menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Happy Casa: vincere contro Trieste per un sicuro posto nei playoff

La squadra di coach Vitucci parte con il notevole vantaggio di aver vinto a Trieste con 21 punti. Si gioca al PalaPentassuglia questa sera con inizio alle ore 19.30. La partita sarà trasmessa in diretta su Eurosport Player

BRINDISI - In palio non ci sono due punti qualsiasi di una normale partita fra Happy Casa Brindisi e Alma Trieste, straordinarie squadre protagoniste a sorpresa del campionato di serie A, ma la certezza matematica di poter blindare un posto al sole dei play off scudetto 2018/19, con due giornate di anticipo. La squadra di coach Vitucci e quella di coach Dalmasson meritano ampiamente il raggiungimento di questo traguardo per i risultati finora conseguiti ed il gioco espresso, grazie alla posizione di classifica attuale e per il quale hanno già staccato metà ticket. Ma Trieste ha anche il difficile compito di ribaltare la sconfitta subita in casa da Brindisi per 71-92, che allo stato sembra un risultato irrealizzabile vista la consistenza della difesa di Happy Casa Brindisi.

L’ “attacco-mitraglia” di Trieste

Non ci poteva essere, tuttavia, “cliente “più difficile per Happy Casa Brindisi nella giornata in cui deve necessariamente difendere il posto conquistato meritatamente nei play off scudetto. L’Alma Trieste di coach Eugenio Dalmasson è in piena fase ascendente, forte di una riconquistata posizione di eccellenza, a pari merito con Brindisi e Trentino, fascia da poco guadagnata con la eclatante vittoria su Reyer Venezia(104-85), effetto di una scalata che conta ben 9 vittorie nelle ultime 11 partite di campionato, e cinque vittorie consecutive nelle ultime 5 partite, in cui ha messo in mostra un “attacco-mitraglia” di straordinaria forza penetrativa. Contro Venezia i giocatori di coach Dalmasson sono stati capaci di infilare ben 9 triple in 20 minuti contro la squadra di coach De Raffaele che fino ad allora vantava la difesa più forte del campionato, con “triple” di Cavaliero (4/6), Peric (2/2), Fernandez(3/5) e con percentuali di rilievo da 2 punti, grazie a Da Ros (4/5), Mosley (5/6), Dragic (5/8) ed ancora anche di Peric (3/3) e di Fernandez (2/2).

Happy Casa 2019-2

La “difesa” di coach Vitucci

Ma coach Vitucci sa come trovare sempre i rimedi giusti per arginare anche gli attacchi più prolifici del campionato, come ha spesso dimostrato nelle partite più difficili. In conferenza stampa l’allenatore brindisino ha voluto infatti ricordare che la sua squadra è riuscita ad imporre una difesa agguerrita, capace di contenere e limitare le formazioni che sono giunte al PalaPentassuglia con la fama di grandi attacchi, come la Reyer Venezia, che ha fermato a soli 65 punti realizzati (contro i 71 di Happy Casa), che ha battuto sonoramente anche l’Olimpia Milano. Anche contro Alma Trieste, perciò, Happy Casa Brindisi sarà certamente in grado di contenere quello che, stando alle recenti prestazioni, sembra essere un attacco incontenibile, con molti giocatori in grado di ottenere realizzazioni da 2 e da 3 punti.
Wojciechowski Happy Casa-2

Wojciechowsky ritorna in squadra

In settimana coach Vitucci ha avuto qualche difficoltà a svolgere normali allenamenti per l’indisponibilità di Wojciechowsky. Con molta probabilità il giocatore farà parte del roster che affronterà la squadra di coach Dalmasson, ma potrà essere utilizzato solo se lo staff medico sarà riuscito in queste ultime ore a consentirne l’impiego, anche parziale. Si è allenato, invece, in modo regolare Wes Clark che ha mostrato chiari segni di ripresa fisica ed atletica, tanto che coach Vitucci potrebbe concedergli più minutaggio, considerato che la squadra ha bisogno di recuperare un tiratore in più, viste le capacità di ottimo realizzatore del rookie americano che prima dell’infortunio si avviava ad essere considerato una vera rivelazione del campionato.

happy casa brindisi-openjobmetis varese 24032019 - clark-2

Terna arbitrale affidabile per la partita-spareggio

Una partita fra due squadre appaiate in classifica a 32 punti (con Trento) che hanno lo stesso obbiettivo di vincere per assicurarsi la Arbitro Mazzoni-2matematica certezza di partecipare alla griglia play off, merita di essere arbitrata da una terna all’altezza del compito. Per Brindisi-Trieste la direzione di gara è stata affidata a Manuel Mazzoni di Grosseto (I° arbitro), Alessandro Vicino di Argelato (Bologna) (2° arbitro) e Alessandro Nicolini di Bagheria (Palermo); al tavolo segnapunti Giuseppina Rondinelli di Foggia, cronometrista Fabiola Monaco di Brindisi e Maria Maggi di Taranto ai 24 secondi.

Una terna arbitrale che sicuramente saprà garantire la dovuta correttezza ed imparzialità in campo a tecnici e giocatori, considerata l’importanza della posta in palio. Happy Casa Brindisi, che ricorda l’equilibrio e l’obiettività di Paternicò, Baldini e Boninsegna, al “PalaDozza” di Bologna, ha da dimenticare Cremona, dove la direzione di gara a dir poco “creativa” di Bartoli, Perciavalle e Belfiore influenzò negativamente lo svolgimento della gara ed anche il risultato finale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento