Martedì, 26 Ottobre 2021
Sport

Fed Cup, Flavia: "Orgogliosa di rappresentare la nazionale in casa mia"

Dagli spalti, a guardare le giocatrici in campo, insieme ai tanti appassionati del tennis, c'erano i giovani atleti provenienti da alcuni Circoli della Regione e i ragazzi delle scuole primarie e secondarie locali: si è svolto oggi (mercoledì 15 aprile), come da programma, l'allenamento a porte aperte delle due Nazionali impegnate nello spareggio di Fed Cup

BRINDISI - Dagli spalti, a guardare le giocatrici in campo, insieme ai tanti appassionati del tennis, c’erano i giovani atleti provenienti da alcuni Circoli della Regione e i ragazzi delle scuole primarie e secondarie locali: si è svolto oggi (mercoledì 15 aprile), come da programma, l’allenamento a porte aperte delle due Nazionali impegnate nello spareggio di Fed Cup Italia-Stati Uniti che si terrà a Brindisi sabato 18 e domenica 19 aprile, la cui vittoria sarà valida per la permanenza nel World Group.

Non solo, tra un’esercitazione e l’altra le giocatrici, prima le italiane e poi le americane in conferenza pre-draw, hanno avuto il primo contatto con i giornalisti per le interviste antecedenti al match. Dopo aver risposto a tutte le domande, però, soltanto le quattro azzurre – va aggiunto -  nell’ambito di un accordo tra la società New Basket e la Mca Events, agenzia organizzatrice dell’evento, hanno incontrato i due giocatori dell’Enel, Andrea Zerini e Michael Eric. 

Diversi sono stati gli argomenti trattati in conferenza stampa: dal forfait di Venus Williams, rimpiazzata con Lauren Davis e  arrivata a Brindisi nel pomeriggio di oggi, all’assenza di Roberta Vinci e ai pronostici sul sorteggio (in programma venerdì alle ore 11 a Palazzo Nervegna). Ma entrambe le squadre si son dette pronte ad affrontare questa sfida, probabilmente tra le più importanti della loro carriera. 

NAZIONALE ITALIANA

Il team americano ha comunicato ufficialmente ieri il forfait di Venus Williams. Cosa ne pensate?
Barazzutti: “Beh, meglio una Williams che due. L’assenza di Venus per noi, indubbiamente, non può essere un bene, ma per vincere dobbiamo necessariamente incassare tre punti e questo, alla fine, è quello che conta e ci stiamo lavorando. Vediamo, aspettiamo gli eventi: nel tennis non si può mai dire, sappiamo che tutto può succedere”.

Dopo dieci anni torna a giocare in casa sua. Per lei, Flavia questa è ufficialmente la prima sfida che affronterà nel suo Circolo, visto Camila Giorgi-2che nel 2005 contro la Russia a causa di un infortunio non riuscì a scendere in campo. E’ emozionata? Come sta vivendo questa esperienza qui a Brindisi?
Pennetta: “Molto bene. Sono contenta di essere tornata a rappresentare la Nazionale in casa mia, per me è un piacere immenso. Questa sarà una sfida difficile, ma sono sicura che noi, come sempre, daremo il massimo per regalare al pubblico italiano, brindisino una gran bella vittoria”.  (Nella foto a destra, Camila Giorgi)

L’assenza della Vinci è stata un duro colpo. Come l’avete presa?
Barazzutti: “Siamo molto dispiaciuti, lo abbiamo già detto quando sono state ufficializzate le convocazioni. Purtroppo, Roberta a causa di un infortunio dal quale sta recuperando non è in grado di affrontare un incontro di questa portata. Speriamo di riaverla presto con noi, ci auguriamo possa tornare in maglia azzurra per la prossima sfida”.

Siete contenti di giocare qui a Brindisi? Come è stato l’arrivo in città?
Barazzutti: “Tornare a giocare in questa città dopo dieci anni è un piacere. Il Circolo di Brindisi, peraltro, ha una grande tradizione tennistica e Flavia che è la padrona di casa ne è la dimostrazione. Qui, poi, si sta tranquilli, avete dei posti bellissimi e soprattutto si mangia molto bene.” 

Doppio e singolare. Possibili scontri e accoppiamenti. 
Barazzutti: “Per quanto riguarda l’incontro di doppio, in squadra abbiamo dei doppisti molto forti, vedete Flavia, Sara (numero 1 nel doppio insieme con la ex compagna Roberta Vinci), ma anche Karin e Camila che, però devono lavorare ancora un po’. Non so ancora chi scenderà in campo, intanto ci stiamo allenando, faremo un passo per volta. In merito al singolare, invece, che dire, aspettiamo i sorteggi.” 

La terra battuta può rappresentare un vantaggio per voi, rispetto al campo in cemento, forse più alla portata delle americane?
Barazzutti: “Si, sicuramente. La superficie in terra, dove il gioco è più lento per noi potrebbe essere una ‘carta vincente’, rispetto alle avversarie abituate ad un gioco molto più veloce. In ogni caso, come ho già detto, il tennis è uno sport imprevedibile”. 

VIDEO: L'ALLENAMENTO DI KARIN KNAPP E CAMILA GIORGI

NAZIONALE AMERICANA

Credete che l’assenza di una giocatrice forte come Venus Williams rappresenti per voi una difficoltà? Quanto incide sugli equilibri della squadra?
Fernandez: “Come abbiamo già comunicato ieri Venus non è qui con noi per motivi personali e questo ci dispiace molto. Indubbiamente, vista la grandezza della giocatrice, la sua assenza ha un peso notevole sul gruppo, ma devo dire che avendo avuto la fortuna di rimpiazzarla subito con Lauren Davis, tennista molto forte, ci riteniamo una squadra in grado di essere competitiva”.

Conferenza squadra americana-2Per lei, Lauren Davis, questa convocazione in Fed Cup è arrivata solo ieri, all’ultimo momento. Come l’ha presa?
Davis: “Bene. Sono molto emozionata di essere qui in Italia, a Brindisi. Giocare questa sfida per me sarà molto importante, sono certa che vivrò una bellissima esperienza, ancor più considerato che faccio parte di un team fantastico, dove ho trovato non solo delle compagne di squadra, ma delle amiche vere.” 

Giocare in casa della Pennetta, con il pubblico ‘amico’ per lei e per la Nazionale Italiana, cosa rappresenta per voi?
Fernandez: “Non sarà facile, il pubblico gioca sicuramente un ruolo importante, ma questo non ci spaventa. Siamo felici di essere qui, in una città così bella e siamo pronti a scendere in campo e ad affrontare questa sfida.” 

Intanto, si avvicina arrivo di Serena Williams, confermato per domani (giovedì 16 aprile) e atteso da tutti. 

Nelle foto in basso, le tenniste statiunitensi Mchale e Riske

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fed Cup, Flavia: "Orgogliosa di rappresentare la nazionale in casa mia"

BrindisiReport è in caricamento