menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I turchi non passano: Happy Casa Brindisi convince anche in Champions

La New Basket si impone (83-79) sul Pinar Karsiyaka, riscattando la sconfitta contro Holon. Bostic ancora protagonista

BRINDISI – La Happy Casa Brindisi regala una bella serata di Champions ai suoi sostenitori. Dopo la splendida vittoria sul parquet della Fortitudo Bologna, la squadra di coach Vitucci sfodera una prestazione convincente (83-79) anche contro i turchi del Pinar Karsiyaka, squadra più quotata del girone I dei playoff, approdati oggi alla seconda giornata. La New Basket è stata sempre in vantaggio, fino al massimo distacco di 19 punti toccato in avvio di ultimo quarto. Nel finale la squadra di coach Sarica e dell’ex Mbaye ha abbozzato un tentativo di rimonta riducendo la distanza da -14 a -6 in tre minuti, ma la Stella del Sud ha tenuto duro, conquistando una vittoria che riscatta la sconfitta rimediata la scorsa settimana contro gli israeliani dell’Hapoel Holon, che oggi si sono imposti anche sull’altra squadra turca del raggruppamento, il Tofas Bursa.

Ottime indicazioni sono arrivate anche oggi da Bostic, che ha bissato la buona prova di Bologna, realizzando 22 punti. Ma al di là delle individualità, quello della Happy Casa è un successo di squadra, che conferma la solidità del gruppo. Unica tegola, un infortunio alla caviglia, da valutare, rimediato da Perkins nel terzo periodo. 

Primo quarto

Brindisi parte con Bostic, Willis, Perkins, Thompson, Gaspardo. La partita in avvio è molto veloce. La Happy Casa ha subito un buon feeling con il canestro e grazie a una buona difesa al 3’ è avanti di 7 (11-4). Bostic è nel vivo del gioco. La squadra turca insiste con la soluzione del tiro dalla distanza, ma la mira è imprecisa. Al 7’, la New Basket è avanti di 10 (16-6). Gli ospiti commettono numerosi errori. In evidente confusione, il Pinar, al 9’, subisce anche un tecnico. Alla fine del quarto, ad ogni modo, la squadra di coach Sarica riduce il gap (17-10).

Secondo quarto

Come di consueto, in avvio di secondo parziale coach Vitucci schiera le cosiddette seconde linee. Visconti si mette in mostra al 12’ con una bella realizzazione da 3. Con Bostic a tratti nel ruolo di play, la Happy Casa mantiene l’inerzia, ma la brillantezza offensiva cala. Pinar, in ripresa, sale di tono, riavvicinandosi agli avversari (21-16 al 15’). Al 9’ il vantaggio della Stella del Sud scende a quattro lunghezze (24-28). La difesa brindisina ormai non regge più e a 25 secondi dalla fine la gara è riaperta (33-32). Alla fine del primo tempo. Il distacco è di 3 lunghezze (35-32). 

Terzo quarto

Sulla scia del buon finale di secondo quarto, i turchi, nei primi due minuti del terzo periodo conquistano la parità (38-38). In un momento non particolarmente brillante per la New Basket, Bostic, al 25’, piazza una tripla che restituisce ossigeno alla squadra, riportando il vantaggio a più di un possesso (47-42). Sull’onda dell’entusiasmo, Thompson, a stretto giro, realizza il canestro del + 7 (49-42). Pinar è alle corde. Al 28’, Gaspardo, con una schiacciata, riporta Brindisi sul + 10 (55-45). Al 39’, Perkins subisce fallo e rimedia un problema alla caviglia che lo costringe ad accomodarsi in panchina. Dalla lunetta è Bell a realizzare i canestri del + 11 (58-47). Al 44 secondi dalla fine di un periodo di marca brindisina, Brindisi allunga ancora con Thompson (62-49). Al termine del parziale, una tripla di Bell aggiorna a + 16 il massimo vantaggio (65-49). 

Ultimo quarto

Ormai in fuga, la Happy Casa prende il sopravvento su un Pinar in totale confusione. Al 31’ i turchi sono sotto di 19 (68-49). Dopo la sbandata, gli ospiti si riorganizzano e ricominciano a giocare. Un mini break di 19-0 interrompe il magic moment della New Basket, riportando il gap a una cifra (68-59). Pinar ha una marcia in più rispetto alla New Basket. Al 35’, il vantaggio si assottiglia a 7 punti (70-63). Brindisi si riprende dal blackout e con le energie residue piazza un nuovo allungo (79-65 al 37’). I turchi, però non si danno per vinti. Al 40’ il distacco scende  a sole 6 lunghezze (81-72), ma il tentativo di rimonta non va oltre. La Happy Casa, con il vento in poppa, può preparare adesso il big match, una sorta di spareggio per il secondo posto, contro la Virtus Bologna in programma sabato (13 marzo), sempre al PalaPentassuglia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento