Sport

Happy Casa a corto di energie: Sassari passa al PalaPentassuglia

Dopo due settimane nella morsa del Covid, Brindisi sconfitta nel recupero della 23esima giornata. Venerdì prossimo trasferta a Trento

BRINDISI - L’inevitabile crollo fisico è arrivato all’ultimo periodo, dopo tre quarti sul filo dell’equilibro. Tornata in campo dopo due settimane nella morsa del Covid, la Happy Casa Brindisi è stata sconfitta (90-97) dal Banco di Sardegna Sassari nel recupero della 23esima giornata. I ragazzi di Vitucci sono arrivati a questo difficile impegno con appena due giorni di allenamenti a ranghi quasi completi. Brindisi ha giocato con tenacia e spirito di squadra. Finché le gambe hanno retto, Harrison & co hanno trovato buone soluzioni offensive, giocandosela alla pari. Per 30 minuti si è assistito sul parquet del PalaPentassuglia a una serie di sorpassi e controsorpassi.

Al 29’ la New Basket riesce a ritagliarsi un margine di cinque lunghezze, ma proprio a partire da quel momento la squadra allenata da Edoardo Casone (l’head coach Pozzecco è rimasto in Sardegna, punito dalla società per dei comportamenti ritenuti non consoni) ha preso il sopravvento. Nell’ultima frazione, Brindisi è andata in deficit di ossigeno e Sassari, pur senza fare nulla di trascendentale, ha portato a casa la posta in palio. Di più non si poteva chiedere a una squadra che è stata letteralmente travolta dalla pandemia.

L’obiettivo è adesso quello di recuperare forze fresche in vista della trasferta in casa della Dolomiti Energia Trento, in lotta per i playoff, in programma venerdì (20.30). Tre giorni dopo (lunedì 10 maggio) si tornerà al PalaPentassuglia contro Varese, già salva, per l’ultima giornata della regular season. Serve almeno una vittoria per chiudere la stagione al secondo posto. L’obiettivo del primato, dopo la sconfitta odierna, pare ormai tramontato, se si considera che la capolista Milano precede Brindisi di 4 punti. Nella giornata di domani si effettuerà un nuovo giro di tamponi, nella speranza di poter recuperare Gaspardo, oltre a vari componenti dello staff tecnico, in vista della trasferta di Trento

Primo quarto

La Happy Casa parte con Bostic, Harrison, Thompson, Perkins, Willis. Sassari risponde con Spissu, Bilan, Burnell, Bandzius, Gentile. Brindisi parte con piglio deciso, andando avanti di 10 dopo meno di 3 minuti (12-2 al 7’). La New Basket impone ritmi elevati. Sassari sembra quasi spiazzata dal forcing del quintetto brindisino, che al 5’ va su + 11 (17-6). Brindisi lotta con tenacia su ogni pallone. Vitucci anticipa al primo quarto le rotazioni che solitamente si vedono nel secondo, schierando Visconti, Udom, Zanelli e Bell. Qualche punto, inevitabilmente, viene perso per strada. Alla fine del periodo, il gap è di 6 punti (28-22).

Secondo quarto

Al 12’ il distacco di Sassari torna a un solo possesso (31-28). Il gioco della Happy Casa si fa più farraginoso. Il Banco di Sardegna, invece, cambia passo e al 15’ effettua il sorpasso (33-34), andando per la prima volta in vantaggio. Vitucci è costretto a rimescolare il quintetto. La mossa sortisce subito qualche beneficio, visto che la Happy Casa piazza il controsorpasso (37-34 al 16’). Ma Sassari è più brillante. I sardi stoppano agevolmente le iniziative avversarie e ripartono come frecce. Al 18’, conducono di 5 (37-42). Brindisi però non demorde e con un mini break di 7-0 torna a condurre (44-42). Alla fine del primo tempo, regna la parità (44-44).

Terzo quarto

Il terzo quarto parte all’insegna dell’equilibrio. Trascinata da Harrison e Thompson, la Happy Casa se la gioca alla pari. Fra sorpassi e controsorpassi, si arriva al 27’ sul 58-56. I ritmi calano vistosamente. La qualità del gioco ne risente. Grazie soprattutto ai tiri dalla lunetta, Brindisi si ritaglia al 28’ un margine di 4 lunghezze (60-56). Alla fine del periodo, il vantaggio si riduce a due punti (67-65).

Ultimo quarto

In avvio di ultimo periodo, si ripristina la parità (67-67). Perkins, stremato, è sempre un essenziale punto di riferimento nel pitturato. Ma Brindisi è imprecisa, mentre Sassari va a bersaglio in scioltezza. Al 34’, i padroni di casa sono sotto di 5 (73-78). La stanchezza si fa sentire fra le file della New Basket, in svantaggio di 10 al 36’ (73-83). La squadra di Vitucci non ha le energie per ribaltare l'inerzia. Al 37', Sassari vola sul + 12 (77-89). Brinsisi riduce il distacco, ma non ha le forze per tentare la rimonta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa a corto di energie: Sassari passa al PalaPentassuglia

BrindisiReport è in caricamento