Happy Casa Brindisi: la vittoria di Venezia apre le porte per l’Europa

Si attende incontro fra Vitucci e il presidente Marino per definire il programma futuro. Giofrè alla Summer league in programma dal 5 al 15 luglio, alla scoperta di talenti

BRINDISI - La vittoria di Reyer Venezia su Dolomiti Trento apre la possibilità di Happy Casa Brindisi di partecipare ad una delle competizioni europee. L’Euroleague Basketball cura l’organizzazione dell’Eurolega e dell’Eurocup, mentre alla prima accedono le formazioni che vincono i campionati di competenza, alla seconda partecipano le squadre in base al piazzamento ottenuto in campionato, riservandosi la possibilità di allargare la competizione con “inviti” ad altre squadre.

La Fiba promuove, invece, la Basketball Champions League e la Fiba Europecup, ed anche a queste competizioni si accede in base al piazzamento ottenuto in campionato con riserva di 4 “inviti”. La New Basket Brindisi sponsorizzata Happy Casa ha perciò maturato l’occasione di potersi iscrivere ad una di queste competizioni, esclusa l’Eurolega il cui posto è riservato alla squadra che vince lo scudetto, e la scelta potrà avvenire solo dopo che le prime tre squadre italiane che ne hanno diritto avranno esercitato la loro opzione.

La partecipazione ad una competizione europea non è stata esclusa dalla New Basket Brindisi che valuterà questa ghiotta occasione solo dopo aver sentito il parere dei soci, dello sponsor Happy Casa e degli altri sostenitori, tenuto anche conto che soprattutto i giocatori americani sono particolarmente attratti e tendono ad abbassare le loro pretese di ingaggio per mostrarsi in una vetrina europea di ottimo livello.

E’ aperta la “caccia al coach”

Non c’è notizia di mercato che non riporti il coach Frank Vitucci in partenza da Brindisi, soprattutto verso Brescia e Reggio Emilia. Coach Vitucci ha un contrato biennale con New Basket Brindisi con opzione in uscita e scadenza al 30 giugno prossimo e, come assicura il Presidente Nando Marino, per quella data avrà la certezza di continuare il rapporto professionale con il tecnico veneziano anche per la prossima stagione agonistica.

Frank Vitucci-2

Il coach di Happy Casa potrebbe farsi tentare solo da una panchina in Europa o da una adeguata collocazione alla guida di una forte squadra italiana che consentirebbe un avvicinamento alla famiglia. Intanto per confermare l’inesattezza di alcune notizie relative alla destinazione di coach Vitucci, va detto che Leonessa Brescia ha ufficializzato in queste ore l’ingaggio di Vincenzo Esposito, mentre novità più attendibili vengono da Roma dove non si esclude che coach Piero Bucchi possa lasciare la Virtus, dopo averla guidata in serie A proprio in direzione Reggio Emilia. L’ex coach della New Basket Brindisi, infatti, è a conoscenza delle difficoltà in cui si trova il proprietario Claudio Toti e potrebbe accettare anche la panchina di Reggio Emilia assumendosi l’incarico di rilanciare la società emiliana, reduce dal difficile campionato appena finito.

Ad Avellino si parla di un sempre più probabile conferma di coach Massimo Maffezzoli, già molto apprezzato a Brindisi come “assistente” e certamente meritevole di guidare la squadra irpina in serie A. Anche Varese ha già il suo coach ed è Attilio Caia che ha firmato un contratto fino al 2022, mentre Eugenio Dalmasson potrebbe lasciare Trieste per trasferirsi sulla panchina di Vuelle Pesaro, panchina ambita anche da Paolo Moretti e Zare Markovski. Ma il “valzer” delle panchine si rilancerà appena saranno conclusi i play off e riserveranno certamente nuove sorprese.

Simone Giofrè alla scoperta dell’America

Happy Casa Brindisi, intanto, sarà presente alla Summer League, alla Lega Estiva della Nba, in programma a Lasa Vegas dal 5 al 15 luglio prossimo, con Simone Giofrè, il Direttore Sportivo e responsabile dello scouting internazionale, Lba “Awards” come miglior dirigente della stagione regolare 2018-19. Da tempo la Nba ha annunciato che la prossima edizione (Draft 2019) si svolgerà al Thomas and Mark Center ed al Cox Pavillon di Las Vegas nel campus dell’Università del Nevada con la partecipazione di 30 squadre americane e due nazionali, la Cina e la Croazia.

La società di Nando Marino sarà ancora presente nella speranza di trovare in quella selezione di talenti americani, giocatori che possano essere inseriti nel roster di coach Vitucci per la prossima stagione agonistica. Si tratta di una “vetrina” in cui si mostrano giocatori rookie, giovani talenti che attraggono le attenzioni delle maggiori società di basket d’ Europa, e Simone Giofrè saprà ben valutare qualche possibile scelta per la New Basket Brindisi, tenuto conto delle necessità di ottimizzare le migliori opzioni possibili in rapporto al budget ed alle esigenze di una squadra che nell’ultima stagione agonistica ha raggiunto un target al quale non può più rinunciare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento