menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grande spettacolo sportivo nel bosco di Cerano per il "Varano bike Race”

Tracciato di 4,8 chilometri con 100 mt di dislivello a giro, 385 i partecipanti provenienti oltre che dalla Puglia

SAN PIETRO VERNOTICO - Anche quest’anno, nel Bosco di Cerano, è andato in scena il “Varano bike Race”, la gara di mountain bike valida per il circuito Fci Puglia per le categorie esordienti, Allievi, Junior, denominato “We are in Puglia”. L’evento sportivo è stato organizzato dall’Asd Salis Bike con il supporto di alcune aziende locali. Causa covid era chiuso al pubblico. 

Come già detto la gara è andata in scena nel Bosco di Cerano, un bosco caratterizzato da una folta macchia mediterranea che copre i versanti nord e sud dell'antico canale “Il Siedi”, sito tra San Pietro Vernotico e Brindisi. “Poco distante la Masseria Guarini, un antico immobile che si trova proprio all'ingresso del bosco e punto di ritrovo per tutti. Il tracciato di 4,8 chilometri e con 100 mt di dislivello a giro, ha messo a dura prova i 385 partecipanti provenienti oltre che dalla Puglia, da molte regioni italiane. Cerano per chi lo conosce è molto tecnico e impegnativo, fatto di sali scendi lunghi anche di diverse decine di metri, che ripetute per almeno 5 volte richiedono un dispendio di energie notevole”. Si legge nella nota degli organizzatori. 

La prima parte della giornata è stata dedicata all’accoglienza da parte del comitato covid che, come da protocollo Fci ha raccolto autocertificazioni e informato tutti i partecipanti su come comportarsi e le regole da rispettare all’interno del sito gara. 

L’evento è stato seguito attraverso la diretta video curata da Yety Sport che con 3 droni, 3 action cam e una regia video che ha ripreso tutto il bello di una gara di mountain bike organizzata all’interno del bosco di Cerano (Tramazzone), nella proprietà dell’azienda agricola Marilù di Mariangela Rubino, “che ha sempre dimostrato grande attenzione verso questo sport non invasivo e verso i ragazzi che lo praticano”. 

Per garantire maggiore sicurezza e distanziamento tra i ciclisti si è svolto in quattro gare. 

I vincitori

Tra i vincitori di giornata l’atleta di casa Luca Bardi, primo tra gli esordienti secondo anno. Altri vincitori: Es 1 Nicolò Corte (Scott – Libarna), Ed 2 Angelica Brucoli (Avis Bike Ruvo), Al 2 Federico Bartolini (Team Siena Bike), Al 1 Samuele Cannizzaro (Nonsolobike Ragusa), Da 2 Barbara Modesti (Bici Adventure), Da 1 Claudia Massaccesi (Bici Adventure).

Nelle gare master e agonisti : Ivan Carrer (Team Eurobike), Simone Tarantini (Ciclisport 2000), Antonio Russo (Tugliese). Tra le donne: Rossella Merendino, Samantha De Pascali, Concetta Maria Ripa. (classifiche complete su ICRON.IT).

Non sono mancati i commenti positivi sull’organizzazione e sul percorso. Giulio Carbone presidente Mtb San Pietro Salis Bike: “Non amo tanto i percorsi banali che certe volte mi ritrovo in alcune gare dove portiamo i nostri atleti, per questo abbiamo tracciato qualcosa di unico, come pochi nel Salento. Abbiamo dato pacchi gara a tutti, premiato i ragazzi fino al quinto. Una organizzazione di questa portata, nazionale, non si era mai vista a Cerano”.

Ivan Carrer: “Da 1 a 10, do 9 a questo percorso perché è vera mountain bike ed ha tutte le caratteristiche necessarie per una competizione”.  Soddisfatti della riuscita la Mtb San Pietro Salis Bike si è attivata per la pulizia e la rimozione dell’allestimento gara. 

“Il bosco se lo ami quanto il tuo sport, lo rispetti”, conclude Giulio Carbone. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento