Playoff scudetto, coach Vitucci carica la squadra: "A Sassari senza paura"

Gara uno dei quarti di finale sabato alle 20,45 al Palaserradimigni. Probabile l'esordio di Phil Green. Out Wojciechowski

BRINDISI - Sembrava un semplice dettaglio, quasi insignificante. Ed invece quel maledetto punto in più guadagnato da Dinamo Sassari nelle due partite di campionato contro Happy Casa (98-103 in Sardegna e 84-90 al PalaPentassuglia) ha stabilito un vantaggio che oggi impone alla squadra di coach Vitucci e del presidente Nando Marino di giocare le prime due partite in Sardegna e di garantire anche l’eventuale “bella” da disputarsi al Pala Serradimigni. 

Ma coach Vitucci è stato abile e deciso ad esorcizzare il privilegio acquisito da Dinamo Sassari ed in conferenza stampa, prima della partenza alla volta di Sassari, ha inviato un chiaro messaggio, ai suoi giocatori, ai tifosi ed agli avversari. “Non ci spaventa giocare le prime due partite fuori casa. Lo abbiamo dimostrato per tutto il campionato”. 

Arbitri e orari tv della serie 

Ma avrebbe potuto anche aggiungere che la sua squadra aveva già violato il Pala Serradimigni in campionato vincendo una partita (98-103) giocata con grande intensità ed equilibrio tattico. Si dirà che Dinamo Sassari non era ancora quella attuale che coach Gianmarco Pozzecco ha tirato su dalla 12^ posizione fino alla conquista del quarto posto e che sta dimostrando di avere tutte le carte in regola per essere protagonista anche nei play off. 

Adrian Banks contro Sassari, 2018-2

Ma anche Happy Casa Brindisi è maturata come squadra e come gruppo, acquisendo sempre maggiore convinzione nei propri mezzi e disputando un campionato eccellente, decisamente più regolare rispetto alla squadra sarda, mostrando una straordinaria forza di insieme e mettendo in luce individualità di valore come John Brown, riconosciuto giocatore rivelazione del campionato, Riccardo Moraschini affermatosi come miglior giocatore italiano, e la certificata esperienza di Adrian Banks, Jeremy Chappell e Tony Gaffney.

A Sassari con Phil Greene ma senza Wojciechowski

Con molte probabilità coach Vitucci schiererà contro Sassari il nuovo acquisto Phil Greene, un play guardia che si dice abbia punti nelle mani, in grado di condurre il gioco e di far respirare Adrian Banks impegnato nelle ultime partite con un minutaggio straordinario. L’inserimento di Greene, però, richiederà la rinuncia ad un americano che dovrebbe essere Wes Clark, anche se il play reduce da infortunio era apparso in evidente ripresa nelle ultime partite, a meno che il coach brindisino ed il suo staff non decidano per una scelta diversa all’ultimo momento. 

Clark contro Sassari-2

Si tratta, in ogni caso, di una opzione obbligata per coach Vitucci che certamente non potrà rinunciare ad Erik Rush per la carenza di difensori in grado di tenere testa alla maggiore prestanza fisica ed atletica dei lunghi di Sassari sotto i tabelloni. Wojciechowski non sarà della partita essendo rimasto a Brindisi e non sembra possa essere recuperato neppure per le prossime partite, fermato dal riacutizzarsi di un infortunio alla schiena. 

John Brown e Tony Gaffney contro i “giganti” 

Toccherà a loro, a John Brown e Tony Gaffney, il duro compito di affrontare il “mastino” Jack Cooley, 208 cm per 124 kg di peso, per nove volte in doppia cifra, per avere la meglio sotto i tabelloni, ma anche l’atletismo di Thomas Rashwan di Achille Polonara e Ousmane Diop. Certamente coach Vitucci avrà organizzato la migliore difesa di squadra e cercherà di far sporcare tutti i palloni in arrivo sotto canestro, e poi si affiderà a John Brown che ha capacità di attaccare in palleggio Cooley, far valere la sua rapidità e agilità nel non farsi tagliare fuori in difesa ed in attacco. 

Gaffney, Happy Casa-2

La chiave di volta della partita potrebbe essere costituita dalla prestazione di Brown e dalla collaudata difesa di squadra in cui sono in grado di offrire grande contributi Tony Gaffney, apparso in ottime condizioni di forma, ma anche Jeremy Chappell ed Erik Rush che coach Vitucci spera di aver recuperato al meglio della condizione di forma.

Un gioco da “guardie”

Happy Casa Brindisi proverà a far valere la forza delle sue “guardie”, con il probabile innesto di Greene, accanto al collaudato ed esperto Adrian Banks, a Ricky Moraschini autentico giocatore simbolo della squadra di coach Vitucci, e ad Alessandro Zanelli valida alternativa, contro a Marco Spissu e Stefano Gentile, Scott Bamforth. Da Sassari confermano le incertezze legate alla presenza in campo di Jaime Smith e Tyrus McGee, fermi per problemi muscolari, ma certamente coach Pozzecco cercherà di recuperarli sia pure in non perfette condizioni di forma per aver saltato gli ultimi allenamenti. Si giocherà sulla prevalenza in questa zona di “comando” gran parte della impostazione tattica della partita, mentre il resto lo farà l’energia la forza fisica e la resistenza atletica delle due squadre in campo.

Per Gara 1 play off Dinamo Sassari-Happy Casa Brindisi sono stati designati ad arbitrare l’incontro Roberto Begnis, Manuel Attard e Denis Quarta. La partita si gioca nel Pala Serradimigni, domani, sabato 18 maggio con inizio alle ore 20.45, con diretta tv su Rai Sport e Eurosport Player. 

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Locali e attrezzature sporchi e ragnatele sulle pareti: chiuso panificio

  • Incidente al solito incrocio tra le provinciali: coinvolti due auto e un camion

  • Auto si ribalta sulla superstrada: illesi tre giovani brindisini

  • Botte a mamma, papà e sorella per avere soldi: arrestato un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento