menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Happy Casa: è quasi fatta per il ritorno di Nic Moore, Oleka in discussione

La società pronta a rinforzare il roster dopo il successo contro Avellino. Straordinaria la prova caratteriale dei biancazzurri

BRINDISI - Hanno scelto la partita moralmente e tecnicamente più difficile per dimostrare di non essere squadra da zero in classifica. E così che l’Happy Casa Brindisi, coach Dell’Agnello ed i suoi giocatori hanno vinto con pieno merito la partita della disperazione contro Avellino lasciandosi alle spalle le prime cinque partite consecutive perse in cui ha dovuto affrontare Torino, Venezia, Milano e Brescia , vale a dire le squadre che occupano quattro dei primi cinque posti della classifica e che si candidano scopertamente alla vittoria finale del campionato.

Sidigas Avellino di coach Stefano Sacripanti è sulla stessa linea di valori delle prime in classifica ed è  sceso in campo al PalaPentassuglia con la certezza di potersi aggiudicare la vittoria, avendo a disposizione un roster di grande qualità, forse il più completo del campionato (a breve si arricchirà anche delle prestazioni di Shane Lawal e  Kyrylo Fesenko) con una “panchina” ricca di grandi individualità. Per questi motivi la  vigilia della partita in “casa-Brindisi” non era stata così …Happy, e si temeva chiaramente un’altra sconfitta, la sesta consecutiva, che avrebbe  buttato la squadra e l’ambiente nello avvilimento  totale. La risposta della squadra di coach Dell’Agnello è stata, invece, straordinaria dal punto di vista caratteriale, con una reazione fisica e  soprattutto mentale solo impensabile alla vigilia della partita contro Avellino.

Happy Casa Brindisi-2

Grande prova di carattere

Ogni giocatore schierato in campo da coach Dell’Agnello ha svolto con pieno merito la sua parte e lo stesso coach brindisino è stato molto abile a muovere con successo le poche pedine tattiche a sua disposizione rispetto alle molteplici scelte  di uomini ed alle varie opzioni tattiche che invece ha potuto valutare  coach Sacripanti. Ha risposto all’appello pure  Obi Oleka, “il più tagliato” degli americani, già in partenza  con il biglietto aereo in tasca, che schierato in campo per 8 minuti ha giocato con umiltà e coraggio, ha realizzato 6 punti preziosi in un momento delicato della partita riscuotendo applausi  a scena aperta, ed ha permesso a Lalanne e Randle di riposare in panchina prima di riprendere  giocare con  rinnovata energia, quasi ad indicare l’immagine di un gruppo compatto e deciso a vendere l’anima sul campo per vincere la partita.

2017-11-05_180349_MVP_0568-2

Lalanne ancora sugli scudi

Nella vittoria del gruppo contro Avellino è emerso ancora una volta il valore di Cady Lalanne che ha realizzato 24 punti e catturato 9 rimbalzi,  giocatore-simbolo della squadra  sulle cui qualità coach Dell’Agnello deve poter  contare per  dare più consistenza alla squadra, sia in attacco che in difesa. Cady Lalanne non sarà mai un “intimidatore” ma  ha mostrato chiari progressi dall’inizio di campionato ed ha incominciato a capire che deve acquisire la giusta cattiveria agonistica per emergere, tanto che contro Avellino si è finalmente visto schiacciare il pallone a canestro, così come gli ha chiesto coach Dell’Agnello e reclamato  dai tifosi del PalaPentassuglia.

Anche contro Avellino Brian Randle ha mostrato segni di ripresa fisica, atletica e mentale e quando riuscirà ad acquisire il giusto ritmo partita e prestare maggiore attenzione a non commettere falli inutili, l’ala-pivot americana potrebbe diventare determinante per gli obiettivi della squadra e mettere a disposizione la sua eccezionale esperienza maturata nelle competizioni europee di Euro League ed EuroCup (nel 2008 venne nominato dal sito specializzato Eurobasket  “Difensive player of the year!).

2017-11-05_184032_MVP_0884-2

La miglior gara di Suggs

Al fianco di Lalanne e Randle, figura anche Suggs Scott che contro Avellino ha disputato la sua migliore partita da quando è a Brindisi, mettendo a referto 19 punti in 36 minuti di presenza in campo  con 4/7 da 2, 3/4  da 3 e 2/2 nei tiri liberi, garantendo anche una buona intensità difensiva e proponendosi per un ruolo importante per coach Dell’Agnello. La partita contro Avellino ha confermato la preziosa collaborazione di Marco Giuri sia nella fase difensiva che in attacco  dove i 10 punti realizzati (2/3 da 2 e 2/4 da 3 e 5 rimbalzi catturati) non spiegano a sufficienza l’apporto tattico fornito dal giocatore brindisino  alla squadra ed indispensabile per coach Dell’Agnello. L ’apporto di Marco Cardillo contro Avellino sta tutto in una palla recuperata strappata letteralmente dalle mani di Thomas Scrubb, con una grinta e rabbia agonistica straordinaria che ha infiammato il PalaPentassuglia e caricato moralmente la squadra in un momento critico della partita.

Coach Dell’Agnello ha anche giustamente utilizzato  Milenko Tepic che, non schierato in quintetto base, ha decisamente offerto un maggiore contributo  alla squadra e si è reso determinate a realizzare il canestro che ha portato la squadra all’over time, mentre va rivisto l’atteggiamento del giovane Blaz Mesicek che ha giocato una partita per conto suo, spesso prendendo iniziative occasionali ed irrazionali, fuori dal contesto dei giochi.

2017-11-05_181312_MVP_0671-2

Moore in arrivo

Antony Barber si è fatto apprezzare per aver distribuito ben 8 assist ma il suo gioco non  è proprio da play e la squadra ne risente particolarmente tanto che coach Dell’Agnello ha spesso affidato la manovra dei giochi a Marco Giuri, ma anche a Suggs Scott ed  a Tepic.

La società è ora chiamata a stabilizzare la squadra mettendo a disposizione di coach Dell’Agnello un play di ruolo e per questo sta per concludere l’ingaggio di Nic Moore, già lo scorso anno a Brindisi, miglior tiratore da 3 punti del campionato 2016-17. Il giocatore  americano ha manifestato l’intenzione di tornare a Brindisi non avendo trovato a Nanterre, squadra in cui ha giocato finora, la giusta collaborazione del suo coach  Pascal Donnadieu e quasi certamente sarà della formazione Happy Casa nella prossima trasferta di Pesaro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: situazione stazionaria, ricoveri in lieve aumento

  • settimana

    Covid: Puglia impantanata, evoluzioni positive paiono lontane

  • Sport

    Happy Casa Brindisi: missione garanzia primato contro Cremona 

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento