Serie D: grande attesa per il derby dei due mari. Mille tarantini al Fanuzzi

Sono attesi circa mille tifosi tarantini al derby dei due mari che domani pomeriggio, 5 ottobre (ore 15), andrà in scena allo stadio Franco Fanuzzi, per la quinta giornata del campionato di Serie D. Si tratta dell'esordio di mister Ezio Castellucci sulla panchina del Brindisi, dopo l'esonero di Chiricallo. La formazione che il tecnico laziale intende schierare è un'incognita

L'esultanza di Fella dopo il gol dell'1-0 messo a segno nel derby dell'ottobre 2013

BRINDISI – Sono attesi  circa mille tifosi tarantini al derby dei due mari che domani pomeriggio, 5 ottobre (ore 15), andrà in scena allo stadio Franco Fanuzzi, per la quinta giornata del campionato di Serie D. Si tratta dell’esordio di mister Ezio Castellucci sulla panchina del Brindisi, dopo l’esonero di Chiricallo. La formazione che il tecnico laziale intende schierare è un’incognita.

A giudicare dagli elementi emersi nel corso dell’allenamento di rifinitura svoltosi stamani, davanti a un centinaio di tifosi, Castellucci non sembra intenzionato ad accantonare il modulo 4-4-2. Grossi dubbi, però, sugli interpreti. In porta dovrebbe essere confermato Cattafesta. In difesa dovrebbero trovare spazioEzio Castellucci dirige un allenamento-2: Lorito e Raho sulle fasce; Ciano e Terracciano al centro.

Sulla mediana, si va verso un’esclusione di capitan Ciro Danucci, ancora in ritardo di condizione e a disagio in un centrocampo a quattro. Castellucci potrebbe dunque affidarsi a due interdittori come Ivan Romito e Pollidori, schierando sugli esterni Oliveira e De Vivo. Le uniche certezze sono in attacco, dove non si discute la coppia Molinari-Ancora.

Il Brindisi ha disperato bisogno dei tre punti per risalire la china (i biancazzurri sono in zona  playout, con il misero bottino di quattro punti) e ritrovare fiducia. Serve una scossa d’entusiasmo anche per i tifosi, traumatizzati dal disastroso avvio di campionato. Ma il Taranto sarà un avversario durissimo. Reduci dal pareggio casalingo con il Bisceglie, i rossoblù allenati da Massimiliano Favo hanno un ruolino di due vittorie (in casa di Gelbison e Francavilla sul Sinni) e due pareggi (contro Cavese e Bisceglie).

Acquistato in estate dall’imprenditore campano Domenico Campitiello, il sodalizio jonico è partito a fari spenti. Il pezzo pregiato dello scorso anno, il capocannoniere Hernan Molinari, passato proprio al Brindisi, è stato rimpiazzato con un attaccante comunque in grado di fare la differenza fra i Dilettanti: Giuseppe Genchi. Quest’ultimo è reduce da un fastidio muscolare che ha condizionato il suo lavoro nel corso della settimana, ma domani partirà sicuramente fra i titolari.

Stesso discorso vale per l’altro ex della partita, il centrocampista offensivo Francesco Mignogna, in biancazzurro nella stagione 2011-2012. I tarantini, come detto, saranno seguiti da un nutrito manipolo di sostenitori. Fino alla serata di venerdì erano stati venduti più di 650 biglietti per la Curva Nord del Fanuzzi. In giornata si dovrebbe toccare quota mille. Il settore ospiti del comunale di via Benedetto Brin, dunque, regalerà un gran colpo d’occhio.

Ma c’è da aspettarsi un’ottima risposta anche da parte dei tifosi locali, certamente desiderosi di bissare il successo conseguito nel derby casalingo del 6 ottobre 2013, quando il Brindisi si impose per 2-0 con reti di Fella e Gambino. Il match verrà arbitrato da Simone Sozza della sezione di Seregno, coadiuvato dagli assistenti Antonio Catamo di Saronno e Luca Spreafico di Lecco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

  • Nuova allerta arancione per lo scirocco nella giornata di mercoledì

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento