menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gol di Ciminari (Aversacalcio.it)

Il gol di Ciminari (Aversacalcio.it)

Football Brindisi, la maledizione della trasferta colpisce ancora

BRINDISI - Vallo a capire, questo Football Brindisi. In casa non dà tregua a nessuno. Fuori casa non riesce a battere nemmeno l’Aversa che, con tutto il rispetto per i suoi allenatori (il duo Foglia Manzillo-Juary), è una squadra senza alcuna pretesa, impelagata nella lotta per evitare gli spareggi-retrocessione. Lontano dal Fanuzzi i biancazzurri perdono quella personalità che ha consentito loro di essere una delle quattro squadre del Girone C della Seconda divisione, che in casa non hanno sinora perso: Catanzaro, Juve Stabia, Cisco Roma e, appunto, il Brindisi.

BRINDISI - Vallo a capire, questo Football Brindisi. In casa non dà tregua a nessuno. Fuori casa non riesce a battere nemmeno l'Aversa che, con tutto il rispetto per i suoi allenatori (il duo Foglia Manzillo-Juary), è una squadra senza alcuna pretesa, impelagata nella lotta per evitare gli spareggi-retrocessione. Lontano dal Fanuzzi i biancazzurri perdono quella personalità che ha consentito loro di essere una delle quattro squadre del Girone C della Seconda divisione, che in casa non hanno sinora perso: Catanzaro, Juve Stabia, Cisco Roma e, appunto, il Brindisi.

Peraltro, il Brindisi allenato da Silva al Fanuzzi ha una serie positiva di risultati che dura da ben quaranta partite. In trasferta questa squadra cambia volto. Per alcuni versi è irriconoscibile. Parte bene e poi si perde. E finisce con l'uscire sconfitta anche da match che sulla carta la danno per favorita. Colpa anche di un attacco decisamente sterile. Perché di occasioni da gol ne vengono costruite. Ma al momento della finalizzazione ogni sforzo viene vanificato.

Contro l'Aversa la squadra allenata da Massimo Silva ha sfoderato la solita prestazione. Un primo tempo giocato bene, con tre palle-gol sprecate banalmente, e un secondo tempo da dimenticare. Una ripresa che ha consentito ai padroni di casa di passare in vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione e il Brindisi incapace di reagire, di imbastire una qualsivoglia azione degna di rilievo.

E' vero che il Brindisi era privo di tre titolari (Idda, Carcione e Battisti), ma è anche vero che l'allenatore dei biancazzurri può disporre di valide alternative.

Nulla da fare, però. Su questo fronte la squadra stenta a rispondere e come conseguenza ha incassato la settima sconfitta esterna della stagione. Non riuscendo ad approfittare di una giornata che si era messa proprio bene. Hanno infatti perso il Catanzaro (e, quindi, la classifica del Brindisi si sarebbe accorciata anche rispetto alla prima), il Siracusa e il Gela. In pratica se i biancazzurri avessero vinto si troverebbero in quarta posizione. E invece si ritrovano in sesta posizione, a pari punti con il Barletta che, per effetto del pareggio conquistato all'andata a Brindisi, li precede.

I biancazzurri ora hanno due partite in casa. La prima domenica contro la Juve Stabia, attuale capolista, assieme a Catanzaro, e la seconda il 28 marzo (il 21 il campionato si ferma) con la Cisco Roma. Impegni non facili. Ma, come si diceva, il Brindisi in casa è tutt'altra cosa.

Per quanto riguarda le altre del girone C, c'è da annotare che la rincorsa della Juve Stabia al Catanzaro è arrivata a buon fine. Il Catanzaro, sconfitto dal Barletta (una squadra piena di baby che si sta facendo onore), è stato agganciato in vetta dalla Juve che ha battuto con un sonoro 4-0 il Noicattaro, serio candidato alla retrocessione.

Male anche il Siracusa, sconfitto dal Vico Equense (1-0), anche questi ultimi candidati alla retrocessione, e il Gela che si è fatto superare in casa dal Cassino (2-1). Bene la Cisco Roma che a Manfredonia ha superato la squadra locale per 4-2.

Qualche segno di ripresa sta dando l'Igea Virus, collocata in ultima posizione (e penalizzata di due punti), che da quando ha cambiato proprietà sta dando segni di ripresa. A farne le spese in quest'ultima giornata è stato il Melfi che non è riuscito ad andare oltre l'1-1.

Per il resto è ordinaria amministrazione.

I risultati

Aversa-Brindisi 1-0

Barletta-Catanzaro 2-1

Gela-Cassino 1-2

Igea Virus-Melfi 1-1

Isola Liri-Vibonese 0-0

Juve Stabia-Noicattaro 4-0

Manfredonia-Cisco Roma 2-4

Monopoli-Scafatese 2-2

Vico Equense-Siracusa 1-0

La classifica

Juve Stabia 54

Catanzaro (-3) 54

Cisco Roma 51

Siracusa 44

Gela 42

Barletta (-1) 41

Brindisi 41

Cassino 38

Melfi 35

Monopoli 35

Aversa 30

Isola Liri 30

Manfredonia 29

Scafatese 27

Noicattaro 23

Vico Equense 22

Vibonese (-1) 20

Igea Virus (-2) 11

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento