rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Sport

Galigani-Mennitti fumata nera. Stipendi calciatori regolarizzati sino al 15 novembre

BRINDISI – Uno spiraglio potrebbe venir fuori da un incontro che il presidente Vittorio Galigani aveva nel pomeriggio con un possibile sponsor. La notizia è trapelata pochi minuti fa, ma non ha trovato ulteriori conferme. Si dice che questo abbia rincuorato il dirigente del Football Brindisi che era uscito totalmente scoraggiato dall’incontro avuto in mattinata con il sindaco Domenico Mennitti. Incontro che Galigani ai suoi più stretti collaboratori aveva sintetizzato con questa frase: “Il sindaco mi ha detto che a Brindisi del calcio non gliene frega niente a nessuno”.

BRINDISI - Uno spiraglio potrebbe venir fuori da un incontro che il presidente Vittorio Galigani aveva nel pomeriggio con un possibile sponsor. La notizia è trapelata pochi minuti fa, ma non ha trovato ulteriori conferme. Si dice che questo abbia rincuorato il dirigente del Football Brindisi che era uscito totalmente scoraggiato dall'incontro avuto in mattinata con il sindaco Domenico Mennitti. Incontro che Galigani ai suoi più stretti collaboratori aveva sintetizzato con questa frase: "Il sindaco mi ha detto che a Brindisi del calcio non gliene frega niente a nessuno".

Su questo incontro né Mennitti, né Galigani hanno fatto comunicati stampa. Il sindaco avrebbe detto al presidente del Brindisi che la situazione complessiva di Brindisi non è delle migliori e che dare un sostegno alla squadra di calcio non è nemmeno ipotizzabile. Il fatto che poi non si trovino sponsor è per la categoria in cui gioca il Brindisi. Lo stesso discorso che si è fatto quando giocava in Eccellenza. Bisogna aspettare la promozione in Serie D. Che poi arrivò, ma era troppo poco per interessare gli sponsor. E' arrivata la Seconda divisione. Ed anche questa categoria è poca cosa per attirare eventuali sponsor. Bisogna capacitarsi, perché la squadra di calcio del Brindisi abbia uno sponsor deve quanto meno arrivare in serie B.

Porte sbarrate, dunque, dal Comune che probabilmente non ha ancora digerito il fallimento della trattativa tra un gruppo di imprenditori locali, individuati dal vice sindaco Mauro D'Attis, e i Barretta, proprietari della società. La cordata di imprenditori locali si faceva carico solo di versare la quota per iscrivere in Prima divisione la squadra (il ripescaggio) e non volle saperne di pagare gli ottocentomila euro che i Barretta chiedevano per il passaggio di mano della società. Il ripescaggio non ci fu e si fecero avanti Galigani e i suoi soci per rilevare il Brindisi. A loro interessava la Seconda divisione.

La situazione attuale. La squadra era partita bene. Poi all'improvviso il crollo, con una lunga serie di sconfitte, tanto da finire dal primo posto in classifica nella zona bassa. Domenica si è toccato il fondo con la squadra che dava l'impressione di fare di tutto per perdere. La reazione di Galigani è stata violenta. "Vi metto fuori squadra per evitare un altro sconcio del genere". La frase rivolta a Moscelli, Minopoli, Ceccarelli, Marconato, La Rosa. A tutti quelli che dovrebbero essere il valore aggiunto e che invece hanno mollato completamente.

Si dice perché non vengono pagati. Sempre stando ai bene informati, la società avrebbe regolarizzato tutto quanto previsto per la scadenza 15 novembre. Per la restante parte (quella che dev'essere obbligatoriamente saldata entro il 15 febbraio), avrebbe regolarizzato con quelli che costano poco, mentre agli altri il presidente avrebbero chiesto di aspettare perché per il momento non era possibile. Avrebbe anche detto loro che se non la sentivano di aspettare potevano decidere di trovarsi una nuova collocazione.

Per la gara di domenica, contro il Latina, Galigani sarebbe tuttora determinato a far giocare i giovani al posto di quei quattro o cinque giocatori che hanno dimostrato di remare contro, o, comunque, di non impegnarsi più di tanto. Oggi c'è stata una doppia seduta di allenamento. Unico assente Taurino che si sta allenando a parte. Domani la solita partita in famiglia del giovedì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galigani-Mennitti fumata nera. Stipendi calciatori regolarizzati sino al 15 novembre

BrindisiReport è in caricamento