Sport

Il Brindisi domina a Sarno, ma la vittoria arriva solo allo scadere con Molinari

Il miglior Brindisi della stagione espugna (0-1) il campo della Sarnese, nella prima giornata di ritorno del campionato di Serie D. Il punteggio non tragga in inganno. I biancazzurri avrebbero meritato ben più di un solo gol di scarto sulla compagine di Salerno, rimasta in 10 uomini a partire da 26' della ripresa

BRINDISI – Il miglior Brindisi della stagione espugna (0-1) il campo della Sarnese, nella prima giornata di ritorno del campionato di Serie D. Il punteggio non tragga in inganno. I biancazzurri avrebbero meritato ben più di un solo gol di scarto sulla compagine di Salerno, rimasta in 10 uomini a partire da 26’ della ripresa. Se gli ospiti hanno dovuto sudare fino al 90’ per sbloccare il punteggio con un calcio di punizione di Molinari, il merito è stato soprattutto del portiere campano Nobile, autore di un’incredibile serie di parate. Ma anche l’estremo difensore biancazzurro Pizzolato è stato decisivo, con una provvidenziale parata su un calcio di rigore battuto da Esposito a 10 minuti dalla fine. La partita, insomma, non ha lesinato emozioni.

Poche ore prima del calcio di inizio, mister Castellucci ha dovuto rinunciare al centrocampista Lafortezza, colpito da un attacco di febbre. Al suo posto si è rivisto fra i titolari l’esterno Loiodice, schierato nel tridente offensivo insieme a Molinari e Varsi. In difesa, ancora spazio alla coppia di centrali composta da Ferrara e Ciano, con Ivone e Raho sugli esterni. Pollidori ha fatto da schermo davanti alla retroguardia. Danucci, come al solito, si è piazzato in cabina di regia. 

La partita. Al 2’, Tufano liscia la sfera su un traversone ben calibrato verso l’area piccola. Al 20’, Molinari impegna Nobile con un velenosissimo calcio piazzato. Al 23’, lo stesso Molinari costringe Nobile a una difficile parata, su un tiro dalla distanza. Il duello si ripete al 33’. Ed ‘ ancora il portiere campano a spuntarla. Al 43’, è Ancora a impensierire l’impeccabile Nobile, con un fendente dal limite. La prima frazione non regala altre emozioni.

A partire dal 5’ della ripresa, il Brindisi prende in mano le redini della partita, insediandosi stabilmente nella metà campo avversaria. Al 18’, Nobile devia sul fondo un tiro di Ivone indirizzato all’angolino basso. Al 20’, azione insistita di Danucci sulla traquarti; il centrocampista biancazzurro serve Ancora, che salta un avversario con una finta e serve Molinari; l’argentino, prova a segnare con un colpo di tacco, ma la sua finezza viene vanificata da un difensore appostato sulla linea di porta. Al 26’, Catalano è costretto a stendere Ancora, lanciato verso la porta avversaria. Il difensore salernitano finisce così negli spogliatoi per somma di ammonizioni.

Al 30’, Molinari si lancia in contropiede verso la porta avversaria; arrivato al limite dell’area, anziché servire Ancora alla sua sinistra, l’argentino mira l’angolo alla sinistra di Nobile, che ancora una volta sventa una occasione da rete biancazzurra. Con una conclusione analoga, Danucci, al 36’, colpisce in pieno il palo. Al 37’, la Sarnese entra per la prima volta nell’area brindisina con Iovene. L’attaccante campano viene atterrato da Ivone, a seguito di una prolungata trattenuta. L’arbitro decreta il calcio di rigore fra le proteste brindisine.

Dal dischetto si presenta Esposito, che si fa ipnotizzare da Pizzolato. Passata la paura, gli ospiti riprendono a macinare gioco. Al 45’, finalmente i biancazzurri sbloccano il punteggio. A portare in vantaggio gli ospiti ci pensa il solito Molinari, con un calcio di punizione dalla lunetta che passa sotto alla barriera, insaccandosi alle spalle dell’incolpevole Nobile. Nei cinque minuti di recupero accordati dall’arbitro, i padroni di casa non trovano la forza di reagire. 

Il Brindisi dunque si rialza dopo la sconfitta nel derby di Monopoli, conquistando la quinta vittoria nelle ultime sei partite. Il Brindisi occupa adesso il quinto posto in classifica, a pari punti con la Cavese. Taranto e Cavese, appaiate al terzo posto, sono distanti tre punti. Restano 14, invece, le lunghezze di distacco dalla capolista Andria, che ormai si appresta a fare campionato a sé. Domenica prossima, arriverà al Fanuzzi il Gallipoli. 

Sarnese-Brindisi  0-1
Sarnese: Nobile, Esposito, Ottobre, Catalano, Guardo, Di Capua, Fontana rosa (Fontanarosa dal 24’ st), Di Palma (Grenni dal 21’ st), Imparato, Maggio (Nasto dal 32’ st), Tufano. A disposizione:Ruocco,  Nasti, Iovine, Grenni, Liccardi, Nasto, Viscovo, Salvato, Aufiero. Alenatore: Vitter.
Brindisi: Pizzolato, Ivone,Raho,  Ferrara , Ciano, Danucci, Pollidori (Esposito dal 31’ st), Loiodice (Ascione dal 41’ st), Ancora, Molinari, Varsi (De Vivo al 4’ st).  A disposizione: Cattafesta, Lorito, Mannone, Dinielli, De Vivo,Ascione, Esposito, Lorusso. Allenatore: Castellucci.
Marcatori: Molinari (Br) al 45’ st
Note: Espulso Catalano (Sar) per somma di ammonizioni, al 26’ st; Pizzolato (Br) para una rigore calciato da Esposito (Sar) al 36’ st. Alcune centinaia di tifosi sugli spalti, di cui qualche decina giunti da Brindisi
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Brindisi domina a Sarno, ma la vittoria arriva solo allo scadere con Molinari

BrindisiReport è in caricamento