Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Finale amaro anche a Torino: altra sconfitta per la New Basket Brindisi

Gli uomini di Sacchetti perdono di due punti al PalaRuffini. A fil di sirena Goss ha avuto fra le mani la tripla del sorpasso, ma la sua conclusione si è stampata sul ferro. Ottina prova di Scotto. Torna in campo Joseph dopo l'infortunio

Goss ha avuto a fil di sirena la palla del sorpasso, ma la sua tripla si è stampata sul ferro. L'errore del play americano ha condannato la New Basket Brindisi alla sconfitta (90-88) in casa dell'Auxilium Fiat Torino, in un match valevole per la quinta giornata di ritorno del campionato di Serie A.

La partita è stata a lungo sul filo dell'equilibrio. Nel terzo quarto gli uomini di Sacchetti non sono riusciti a gestire il massimo vantaggio di 13 punti, consentendo al roster allenato da Franco Vitucci di tornare in partita. Un sontuoso Scott (21 punti), i canestri di M'Baye (19 punti) e il ritorno di Joseph (schierato per 12 minuti dopo una lunga assenza per infortunio) non sono bastati per espugnare il PalaRuffini. Ancora una volta, dopo la sconfitta a fil di sirena rimediata contro Milano nei quarti di finale della Finale Eight di Coppa Italia, il finale è amaro per Brindisi.

La partita. Brindisi parte con Scott, Carter, Cardillo, Moore e M’Baye. Torino risponde con Wilson, Harvey, Wright, Washington e Mazzola. L’avvio di gara è all’insegna dell’equilibrio. Al 5’, grazie a una tripla di Moore, c’è un primo mini allungo di Brindisi, che va sul più 5 (6-11).

La Fiat tenta di restare incollata ai biancazzurri, ma all’8, grazie alla seconda tripla consecutiva di uno scatenato Moore, salgono a otto i punti di vantaggio del sodalizio pugliese. Oltre al play statunitense, incidono anche le prestazioni di Agbelese e M’Baye, che sotto le plance vincono i duelli con gli avversari diretti. Sul fronte opposto non sono da meno Valerio Mazzola e Wilson. E’ soprattutto grazie a loro se al termine del primo periodo il gap dalla New Basket si assottiglia a sole tre lunghezze.

Il secondo quarto inizia sulla stessa falsa riga del primo, con Torino costretta a inseguire, tenendosi a distanza di sicurezza da Brindisi. La situazione torna in parità (31-31) al 15’, quando Beppe Poeta realizza tre tiri liberi su tre. Poco dopo, la Fiat si porta per la prima volta in vantaggio, avviando una fase di sorpassi e controsorpassi in cui gli attacchi prevalgono sulle difese, dando vita a una partita gradevole. Alla fine del primo tempo, Brindisi è avanti di un punto (43-44).

L’inizio di terza frazione della New Basket è travolgente. Gli uomini di Sacchetti infatti prendono in mano le redini del match, toccando il massimo vantaggio di 13 punti (50-63 al 26’). Grande protagonista della fiammata biancazzurra è Scotto, che va a segno e imposta, affiancandosi a Goss in fase di costruzione de gioco. Di grande spessore anche la prestazione di M’Baye, implacabile finalizzatore. A spezzare il predominio degli adriatici è Wilson, con una tripla che stoppa la fuga della New Basket. La giocata dell’atleta americano rovescia nuovamente l’inerzia del match. Torino infatti stringe le maglie difensive e si fa più incisiva in attacco, riavvicinandosi agli avversari (65-62 al 29’). Alla fine del terzo quarto, sono quattro i punti dell’Enel (66-64).

Il momento positivo della Fiat prosegue anche nell’ultimo periodo. E’ poeta a firmare al 33’ la tripla del sorpasso. Subito dopo va a segno anche Washington, sancendo il massimo vantaggio dell’Auxilium (73-70). Brindisi accusa il colpo, ma la partita resta equilibrata. Al 36’ è preziosissima una giocata da tre punti (canestro, fallo subito e tiro libero) realizzata da Donzelli. A due minuti dal termine, Brindisi riacciuffa Torino grazie a una tripla di un incontenibile Scott ma sul ribaltamento di Fronte è Mazzola a piazzare in tiro da tre che riporta davanti i piemontesi. L'Enel non riesce ad andare a bersaglio nei possessi successivi, ma Torino non riesce a chiudere la partita, mentre a 14 secondi dalla fine Goss va a segno, riducendo a due i puti di distanza dai padroni di casa (88-86). A 10 secondi dalla sirena finale, Goss va sulla lunetta, realizzando entrambi i tiri. Torino resta davanti, ma di un solo punto. Allo scadere lo stesso Goss ha nelle mani la possibilità di siglare il canestro della vittoria, ma il suo tiro da tre si spegne sul ferro. E' Torino a portare a casa i due punti. 

Fra sette giorni, al PalaPemtassuglia arriverà Cremona. Certo è che questa sconfitta complica notevolmente la corsa dell'Enel verso la zona playoff.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finale amaro anche a Torino: altra sconfitta per la New Basket Brindisi

BrindisiReport è in caricamento