I Barretta senior prendono in mano la situazione: "Squadra iscritta solo per senso di responsabilità"

BRINDISI – “In data odierna la famiglia Barretta si è riunita e su proposta dei signori Domenico e Giovanni Barretta ha deciso, per il senso di responsabilità che la contraddistingue e tenuto conto della imminente scadenza dei termini federali, di iscrivere il Football Brindisi 1912 al campionato di Seconda divisione per la stagione 2010 – 2011 sobbarcandosi, ancora una volta in solitudine, tutte le spese e gli oneri richiesti dalla Figc”. Lo annuncia una nota ufficiale della società. Che chiama in causa anche la Provincia.

Il Football Brindisi stagione 2009-2010

BRINDISI –  “In data odierna la famiglia Barretta si è riunita e su proposta dei signori Domenico e Giovanni Barretta ha deciso, per il senso di responsabilità che la contraddistingue e tenuto conto della imminente scadenza dei termini federali, di iscrivere il Football Brindisi 1912 al campionato di Seconda divisione per la stagione 2010 – 2011 sobbarcandosi, ancora una volta in solitudine, tutte le spese e gli oneri richiesti dalla Figc”. Lo annuncia una nota ufficiale della società. Che chiama in causa anche la Provincia.

“Tale decisione è stata assunta – prosegue il comunicato - al fine di dare un ulteriore mese di tempo alle istituzioni locali, il Comune in primis, ma anche ove occorresse all’Amministrazione Provinciale, affinché possano trovare una soluzione al problema calcio reperendo soggetti che possano sostituire la famiglia Barretta nella compagine societaria, così come affermato dallo stesso sindaco a seguito della riunione del 14.06”.

“Resta inteso sin da ora, però, che la volontà irrevocabile della famiglia Barretta – viene ribadito - è che, qualora non si dovesse trovare nessuno che possa sostituirla nella proprietà del sodalizio calcistico, l’iscrizione al campionato verrà ritirata entro l’inizio della stagione regolare. Auspichiamo comunque che il patrimonio sportivo costruito in questi anni dalla famiglia Barretta nell’interesse di tutta la città, attraverso enormi sacrifici, non venga disperso e che si giunga ad una sollecita definizione del problema affinché tutti insieme nella prossima stagione calcistica possiamo accorrere allo stadio per gridare ancora una volta Forza Brindisi”.

Con questa nota emessa nel primo pomeriggio di oggi dall’ufficio stampa del Brindisi, il gruppo Barretta ha voluto sgomberare il campo da interpretazioni ed equivoci rendendo di dominio pubblico l’intesa raggiunta lunedì pomeriggio con il sindaco di Brindisi Domenico Mennitti. E cioè, i Barretta iscrivono la squadra in C2, anticipando i duecentomila euro della tassa di iscrizione; il sindaco si impegna a reperire non solo i duecentomila euro da restituire ai Barretta, ma anche a mettere assieme una cordata che rilevi la società e la gestisca nei prossimi anni. Una cordata che magari possa anche presentare domanda di ripescaggio in Prima divisione. Se questa cordata non ci sarà i Barretta ritireranno l’iscrizione e addio sogni di gloria.

Il sindaco Mennitti si è impegnato in questa direzione e ora bisognerà vedere cosa accade. Comunque, per intanto, un primo risultato importante lo si è avuto: la squadra verrà iscritta al campionato. E questo è servito a placare gli animi dei tifosi, anche se il loro stato di allerta è notevole. Perché temono che le istituzioni, scampato il pericolo della mancata iscrizione, possano dimenticare gli impegni. I tifosi tra l’altro premono per la sponsorizzazione della squadra. Ieri sera, nel corso della manifestazione svoltasi nel centro cittadino, gli ultras della Curva Sud e dei club organizzati, hanno chiesto a gran voce che sia la Brindisi Lng a sponsorizzare la squadra di calcio. Brindisi Lng è la società che vuole realizzare a Brindisi il rigassificatore. Impianto al centro di polemiche e di inchieste giudiziarie. L’area sulla quale erano in corso i lavori attualmente è sottoposta a sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tifosi non vedono nulla di male nel fatto che la Brindisi Lng possa sponsorizzare la squadra di calcio. Ovviamente è da vedere se la Lng è interessata. Negli anni scorsi si disse che avesse avanzato richiesta di entrare nel mondo dello sport brindisino. Ma per le vicissitudini giudiziarie aveva temporeggiato, non volendo forzare la mano in una città nella quale c’era una parte di opinione pubblica schierata contro la realizzazione del rigassificatore. Comunque sia, la speranza dei tifosi è che si chiarisca tutto al più presto. Perché le vicissitudini societarie hanno lasciato in sospeso anche il discorso tecnico. Nulla è stato ancora deciso per la guida tecnica. E neppure per i giocatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento