Martedì, 28 Settembre 2021
Sport

Happy Casa: il recupero contro Sassari appeso a un filo

Si gioca se la squadra potrà avere in panchina anche un solo coach e 6 giocatori titolari disponibili. Vitucci ancora positivo

BRINDISI - Il prossimo sarà un venerdì di passione come pochi ne ha vissuti il basket brindisino. E' il giorno in cui la Lega basket, riunita in assemblea straordinaria, dovrà rivalutare la posizione di Happy Casa Brindisi alla luce dei risultati dei prossimi tamponi molecolari che si conosceranno il prossimo venerdì, per valutare lo stato dei giocatori brindisini, dello staff tecnico e dei dirigenti, mentre si allunga la lista dei postivi del gruppo squadra e dirigenti. Così come ha esplicitamente comunicato il presidente Nando Marino alla televisione di riferimento della società, in una sorta di show su "?tutto il Covid minuto per minuto", alla faccia del rispetto della privacy da sempre ufficialmente imposto agli organi di stampa, anche altri 2 componenti il gruppo squadra ed un altro dirigente sono risultati postivi all'ultimo tampone (e naturalmente il presidente Marino non ha fatto mancare nome e cognome!).

Coach Vitucci ancora positivo. C'è attesa per coach Morea

Intanto, in giornata (martedì 27 aprile), e si è avuta la conferma che coach Vitucci è risultato ancora positivo all'ultimo tampone, mentre si attende l'esito del tampone molecolare che sarà effettuato domani anche per l'assistente coach Alberto Morea. L'unica condizione che potrebbe determinare un nuovo slittamento della partita di recupero contro Sassari potrebbe essere deciso solo nel caso in cui mancassero alla squadra l'head coach e il suo assistente. Attualmente coach Vitucci è risultato ancora positivo all'ultimo test effettuato ieri mentre per domani si attendono i risultanti del tampone molecolare effettuato su coach Alberto Morea. Se solo coach Morea dovesse risultare negativo all'ultimo test, allora Happy Casa Brindisi sarebbe costretta a scendere in campo il prossimo 2 maggio contro Sassari perché la squadra potrà disporre di 6 giocatori professionisti contrattualizzati (Thompson, Perkins, Udom, Bostic, Willis e Guido) e, come previsto dal protocollo della Lega Basket, la partita dovrebbe giocarsi regolarmente, "così come hanno fatto altre squadre", specificano fonti attendibili della stessa Lega che non vuole creare disparità di trattamento e un precedente infondato. Altre situazioni di positivi al Covid, quali possono considerarsi dirigenti, preparatore atletico e fisioterapista, non rientrano nei protocolli standard e, quindi, non sono presi in esame ai fini della decisione che prenderà la Lega.

I recuperi impossibili

Nel caso in cui altri giocatori dovessero risultare negativi al test molecolare ed essere negativizzati alla data del 29 aprile, mancherebbero i tempi tecnici necessari per poterli ritenere disponibili per il recupero contro Sassari, tenuto anche conto che coincidono con la festività nazionale di sabato 1 maggio. Come previsto da protocollo, infatti, tutti i giocatori dovrebbero acquisire l'idoneità sportiva post-Covid che consiste in una lunga serie di accertamenti che seguirà il responsabile dello staff medico dottore Dino Furioso, controlli che richiedono almeno due giorni prima di ottenere i risultai richiesti (stesso tempo è stato impiegato per Perkins e Thompson per abilitarli a svolgere allenamenti isolati). Attualmente, così come è facile leggere solo sui social e in "piazza", dei 13 tesserati positivi almeno 7 sono giocatori e, quindi, se si escludono i 6 già negativizzati si può determinare l'elenco dei giocatori sottoposti a quarantena, mentre l'inventario più dettagliato si allunga di altre 2 unità del gruppo squadra e un altro dirigente importante.

La proposta della società all'Assemblea della Lega

Il presidente Nando Marino proporrà all'assemblea straordinaria della Lega l'ulteriore slittamento del recupero contro Sassari dal 2 al 5 maggio, e così per altri due giorni anche la trasferta di Trento. Ma se la squadra potrà disporre di almeno 6 giocatori fra i "professionisti" già guariti dal Covid e un solo allenatore in panchina allora la partita non potrà essere rinviata ulteriormente, e saranno riconfermate le date già stabilite nel corso della precedente assemblea, anche per non intaccare le date dei play off scudetto e non interferire con quelle di Olimpia Milano in corsa per aggiudicarsi le Final Four di Eurolega.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa: il recupero contro Sassari appeso a un filo

BrindisiReport è in caricamento