Sport

Happy Casa macina record: nona vittoria di fila (85-71) contro Cantù

Continua la striscia vincente del roster di Vitucci. Perkins protagonista della serata. E domenica prossima big match contro Milano

BRINDISI - Continua inarrestabile la marcia vincente della Happy Casa Brindisi. Il roster di Vitucci si è imposto anche sull'Acqua San Bernardo Cantù (85-71), conquistando la nona vittoria consecutiva di un campionato da record. La gara è stata equilibrata nel primo quarto. A partire dal secondo parziale, la New Basket ha preso il sopravvento sulla squadra allenata da Pancotto. Dopo vari tentativi di stoppare la fuga degli avversari, gli ospiti, nel terzo periodo, hanno manifestato i primi segnali di cedimento. Nell'ultimo parziale, non c'è più stata storia. 

Il grande protagonista della serata è stato Perkins (23 punti), incontenibile sotto le plance. Dopp un primo tempo con il freno a mano tirato, nella seconda metà di gara ha fatto è salito in cattedra anche Thompson (14 punti). Harrison (9 punti), invece, si è preso una giornata di pausa. Ma anche senza il contributo della stella americana, la Happy Casa, da sola al secondo posto con otto punti sul gruppo delle terze, ha saputo esprimere un gioco brillante, regalando, a tratti, momenti di spettacolo. 

Primo quarto

La Happy Casa Brindisi parte con Harrison, Thompson, Bell, Perkins, Willis. L’Acqua San Bernardo Cantù risponde con Thomas, Smith, Kennedy, Johnson, Bayehe. 

Bell scalda i motori con due triple nel giro di quattro minuti, in un avvio di gara equilibrato, con Cantù che tiene testa alla Happy Casa. Al 5’, gli ospiti sono avanti di 1 (12-13). Harrison si fa vedere poco. Bell e Perkins sono i più propositivi. L’Acqua San Bernardo punge soprattutto con Johnson e Kennedy. All’8’, con una tripla di Gaspardo, Brindisi dà il primo strappo (25-19). Alla fine del quarto, Brindisi è avanti di 6 (27-21). 

Secondo quarto

In avvio di secondo periodo, Vitucci schiera un quintetto composto dalle seconde linee Udom, Zanelli, Gaspardo, Visconti, Krubally. Nonostante il rimescolamento, Brindisi mantiene il pallino del gioco (29-22 al 13’), ma non riesce a prendere il largo. La squadra di Pancotto, anzi, resta in partita e al 16’, con una tripla di Thomas, torna a una sola lunghezza dai padroni di casa (34-33). La New Basket risente della prestazione negativa di un impalpabile Harrison. In ombra anche Thompson. E’ in palla, invece, Perkins, dominante nel pitturato. Quando si va all’intervallo lungo, il vantaggio della New Basket si riduce a cinque punti (42-37). 

Terzo quarto

Il divario si amplia ulteriormente all’inizio di un terzo periodo di marca brindisina. Al 23’ il roster di Vitucci, avanti di 13 (50-37), tenta la fuga. Cantù tenta di fermare la Happy Casa, ma con un Thompson sempre più vivace, la Stella del Sud non cede l’inerzia. Alla fine del parziale, Brindisi è avanti di 10 (60-50) dopo che il divario si era assottigliato a sei punti. 

Ultimo quarto

Dopo il mini intervallo, la Happy Casa torna in campo determinata a chiudere i giochi. Al 33’ Brindisi tocca il massimo vantaggio di 19 punti (71-52). Ormai in balia degli avversari, l’Acqua San Bernardo non ha più la forza di ridurre il gap. Forte di questa vittoria, la Happy Casa da domani rivolgerà i propri sforzi al match di Champions League in programma mercoledì prossimo in casa dei belgi del Filou Oostende. E domenica prossima, alle ore 17, arriverà il big match contro la capolista Armani, distante appena lunghezze da Brindisi. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa macina record: nona vittoria di fila (85-71) contro Cantù

BrindisiReport è in caricamento