Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Giochi del Mediterraneo 2026, a Brindisi le gare di taekwondo

Il presidente nazionale Fita, Angelo Cito, torna a parlare della ripresa del taekwondo in tempo di pandemia da Covid 19

BRINDISI - La città di Brindisi sarà protagonista, insieme a Taranto e Lecce, dei Giochi del Mediterraneo 2026, ospitando tutte le gare di taekwondo. “Come già anticipato in una precedente intervista – dice il presidente Fita, Angelo Cito – sarà coinvolta tutta la Puglia e soprattutto le province di Brindisi, Lecce e Taranto. La Puglia ha dimostrato di avere tutta l’esperienza, la capacità per organizzare eventi sportivi di altissimo livello. L’ultima occasione, per il taekwondo, è stato il campionato Europeo C4 (categorie olimpiche) a Bari, con quasi 50 nazioni presenti. Proprio lì Vito Dell’Aquila ha così blindato la qualificazione olimpica vincendo il titolo europeo”.

Così Cito sugli effetti di una manifestazione del genere alla Puglia: “Dipenderà in gran parte da noi pugliesi. Si tratta di una grande vetrina, di un’occasione che ci viene data per dimostrare ancora una volta cosa sappiamo e vogliamo fare. Ora è importante lavorare sulle tappe di avvicinamento all’evento, creare un percorso che possa attirare più possibile interesse e attenzione. Un lavoro che dovranno fare le diverse federazioni coinvolte. Noi come taekwondo pianificheremo gare con tutte le nazioni nelle tre province, con l’obbiettivo di farci conoscere, sul piano organizzativo e per il turismo. Sarà fondamentale il grande coinvolgimento che creeremo con le associazioni affiliate alla Fita, con i loro tecnici e le strutture, per noi punto di riferimento. Vogliamo intensificare i rapporti con i paesi del Mediterraneo attraverso progetti e scambi reciproci. Sono davvero convinto che abbiamo una grande occasione e che saremo in grado di non sprecarla”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giochi del Mediterraneo 2026, a Brindisi le gare di taekwondo

BrindisiReport è in caricamento