rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

Quinto ko di fila contro Brescia: notte fonda per la Happy Casa

Brindisi perde di nove punti contro la capolista, restando a quota zero punti dopo cinque giornate. Troppi alti e bassi per i biancazzurri

BRINDISI - La Happy Casa Brindisi non si schioda dallo zero in classifica. Anche la Germani Brescia passa al PalaPentassuglia (69-78), infliggendo ai biancazzurri la quinta sconfitta in cinque partite. La squadra di Dell'Agnello resta fanalino di coda del massimo campionato, insieme a Reggio Emilia. 

Al cospetto di una delle capoliste, in testa a punteggio pieno, si è riproposto stasera un copione già visto contro Venezia e Milano. Brindisi a tratti ha tenuto testa al roster di coach Diana, ma la gara dei biancazzurri è stata segnata da troppi up and down. La Germani, del resto, ha avuto sempre in mano le redini dell'incontro, ritagliandosi un massimo vantaggio di 12 punti. 

Di positivo ci sono le prove di Mesicek, Randle e Lalanne. Ma servirà ben altro per centrare l'obiettivo della salvezza. Urge tornare sul mercato per trovare un lungo di spessore. E' sotto i tabelloni, infatti, che Brindisi ha perso la partita. 

Primo quarto

Oleka, prossimo al taglio dopo le dichiarazioni estremamente critiche pronunciate nei suoi confronti dal presidente Marino, va regolarmente a referto, ma guarda i compagni dalla panchina per tutta la partita. Dell’Agnello schiera nello starting five Barber, Tepic, Mesicek, Lalanne e Randle. Brescia parte con Moore, Hunt, Luca Vitali, Landry, Michele Vitali.

Donzelli, Randle, Mesicek-2

Come già accaduto contro Venezia e Milano, è buono l’approccio alla partita dei biancazzurri, che rispondono colpo su colpo ai canestri inanellati da Brescia, prediligendo la soluzione del tiro dalla lunga distanza. Brindisi non riesce a limitare l’estro di Luca Vitali, Moss e Landry, ma punge con Lalanne, in gran spolvero, e Randle. Al 7’, bravi a tenere sempre sotto tiro Brescia, siglano il primo vantaggio (17-14). Alla fine del parziale, Brescia è avanti di tre (20-23).

Happy Casa Brindisi - Germani Brescia

Secondo quarto

L’ultima azione del primo periodo e la prima del secondo parziale portano la firma di Moss, che sale in cattedra con due triple. Grazie anche a due liberi di Sacchetti e a un’altra tripla di un incontenibile Moss, Brescia piazza il primo allungo (22-32 al 12’).  Le triple fioccano su entrambi i versanti. Fra le file biancazzurre vanno a bersaglio Mesicek, il migliore dell'Happy Casa, e Giuri. Grazie ai loro canestri, il tentativo di fuga della Leonessa viene arginato, anche se gli ospiti continuano a fare da lepre (32-38 al 16’) e a due minuti dall’intervallo lungo vanno sul più 11 (35-46). Alla fine del primo tempo, il gap scende a sette lunghezze (40-47).

Maro Giuri-2

Terzo quarto

Anche nelle prime battute del terzo periodo sono gli ospiti ad avere in mano il pallino del gioco. Il vantaggio della Leonessa tocca di nuovo quota 12 punti (44-56) al 35'. Landry, Luca Vitali e Moss sono una costante spina nel fianco per la retroguardia biancazzurra. Difficile per i padroni di casa ribaltare l'inerzia di un match che sembra sfuggire di mano. Sono Mesicek e Randle a tenere a galla la Stella del Sud nel momento più difficile della contesa. Anche Suggs non scherza. Grazie a due triple di fila della guardia americana, Brindisi dimezza il gap (57-62 al 27'). A un giro di lancette dalla fine del periodo, la partita si riapre (61-63) e il PalaPentassuglia si surriscalda.

Mesicek-4

Ultimo quarto

Brescia resiste al tentativo di rimonta dell'Happy Casa, mettendo un margine di nove punti (63-72) dopo tre minuti dall'inizio dell'ultimo periodo. I biancazzurri sprigionano grande agonismo, ma la lucidità comincia a venir meno. Le rotazioni a disposizione di Dell'Agnello, del resto, sono limitatissime. Inevitabile che alcuni fra i protagonisti del primo tempo, Mesicek in primis, vadano in affanno. Può contare su una panchina decisamente più lunga, invece, coach Diana. Brindisi sopperisce con la tenacia e animus pugnandi alla carenza d'ossigeno. Al 36' si registra una nuova fiammata della Happy Casa, che si rifa sotto (69-72). Sotto le plance, però, i lunghi biancazzurri commettono una sfilza di errori. Brescia ringrazia, mettendo in cassaforte la vittoria. Domenica prossima, altro durissimo banco di prova casalingo per Brindisi, contro Avellino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quinto ko di fila contro Brescia: notte fonda per la Happy Casa

BrindisiReport è in caricamento