Florimbj: "Non possiamo che migliorare". E la gente torna al "Fanuzzi"

BRINDISI – “Non posso certo nascondere che il nostro è un inizio come meglio non potevamo sperare. Due gare, altrettante vittorie. Ma ancora di più importante è che questa squadra è ancora in fase di crescita. L’ho detto dopo Isola Liri, lo ripeto oggi: noi non possiamo che migliorare, e margini ne abbiamo ancora tanti”. Carlo Florimbj è sereno e contento. Il suo Brindisi è partito alla grande. “Isola Liri – dice il tecnico – è stata sottovalutata. Non è affatto una squadretta. L’ha dimostrato il pareggio conquistato ad Aversa. E lo riconfermo: a Isola Liri saranno ben poche le squadre che riusciranno a fare punti”.

I giocatori salutano i tifosi

BRINDISI – “Non posso certo nascondere che il nostro è un inizio come meglio non potevamo sperare. Due gare, altrettante vittorie. Ma ancora di più importante è che questa squadra è ancora in fase di crescita. L’ho detto dopo Isola Liri, lo ripeto oggi: noi non possiamo che migliorare, e margini ne abbiamo ancora tanti”. Carlo Florimbj è sereno e contento. Il suo Brindisi è partito alla grande. “Isola Liri – dice il tecnico – è stata sottovalutata. Non è affatto una squadretta. L’ha dimostrato il pareggio conquistato ad Aversa. E lo riconfermo: a Isola Liri saranno ben poche le squadre che riusciranno a fare punti”.

Il Brindisi a Isola, nella gara di esordio, ha vinto giocando un buon calcio nonostante il ritardo nella preparazione. Poi ha affrontato l’Avellino, squadra indicata come pretendente alla vittoria del campionato.  L’Avellino – sottolinea Florimbj – è una squadra che farà bene. Siamo stati noi a prendere le misure ai nostri avversari. Ma non dobbiamo scordare che nell’Avellino ci sono giocatori di grande esperienza. Noi abbiamo puntato su un mix tra giovani interessanti e giocatori di esperienza, di categoria, e tecnicamente di qualità. Coduti e Fruci, tanto per fare un esempio, lo scorso anno giocavano tra i dilettanti e ora, tra i professionisti, si stanno facendo valere. Insomma, riteniamo di avere indovinato la miscela giusta. Ma è ancora troppo presto per tirare le somme. Stiamo lavorando sodo e bene e i risultati stanno arrivando”.

Il Brindisi è un gruppo che si sta facendo apprezzare per compattezza e determinazione. Non molla mai. Contro l’Avellino ha giocato un primo tempo a livelli altissimi. “Ripeto – dice il tecnico del Brindisi -, noi ancora non siamo al top della preparazione, possiamo solo migliorare. Ci faremo rispettare, di questo ne sono sicuro”.

E poi c’è un tale Ceccarelli che ha regalato sei punti al Brindisi ed è capocannoniere. “Ceccarelli, l’ho già detto, lo conoscevamo bene – dice il tecnico -. E’ bravo e lo sta dimostrando. Contro l’Avellino avrebbe potuto mettere a segno un’altra doppietta. Devo però dire che se abbiamo vinto queste due gare lo si deve a tutta la squadra. C’è chi segna, chi costruisce il gioco, chi difende la porta, compreso naturalmente il portiere”.

Il pubblico ha sostenuto la squadra biancazzurra. L’amore per il Brindisi, che sembrava svanito con la mancata presentazione della domanda di ripescaggio in Prima divisione, è immediatamente tornato. Allo stadio c’erano oltre duemila persone che hanno tifato in modo incredibile, sostenendo la squadra, applaudendo giocatori e tecnico. “Apprezzo molto il sostegno che tutto lo stadio ci ha dato – precisa Florimbj -. A dire il vero non mi aspettavo tanta gente, anche se speravo che per la nostra prima gara casalinga ci fosse un pubblico importante. Così è stato e io non posso fare altro che ringraziare i nostri tifosi, veramente meravigliosi. Il nostro obiettivo è dare loro soddisfazioni, farli divertire, come ritengo sia stato contro l’Avellino”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domenica si va ad Aversa. “E noi affronteremo anche questa squadra con il nostro solito piglio. Rispettiamo tutti gli avversari, ma per noi sono tutti uguali, da affrontare senza distrazione alcuna e con grande determinazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Tenta rapina in rivendita di pane, il titolare reagisce e lei fugge: denunciata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento