menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Girandola di emozioni contro il Corato: il Brindisi vince in rimonta

I biancazzurri si impongono per 3-2 contro la squadra barese, conquistando la seconda vittoria consecutiva

BRINDISI - Un Brindisi mai domo batte in rimonta (3-2) il Corato, conqustando la secondo vittoria consecutiva, dopo la golada rifilata domenica scorsa all'Unione calcio Bisceglie. La partita si era messa subito male per il Brindisi, che dopo appena 7 secondi ha subito il gol degli ospiti, uno dei più veloci (se non il più veloce) mai realizzato al Fanuzzzi. Poi il Brindisi pareggia grazie a un autogol di Altares, e subisce nuovamente la rete della formazione barese, per poi rimontare con Quarta e Pignataro. Il primo, in particolare, è stato protagonista di una prestazione maiuscola, come sottolineato dagli applausi a scena aperta dei circa 400 spettatori del Fanuzzi, al momento della sua sostituzione. 

Primo tempo

Olivieri conferma l’iper offensivo 4-2-4 adottato per la prima volta domenica scorsa. L’undici iniziale è quasi lo stesso. Ai centrocampisti Marino e Iaia è affidato il compito di rompere il gioco avversario e impostare quello biancazzurro. In difesa, D’angelo viene schierato a destra e De Fazio a sinistra. Fra i due, la coppia di centrali Ianniciello-Fruci. In attacco, Quarta e Procida larghi, a supporto di Pignataro e Acosta. 

Passano appena 10 secondi dal fischio d’inizio quando il Corato va a segno con Morra, che dalla trequarti beffa Lacirignola con un pallonetto che lascia di stucco i tifosi brindisini. La reazione del Brindisi è immediata. Già al 5’ i padroni di casa sfiorano con un colpo di testa di Acosta il pareggio. La partita non conosce un attimo di tregua. Al 9, Matera si invola davanti a Lacirignola ma sbaglia l’ultimo controllo, agevolando l’uscita bassa del portiere brindisino. All’8’, Quarta, con un colpo di testa all’indietro, fa correre un brivido al Corato.

Lo stesso Quarta, al 35’, propizia il pareggio del Brindisi con un cross teso dal fondo, sul quale Altares interviene in modo scoordinato, realizzando un autogol. Il Corato prova a rifarsi al 35’, con una tambureggiante azione nell’area biancazzurra che culmina con un tiro di Morra addosso a Lacirignola. Morra è ancora protagonista al 46’, con una sponda aerea al limite dell’area piccola raccolta da Sguera, che in mezza rovesciata, a botta sicura, trafigge Lacirignola. Per i padroni di casa non cè neanche il tempo di mettere la palla a centrocampo. Il primo tempo si chiude qui. 

Secondo tempo

Anche in avvio di ripresa, il Corato mette in difficoltà la difesa biancazzurra. Al 6' Ianniciello anticipa un avversario pronto a insaccare a porta vuota, su un traversone di uno scatenato Morra. All'8'. ancora lui, Morra, mette e sedere Ianniciello con una finta. Il difensore biancazzurro, con una grossa ingenuità, tocca la palla con le mani, provocando un ineccepibile calcio di rigore. Dal dischetto va D'Arcante, che si fa ipnotizzare da Lacirignola, battezzando il palo.

Il Brindisi ne approfitta al 12', con una girata al volo dal limite dell'area di Quarta, che ristabilisce la parità. Al 18', dopo un concitato batti e ribatti in area di rigore, il cuoio carambola sui piedi di Marino, che dal limite dell'area piccola spara addosso al portiere D'Angelo, divorandosi il gol del 3-2. Al 20', viene annullato un gol, per fuorigioco, a Procida. Due minuti dopo, Quarta, in stato di grazia, supera un dribling un avversario e viene atterrato. Netto il penalty concesso dal direttore di gara. Pignataro è implacabile dagli undici metri. L'attaccante biancazzurro realizza il gol della vittoria. Il Corato, negli ultimi 20 minuti, non si rende mai pericoloso. 

Il Brindisi aveva bisogno di una vittoria per non perdere ulteriore terreno dalla capolista Casarano, che resta a sei punti di distacco. I biancazzurri, dopo la pausa natalizia, torneranno in campo il 6 gennaio, in casa dell'Otranto. 

Tabellino

Brindisi- Corato: 3-2
Brindisi: Lacirignola, De Fazio (Salamina dal 41' st), D’angelo, Ianniciello, Fruci, Marino, Iaia, Procida (Girardi dal 46' st), Quarta (Merito dal 30' st), Pignataro (De Pasquale dal 23' st), Acosta. A disp. Pizzolato, Zizzi, De Pasquale, Giunta, Merito, Lanza, Lieggi, Girardi, Salamina. All. Olivieri
Corato: D’Angelo, Belluoccio (Ciriolo dal 30' st), Monteduro, ZInetti, Colangione, Altares (Schirone dal 41' st), Matera, D’Arcante (Cannone dal 17' st), Albanese, Sguera, Morra. A disp. Cilli, Asselti, Santoro, Bonabitacola, Marcellino, Cannone, Schirone, Chiarulli, Ciriolo. All. Castelletti
Marcatori: Morra (Br) al 1’ pt; Altarres (Co), autorete, al 35’ pt; Sguera (Co) al 46' pt; Quarta (Br) al 12' st; Pignataro (Br) al 22' st, su calcio di rigore
Note: Circa 400 spettatori, fra cui circa 20 supporters del Corato; rigore sbagliato da D'Altares (Co) all'8' st

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: nuovi casi scendono sotto quota 1000, altri 27 decessi

  • Politica

    Torre Guaceto: Brindisi punta alla rotazione della presidenza

  • Emergenza Covid-19

    Apertura strutture turistiche, una soluzione dal passaporto sanitario

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento