di quell’evento? Questa volta, con l’America, sarà diverso?
Ricordo benissimo quell’evento, in particolare mi vengono in mente una Dementieva e una Safina straordinarie che poi, in poco tempo son riuscite a fare una grande carriera, dimostrando di essere due grandissime giocatrici. Questa volta sarà dura: da un punto di vista sportivo ci toccherà lottare con i denti, sul piano organizzativo, malgrado il tempo sia poco, sono sicuro che ce la faremo ad organizzare tutto, questo anche grazie al supporto per noi fondamentale, di istituzioni, enti e sponsor che hanno scelto di essere al nostro fianco. Sono sicuro, tra l’altro, che sarà grande la risposta dei tifosi: sto ricevendo, infatti, decine e decine di telefonate anche da molti colleghi che vogliono coinvolgere i giovani, i ragazzi delle scuole tennis dei vari Circoli e questo è bellissimo.

Flavia tornerà nella sua città: vederla giocare sui campi da tennis dove è “nata”, per lei che è stato uno dei suoi primi Maestri, è sicuramente un’emozione forte.
Certo, sono contento e molto emozionato. Flavia, oltretutto, sulla terra rossa, è ancora ampiamente capace di dire la sua. Il fatto, poi, di giocare nella sua città, avendo accanto tanta gente che le vuole bene, non può che essere positivo per lei e rappresentare una motivazione in più per dimostrare il suo valore.

VENDITA BIGLIETTI
Da lunedì prossimo, 16 marzo, si potranno acquistare i biglietti per una sola giornata o per entrambe, esclusivamente attraverso il circuito di vendita TicketOne attivo in tutto il territorio nazionale. Sarà possibile farlo accedendo al sito (www.ticketone.it), oppure recandosi nei punti vendita convenzionati con lo stesso (A Brindisi presso Ipercoop “Le Colonne”, PosteShop sito in Piazza della Vittoria, 10 e Tabaccheria in Corso Roma, 41). 

A seguire le diverse opzioni di acquisto con i relativi prezzi. 
 

Abbonamento (Gradinata: 33 euro, Tribuna Centrale: 55 euro, Parterre: 77 euro, Parterre Gold: 110 euro, tutto compreso prevendita). 
Biglietti giornalieri: (Gradinata: 22 euro, Tribuna Centrale: 33 euro, Parterre: 44 euro, Parterre Gold: 66 euro, tutto compreso prevendita).

E’ prevista, inoltre, una promozione per i giocatori under 16 di tutte le scuole tennis dei Circoli della Regione che su richiesta, inviando una email all’indirizzo: fedcup@mca-group.eu, avranno la possibilità di acquistare un abbonamento per l’evento al costo di euro 25,00. I primi trecento giovani acquirenti riceveranno in omaggio una t-shirt dell’Italia. 

Intanto, venerdì 13 marzo, alle ore 11, presso Palazzo Nervegna si svolgerà una conferenza stampa di presentazione dell’evento alla presenza delle autorità e dei vari esponenti della Federazione Italiana Tennis.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fed Cup: "Che emozione le Williams a Brindisi". Da lunedì la prevendita

BrindisiReport è in caricamento